Sistemi Gnostici di Speculazione

SISTEMI GNOSTICI DI SPECULAZIONE.

a cura di Hans Jonas

La speculazione gnostica ha il suo compito prestabilito dai princìpi fondamentali della visione gnostica della realtà.

Questa comprendeva, come abbiamo già visto, una certa concezione del mondo, dell’estraneità dell’uomo all’interno di esso e della natura transmondana della divinità.

Questi princìpi costituivano per così dire la visione della realtà come è data qui e ora. Ma ciò che è, specialmente se è di un genere così sconvolgente, deve avere avuto una “storia” per la quale è giunto ad essere come è e che spiega la sua condizione «innaturale».

Il compito della speculazione quindi è di rendere ragione del presente stato delle cose in una esposizione storica, di farlo derivare dai primi inizi e così di spiegarne l’enigma: in altre parole, di trasportare la visione della realtà nella luce della gnosi.

La maniera in cui tale compito è portato a termine è invariabilmente “mitologica”, ma il mito che ne risulta, a parte il piano generale, è in molti casi opera di libera invenzione dei singoli autori, e nonostante ciò che prende in prestito dalla tradizione popolare non è un prodotto del folclore.

Il suo simbolismo è decisamente voluto, e nelle mani dei maggiori costruttori di sistemi diviene uno strumento, maneggiato con grande virtuosismo, per la comunicazione di idee artificiose. Il carattere mitologico di queste speculazioni non deve tuttavia essere sottovalutato.

La natura drammatica e il significato psicologico delle verità da trasmettere richiedevano questo mezzo, in cui la personificazione è la forma legittima di espressione.

a cura di Hans Jonas

 

 

Precedente La Nostra Dottrina Successivo Simon Mago

Lascia un commento