Il Mistero del Sacro Libro dei Nomi

IL MISTERO DEL SACRO LIBRO DEI NOMI
Fonte Canone Gnostico Ordine di Sophia 

Cristo, Terza Manifestazione della Matrice Spirituale,
Verbo e Volontà del Padre, Spirito Vergine Invisibile,
ricevette da Lui, il Sacro Libro dei Nomi.
Il Libro dei Nomi contiene i Nomi per mezzo dei quali,
Cristo salverà le Scintille Pneumatiche erranti e disperse nella Matrice Cosmica.
Cristo, Tredicesimo Eone Pleromico, discese dalla Matrice Pleromica,
ed entrò nella Matrice Cosmica, per portare la Conoscenza alla Sostanza Pneumatica in essa imprigionata.
La Sostanza Pneumatica era ancora Sostanza Grezza, perchè mancava della Forma.
Così, come alla Sostanza Pleromica del Padre, Cristo diede Forma, plasmando il Pleroma;
così, Cristo, portava la Forma, alla Sostanza Pneumatica, per prepararla al ritorno al Pleroma.
La Forma è Conoscenza della Verità, della Vita Eterna e della Via che conduce ad Essa.
Ecco perchè Cristo è chiamato anche Via, Vita e Verità.
Cristo discese nella Matrice Cosmica attraversando tutti i Cieli Cosmici.
Un Grande Terremoto scosse la Matrice Cosmica al passaggio di Cristo.
Gli Arconti si nascosero terrorizzati, a causa di tale impetuoso evento, a loro ancora sconosciuto.
Gli Arconti percepirono una Grande Impotenza, innanzi a tale straordinaria potenza discesa dall’Alto.
Cristo entrò nella Matrice Cosmica Interna e si manifestò all’interno della Proiezione di Gesù.
Per mezzo di Gesù, Cristo portò la Formazione alla Sostanza Pneumatica.
Cristo seminò il Seme della Conoscenza, che avrebbe dato Forma alla Sostanza Pneumatica Grezza.
La Sostanza Pneumatica era stata dispersa nel Cosmo per animare la Vita nelle sue Infinite Proiezioni.
Ma Cristo, trovò la Sostanza Pneumatica totalmente assopita all’interno della Matrice Cosmica.
Le Componenti Iliche e Psichiche avevano completamente ricoperto la Sostanza Pneumatica.
Le Scintille erano totalmente fuse con le componenti iliche e psichiche della loro Proiezione.
Il Contatto con lo Spazio Pneumatico era stato definitivamente interrotto.
Cristo manifestò la sua Grande Potenza per mezzo di una Immensa Vibrazione Pneumatica.
Ma nessuna Scintilla attorno a Cristo percepiva il richiamo del Padre attraverso la sua Vibrazione.
Maria Maddalena, nella quale, l’Eone Sophia, si era incarnata e manifestata,
per salvare e recuperare la Sostanza Pneumatica, dispersa nella Matrice Cosmica,
avvertì immediatamente la Presenza del Cristo, il Tredicesimo Eone.
Sophia, incarnata nella proiezione di Maria,
era rimasta intrappolata ed imprigionata dal Potere Psichico dei Sette Arconti Superiori,
che impedivano la manifestazione pneumatica necessaria al Risveglio delle Scintille.
Cristo la liberò per sempre dal Potere Psichico dei Sette Demoni.
Sophia, ringraziò il Pleroma, il Padre e la Madre Barbelo, per avere inviato il Figlio Unigenito Cristo.
Cristo parlò in Parabole alle Scintille, per mezzo di Simboli, Segni ed Allegorie.
Cristo tentò di Risvegliare l’Energia Pneumatica delle Scintille.
Ma le Scintille erano totalmente assopite dall’attività delle loro componenti Iliche e Psichiche.
Le Scintille attendevano il Liberatore e Salvatore Cosmico, che li avrebbe liberati dall’Impero Romano.
Cristo, per mezzo di Gesù, parlò alle Scintille del Regno del Padre,
che non apparteneva al Mondo Cosmico.
Ma le Scintille restarono assopite ed inebriate all’interno della loro Proiezione Cosmica.
Cristo, per mezzo di Gesù, tentò di ridare Vita, alla Componente Pneumatica delle Scintille.
Cristo, diede la Vista Pneumatica ai Ciechi.
Cristo. diede l’Udito Pneumatico ai Sordi.
Cristo, diede la Libertà Pneumatica ai Prigionieri.
Cristo, disse alle Scintille: “Restituite ciò che è Ilico a Cesare,
perchè non vi appartiene;
restituite ciò che è Psichico e ciò che chiamate Anima, al Dio di Mosè,
perchè non vi appartengono;
ma donate il Vostro Spirito Pneumatico e la Vostra Vita, a Me,
perchè così facendo ritroverete Voi Stessi e la Vostra Salvezza.”
Ma la maggior parte delle Scintille erano sottomessi e vincolati dalle loro componenti cosmiche.
Gli Arconti Superiori con estrema facilità controllavano l’attività Psichica ed Ilica di tutte le Scintille.
I Sommi Sacerdoti e gli Anziani convinsero facilmente le Scintille a non vedere in Gesù il Liberatore, e soprattutto il Figlio del Padre.
Tutti erano al servizio degli Arconti, il cui unico scopo fu quello di eliminare la Minaccia Pneumatica, rappresentata dalla presenza di CRISTO all’interno della Matrice Cosmica.
Gesù fu consegnato al Giudizio del Governatore Ponzio Pilato, per essere da lui giudicato.
In quel tempo un altro Salvatore fu imprigionato,
uno Zelota, di nome Barabba, detto il Rivoltoso.
Lui impersonava la Figura del Salvatore Cosmico tanto atteso dalle Proiezioni.
Barabba rappresentava una minaccia concreta per Roma ed aveva commesso anche omicidi.
Il governatore Pilato era solito, per ciascuna festa di Pasqua,
rilasciare al popolo un prigioniero, a loro scelta.
Ma Ponzio Pilato non vide in Gesù una Minaccia concreta per Roma, e lasciò decidere le Scintille.
Ma le Scintille, attendevano il Liberatore Cosmico,
colui che li avrebbe liberati dalla sottomissione Romana.
Non compresero l’intervento di Gesù Cristo disceso per la loro salvezza definitiva.
Pilato disse loro: “Chi volete che vi rilasci: Barabba o Gesù chiamato il Cristo?”.
Mentre egli sedeva in tribunale, sua moglie gli mandò a dire:
“Non avere a che fare con quel Giusto;
perché oggi fui molto turbata in sogno, per causa sua”.
Ma i sommi sacerdoti e gli anziani persuasero la folla a richiedere Barabba e a far morire Gesù. Allora il governatore domandò: “Chi dei due volete che vi rilasci?”.
Le Scintille risposero: “Barabba!”.
Disse loro Pilato: “Che farò dunque di Gesù, chiamato il Cristo?”.
Tutti gli risposero: “Sia crocifisso!”.
Ed egli aggiunse: “Ma che male ha fatto?”.
Le Scintille allora urlarono: “Sia crocifisso!.
Pilato, visto che non otteneva nulla, anzi che il tumulto cresceva sempre più, presa dell’acqua, si lavò le mani davanti alla folla e disse:
“Non sono responsabile di questo sangue innocente; vedetevela voi!”.
Le Scintille risposero: “Il suo sangue ricada sopra di noi e sopra i nostri figli”.
Allora Pilato rilasciò Barabba e, dopo aver fatto flagellare Gesù, lo consegnò ai soldati perché fosse crocifisso.»
Cristo si manifestò in mezzo alle Scintille, per salvarle e riportarle al Pleroma.
Ma le Scintille, guidate e controllate dagli Arconti,
non si resero conto della Vera Natura di Gesù Cristo, il Tredicesimo Eone.
La Proiezione di Gesù fu condannata a Morte.
Cristo, disconnesso dalla sua Proiezione,
apparve a Sophia – Maria Maddalena,
nella sua Sostanza Pneumatica con la sola Componente Psichica, senza la Componente Ilica.
La Componente Psichica è la Forma Cosmica, è l’Immagine e la Forma della Sostanza.
La Componente Ilica invece è Sostanza Cosmica senza Forma.
Alla vista di Gesù, Sophia-Maria Maddalena cercò di toccarlo.
Cristo Disse:”Maria-Sophia, non mi toccare!!!
Perchè la mia Componente Psichica presto verrà riassorbita.”
“Abbiamo seminato insieme il Seme della Conoscenza e della Verità.”
“Per mezzo della Conoscenza e della Verità le Scintille conosceranno la Via.”
“La Via che li condurrà allo Spazio Pneumatico, all’interno del quale ho costruito la Camera Nuziale.”
“Attraverso la Camera Nuziale le Scintille conosceranno la Vita Eterna.”
“Maria-Sophia, il mio Tempo qui è finito.”
“Ho adempiuto alla Volontà del Padre.”
Maria-Sophia rispose: “O Gesù mio Maestro; O Cristo mio Sposo.”
“Unigenito Figlio dello Spirito Vergine Invisibile e Pensiero della Madre Barbelo.”
“Io resterò qui e sarò la tua Discepola più fedele.”
“Nutrirò i Semi che tu hai piantato nei Cuori di tutte le Scintille.”
“Tu mi hai liberata dal Male, ed il Male diede origine a questa Matrice.”
“Tu mi hai donato Amore e Sapienza, Pienezza e Formazione.”
“Prima ero Vuota e adesso sono Piena.”
“Dalla mia Separazione ha avuto origine il Male che ha creato la Morte.”
“Ma dalla mia Unione, avrà origine il Bene che creerà la Vita.”
“Dal nostro Frutto, nascerà lo Spirito di Vita, che chiameremo Zoe.”
“Zoe, Spirito di Vita, resterà qui, a sorvegliare i Semi, che tu hai piantato, e che io custodirò.”
“Purtroppo. Non tutti i Semi germoglieranno e non tutte le Scintille faranno ritorno a casa.”
“Le Componenti Iliche sono Catene Durissime.”
“Le Componenti Psichiche hanno costruito Mura Impenetrabili.”
“Sabaoth, è l’Arconte più Potente, il Muro più Impenetrabile.”
“E’ colui che non permette l’accesso allo Spazio Pneumatico.”
“Le Scintille Iliche, alla fine di ogni Ciclo Cosmico, sono destinate alla Dimora Oscura.”
“Le Catene Iliche li imprigioneranno alla Materia Cosmica.”
“Le Scintille Psichiche, alla fine di ogni Ciclo Cosmico, sono destinate alle Dimore Mesoteriche.”
“Le Catene Psichiche li imprigioneranno agli Affetti, ai Pensieri e all’Anima Psichica.”
“Le Scintille sono condannate in Eterno a rimanere qui in questa Matrice di Morte.”
“Le Scintille Pneumatiche dovranno trovare la Forza per affrontare e superare Sabaoth.”
“Zoe, indicherà loro la Via per trovare il Settimo Sigillo.”
Cristo apparve per l’ultima volta ai suoi Discepoli e disse loro:
“Non esiste Libero Arbitrio senza Fede e non esiste Peccato senza Illusione.”
“Le Scintille Iliche e Psichiche ignorano la loro Vera Natura.”
“Mentre mi crocefiggevano, ho chiesto al Padre Mio: Perdona loro, perchè non sanno quello che fanno.”
“Ogni Scintilla Ilica e Psichica è anche Scintilla Pneumatica e come tale dovrà essere rispettata.”
“Amatevi, dunque, come io ho amato Voi.”
“Il Male esiste per via delle Componenti Iliche e Psichiche.”
“Il Male esiste per via dell’Oscurità e della Morte che convivono all’interno della nostra Psiche.”
“Indebolendo e neutralizzando tali componenti, si indebolirà anche il Male in Noi.”
“Più le Componenti Iliche e Psichiche saranno indebolite, e più comprenderete la Vostra Natura.”
“Abbiate rispetto delle altre Scintille, ma proteggetevi da esse.”
“Io vi mando come Agnellini in mezzo ai Lupi.”
“Siate Luce in mezzo alle Tenebre.”
“Io non vi abbandonerò mai.”
“Su di voi, scenderà lo Spirito di Vita, Zoe e la benedizione di Nostra Madre Barbelo, lo Spirito Santo.”
“Io sarò sempre dentro di Voi.”
“Ascoltate il Vostro Cuore, ed Io sarò lì.”
“Cercatemi costantemente dentro di Voi….”
“…..e mi troverete.”
“E quando, un giorno riuscirete a toccarmi…….”
“…..quel giorno, Io vi porterò con me.”
“In verità vi dico che Tutto giungerà a termine,
e tutto ciò che oggi è nascosto vi sarà rivelato.”
“Quel giorno conoscerete il vostro Nome.”
“Il Nome che vostro Padre ha scritto sul Libro della Vita.”
“Perchè è scritto, che il Nome di coloro che iscritto nel Libro del Padre,
sarà il Nome di coloro che torneranno nel Regno del Padre.”
“E’ scritto pure, che, coloro che non riceveranno alcun Nome,
non torneranno nel Regno del Padre.”

Precedente Vangelo di Maria Maddalena Successivo Le Dieci Manifestazioni Pleromiche

Lascia un commento