La Nostra Dottrina

CLICCA QUI PER SCARICARE LA VERSIONE PDF
CLICCA QUI PER LA VERSIONE EBOOK

DOTTRINA DELL’ORDINE DI SOPHIA

SCHEMA DOTTRINALE

PARTE 0
Origini del Pensiero Gnostico
PARTE I 

Misteri della Matrice Spirituale
Misteri della Matrice Pleromica
Misteri della Matrice Cosmica
Misteri degli Arconti
PARTE II
La Storia della Fabbrica di Carbone
La Meditazione delle Prigioni Algoritmiche
La Meditazione della Settima Camera
La Meditazione del Primo Tesoro Pneumatico
La Meditazione del Secondo Tesoro Pneumatico
La Meditazione del Terzo Tesoro Pneumatico
La Meditazione del Quarto Tesoro Pneumatico
La Meditazione della Camera Nuziale
PARTE III
Estratto dal Vangelo della Verità
Estratto dal Vangelo di Tommaso
Estratto dal Vangelo di Filippo
PARTE III
Primo Insegnamento Pneumatico
Secondo Insegnamento Pneumatico
Terzo Insegnamento Pneumatico
PARTE IV
La Parabola delle Colombe e dei Pesci
Gestione del Legame Cosmico e del Legame Pleromico
PARTE V
La Chiesa Gnostica e le sue Comunità

ORIGINI DEL PENSIERO GNOSTICO

L’Uomo Preistorico è come un Piccolo Neonato.
Così come il Neonato viene messo a giocare e dormire all’interno della sua Culla.
Così anche l’Uomo Preistorico si ritrova inserito in un contesto di una Grande Culla Cosmica.
La Culla per il neonato è un luogo sicuro.
Un luogo che lo terrà lontano da tutti i pericoli.
Difficilmente il neonato potrà sfuggire dalla sua culla, anche se in verità, qualche neonato, si è avventurato in questa impresa.
I genitori premurosamente riempiono la culla di giocattoli in modo tale che il neonato possa distrarsi e non sentirsi troppo solo.
Il neonato è attratto dai suoi giochini, dalle bambole, dai peluche e dai suoni che questi emettono.
Quando il neonato ha fame, la mamma lo allatta.
Per il neonato, il mondo inizia e finisce dentro la sua culla.
Il neonato prende in mano i giocattoli, li tocca, li lecca, li rosicchia, in sostanza fa esperienza di loro.
Anche Il Mondo è una Grande Culla, per ogni essere vivente che lo abita.
Da un lato Il Cosmo rappresenta anche il Macrocosmo, e la culla rappresenta il Microcosmo.
L’Uomo Preistorico è spinto dalla curiosità di conoscere l’ambiente attorno a se.
Egli combatte per sopravvivere.
E’ attratto da tutte le cose esteriori.
E’ spinto continuamente da un impulso interiore verso lo Strato Exoterico.
E’ un impulso che lo spinge a legarsi al Mondo Materiale.
L’uomo è detto Ilico.
Con il passare del tempo, l’Uomo inizia però a porsi delle domande su se stesso e sulla sua esistenza.
L’attenzione e la Curiosità dell’Uomo adesso vengono diretti non più sulle cose esteriori ma sul suo Corpo e sulla sua Psiche.
L’uomo cerca dentro se stesso, ed intuisce la presenza di qualcosa di straordinario.
L’uomo, attraverso una Intuizione Interiore, scopre la sua Psiche Exoterica, detta anche Ego, e la sua Psiche Mesoterica, quest’ultima detta anche Anima.
Quindi l’Uomo fa esperienza del suo Ego, e della sua Anima.
L’Uomo è detto Psichico oppure Animico.
Alcuni Uomini Psichici però, non si sono fermati con la Ricerca Interiore e soprattutto con l’Intuizione Animica.
Questi Uomini hanno Intuito un altra presenza dentro di loro, qualcosa di più straordinario e sconvolgente dell’Anima.
Questi Uomini, scrutando attraverso tutti i Veli dell’Ego, sono riusciti a percepire il Pneuma, lo Spirito Reale.
Per questo motivo questi uomini sono detti anche Pneumatici.
Tutti gli Esseri che percepiscono il Pneuma, hanno maturato anche la Conoscenza e la Consapevolezza Pneumatica.
La Consapevolezza della Vacuità della Sostanza Exoterica, che da questo momento viene definita dagli Pneumatici con il Termine di Proiezione.
Tutto ciò che è Exoterico e Mesoterico, è anche Proiezione Riflessa.
Gli Pneumatici sono stravolti e sconvolti, poichè lo Strato Pneumatico riporta alla Luce antichi Tesori e antiche Verità.
La Ricerca Costante della Sostanza Pneumatica conduce pertanto alla formazione e alla definizione del Pensiero Gnostico.
Il Pensiero Gnostico si manifesta in ogni Luogo, in ogni Istante ed in ogni Forma.
Il Pensiero Gnostico si manifesta come Espressione Naturale della Sostanza Pneumatica.
Il Pensiero Gnostico diventa pertanto oggetto di Studio.
Da sempre, Filosofi, Maestri e Sacerdoti, nella Storia, fin dall’antichità, hanno cercato di comprendere tutti i Misteri della Gnosi.
Alessandria d’Egitto, è stata una delle Sedi Principali nel Mondo, in cui Filosofi e Maestri Spirituali, si riunivano per studiare i Misteri nascosti della Gnosi.
Ma solo l’Avvento di Cristo e di Maddalena, duemila anni fa, ha portato alla Rivelazione Definitiva e Concreta di tutti i Misteri della Gnosi.
Gli Pneumatici non solo hanno ricevuto la Conoscenza di Tutti i Misteri della Gnosi e dello Spazio Pneumatico, ma Cristo ha donato loro anche un Mezzo Spirituale Potentissimo, la Camera Nuziale.
La Gnosi si manifesta, a differenza di altre filosofie e fedi spirituali exoteriche o mesoteriche, su una frequenza detta esoterica.
Il Cosmo è formato da Energia Exoterica e rigetta qualsiasi Forma di Energia Esoterica.
Gli Pneumatici nonostante aver ricevuto da Cristo e da Maddalena la Completezza e la Formazione per mezzo della Dottrina Gnostica, adesso si ritrovano totalmente in contrasto esistenziale con il Cosmo Intero.
Accettare quindi una forma energetica esoterica di tipo gnostica, ha condotto l’uomo, più che l’uomo, potremmo dire la sua scintilla pneumatica, a scontrarsi inevitabilmente con il cosmo exoterico.
La Storia della Gnosi e degli Gnostici pertanto è il Riflesso Energetico di questo Scontro Cosmico incominciato quando il Primo Pneumatico ha percepito la Prima Intuizione Pneumatica.
Molti Studiosi hanno cercato di individuare le Origini Storiche del Pensiero Gnostico, associandolo ad un Sincretismo Filosofico e Culturale del Tempo e localizzandolo geograficamente prima, in un contesto orientale, e poi, in un contesto culturale occidentale.
Se l’Attaccamento alla Materia, alla Sessualità, al Cibo, ai Sentimenti, alle Emozioni sono tutti impulsi e necessità della Psiche e dell’Ego, così anche il Pensiero Gnostico è l’Impulso e la Necessità del Pneuma, presente in ogni Essere Vivente.
L’Impulso Naturale del Pneuma è presente ovunque in tutto il Cosmo, e pertanto studiarne le Origini Storiche e l’Evoluzione, non è impresa semplice.
Come gli Impulsi della Psiche, gli Impulsi Pneumatici nascono insieme al Cosmo e alla Vita nel Cosmo.
Sul pianeta Terra, soltanto a partire dal Secondo Secolo Avanti Cristo e fino al Secondo Secolo Dopo Cristo, il Pensiero Gnostico è stato oggetto di approfonditi studi esistenziali, filosofici e metafisici.
Amato dagli Pneumatici per la sua Naturale e Affine Attrazione Energetica, allo stesso tempo, viene costantemente odiato e ripudiato dagli Ilici, e dagli Psichici, per la scelta inconsapevole di quest’ultimi di nutrirsi di Energia Cosmica.
La Conoscenza Gnostica trasmessa da Cristo e da Maddalena in forma Dottrinale, è stata trascritta in Vangeli detti Gnostici.
I Tredici Codici di Nag Hammadi, scoperti il secolo scorso, hanno portato alla Luce, tanti Tesori Dottrinali, tra cui “Il Libro Segreto di Giovanni”.
“Il Libro Segreto di Giovanni”, insieme ad altri testi gnostici, rappresentano il Perno Centrale, attorno a cui ruota, tutta la Dottrina dell’Ordine di Sophia.
L’Ordine di Sophia è una delle tante Manifestazioni Pneumatiche all’interno del Cosmo.
L’Ordine di Sophia ha permesso a tante Scintille Pneumatiche, di ritrovarsi energeticamente, all’interno delle Comunità Gnostiche.
Tutte le Comunità Gnostiche dell’Ordine di Sophia disseminate sul Pianeta Terra, la Dottrina Gnostica e tutte le Scintille Pneumatiche, formano la Chiesa Gnostica dell’Ordine di Sophia.
La Chiesa Gnostica dell’Ordine di Sophia è stata fondata intorno al 1970 in Francia.
Circa venti anni dopo, la Chiesa Gnostica dell’Ordine di Sophia, si è diffusa anche in Italia.

L’ORDINE DI SOPHIA 

Una Guida Spirituale o Padre Spirituale è una persona a cui si decide di far riferimento per essere guidati nella propria Vita Spirituale, in campo Etico e Religioso.
La Guida Spirituale potrebbe essere paragonata, ma in un contesto completamente diverso, ad una Guida Turistica.
Per definizione la Guida Turistica è chi per Professione “accompagna singoli o gruppi in viaggi, più o meno lunghi, nelle visite, spesso in luoghi a loro sconosciuti (ad es. Paesi Stranieri), ad Opere d’Arte, a Musei, a Gallerie, a Scavi Archeologici, illustrando e spiegando loro le attrattive storiche, artistiche, monumentali e paesaggistiche”.
Anche la Guida Spirituale accompagna singoli o gruppi di Turisti in Viaggi presso Luoghi Lontani ed a loro Sconosciuti, ma si tratta di Luoghi Misteriosi in Terre ed ambiti Spirituali.
Anche la Guida Spirituale consegna ai suoi Turisti una Guida Cartacea, ma in questo contesto o ambito la Guida Cartacea si chiama “Dottrina Spirituale”.
La Guida Spirituale non fa la Guida per Professione ma per Vocazione e per Fede.
I Turisti Spirituali sono Viaggiatori, Ricercatori e Amanti dello Spirito.
Anche i Turisti Spirituali portano nei loro Viaggi le loro Macchine Fotografiche per Fotografare (Assimilare con la Meditazione) i Momenti più Eccitanti ed Importanti del Viaggio.
La Guida Spirituale è attenta affinché nessuno dei suoi Turisti Spirituali si perda percorrendo i Sentieri Tortuosi dello Spirito.
Nel nostro caso la Terra Straniera si Chiama Gnosticismo, ed i luoghi Misteriosi sono quelli dell’Ordine di Sophia e come tutti gli Itinerari Turistici anche qui è possibile usufruire di una Guida Scritta, ovvero la Dottrina Spirituale dell’Ordine di Sophia.
Il Viaggio è lungo, non è semplice, all’inizio è faticoso, spesso complicato, ma sarà compito della Guida, renderlo più semplice; il Viaggio è rivolto a tutti i Turisti, ma non Tutti arriveranno purtroppo al Traguardo, perchè ci saranno Turisti che non si avventurano Fuori dal loro Stato di Appartenenza (Exoterici – Ilici), preferiscono stare all’interno, hanno paura di affrontare un’altra Lingua ed altre Usanze e Culture; poi ci si saranno altri Turisti che si spingeranno fino al Confine, fino alla Frontiera, nella Terra di Mezzo (Mesoterici – Psichici), anche loro ad un certo punto decidono di interrompere il Viaggio, per Scelta, o per Paura, o per Altri Motivi; infine ci sarà un Gruppetto di Turisti Coraggiosi che decidono di continuare a seguire la loro Guida fino alla fine del Viaggio, perchè sono Curiosi, perchè sono Affamati di Conoscenza, perchè amano l’Avventura, perchè hanno piena Fiducia nella loro Guida e nella Dottrina (Esoterici – Pneumatici).
Lasciamo la Guida Turistica e procediamo nel Nostro Lungo Viaggio nella Gnosi dell’Ordine di Sophia!!!
Nel contesto dell’Ordine di Sophia, la Guida Spirituale viene spesso chiamata anche
Maestro o Sacerdote.
La Guida Spirituale crede fermamente ad una Dottrina Spirituale Specifica e Ben Definita.
Ogni Dottrina Spirituale fonda le sue radici su un Testo Sacro di Riferimento.
Per Dottrina Spirituale Ben Definita si intende un “Pacchetto di Conoscenze Mesoteriche e/o Esoteriche con prerogativa del “VISTO E PIACIUTO“.
Il Testo Sacro di Riferimento su cui si basa l’Ordine di Sophia è il “Libro Segreto di Giovanni”.
La Dottrina dell’Ordine di Sophia è in realtà una Rielaborazione Dottrinale effettuata negli anni 80 da parte dell’Ordine Gnostico Templare di Sophia Francese, sia del Libro Segreto di Giovanni e sia di altri Testi Gnostici quali ad esempio: L’Origine del Mondo, La Natura degli Arconti, il Vangelo di Tommaso, Il Vangelo di Filippo, L’Apocalisse di Adamo, il Vangelo della Verità ed il Libro Segreto di Giacomo.
Coloro che seguono una Guida Spirituale o Padre Spirituale sono soliti definirsi anche “Confratelli e Consorelle”, oppure “Fratelli e Sorelle Spirituali”.
All’interno dell’Ordine di Sophia tutti gli Appartenenti (Guide Spirituali, Confratelli e Consorelle) sono definiti anche con il termine di “Scintille”.
Le Scintille sono Esseri Spirituali che hanno riposto la loro Fede Spirituale nella Dottrina dell’Ordine di Sophia.
La Guida Spirituale insieme ai Confratelli e Consorelle formano la Famiglia Spirituale o la Comunità Spirituale.
Più Comunità Spirituali Gnostiche formano la Chiesa Gnostica Universale.
Poichè la Dottrina Spirituale prevede un Sentiero di Evoluzione Spirituale a Gradi o Livelli, si è soliti definire la Comunità anche con il termine di “Ordine Spirituale”.
Il Termine Sophia sta per Sapienza derivata da una Conoscenza Spirituale Esoterica (Gnosi).
La Dottrina dell’Ordine di Sophia è costituita da una parte Cosmogonica Metafisica Mitologica e da una parte prettamente Dottrinale, caratterizzata da Insegnamenti Spirituali atti ad accompagnare la Scintilla su un Sentiero Iniziatico di Risveglio Spirituale.
Il Termine Cosmogonia,  che deriva dal corrispondente greco, significa «nascita del cosmo», indica la dottrina o il complesso di miti riguardante l’«origine dell’Universo. La cosmogonia si occupa dell’origine di leggi cosmiche, della loro storia ed evoluzione.
Il Termine Metafisica indica invece ogni Dottrina Filosofica che si presenti come Scienza della Realtà Assoluta, che cerca di dare una spiegazione delle Cause Prime della Realtà prescindendo da qualsiasi dato dell’esperienza oggettiva (Livello Exoterico – Strato Superficiale o Tangibile); cioè tenta di spiegare la Natura Assoluta della Realtà e dell’Esistenza attraverso processi intellettivi di Livello Mesoterico (Strato Intermedio – Anima) ed Esoterico (Strato Profondo o Misterico – Spirito).
La Guida Spirituale trasmette a tutti i Confratelli e Consorelle di Comunità la Dottrina Spirituale dell’Ordine di appartenenza.
La Guida Spirituale ha il compito di seguire ed assistere tutti i componenti della Comunità, non solo da un punto di vista Spirituale e Dottrinale, ma anche da un punto di vista Psicologico ed Esistenziale
La Dottrina dell’Ordine di Sophia appartiene ad una Corrente Spirituale di Stampo o Pensiero Gnostico o comunemente conosciuto anche con il termine di “Gnosticismo”.
Dopo la Scoperta dei Testi Gnostici di Nag Hammadi (Egitto) nel 1945, lo Gnosticismo non solo divenne oggetto di Studio e di Ricerca Culturale, ma anche causa di Rinascita Spirituale di una Vecchia Fede Dimenticata o Perduta.
Sorsero nel Mondo (Stati Uniti ed Europa) diverse Comunità ed Ordini Gnostici, ognuno, sviluppando e applicando la propria Dottrina Gnostica, frutto di una Rielaborazione dei Testi Gnostici Ritrovati
L’Ordine di Sophia nasce in Francia (negli anni 80 ) con l’intento di riportare alla Luce le Antiche Comunità Gnostiche, così come erano caratterizzate nei primi secoli dell’era cristiana, con gli stessi metodi (metodi rudimentali – pietre, lavagne, sabbia, ecc), luoghi di incontri (grotte, boschi, caverne), testi sacri utilizzati ed usanze del tempo (vestiario modesto).
La Dottrina dell’Ordine di Sophia è stata portata la prima volta in Italia (Torino) dalla
Prima Guida Spirituale, Gabriele Giuliani (1992 – 1997).
Nel giro di quasi un ventennio si sono diffuse in tutta Italia oltre un centinaio di Comunità Gnostiche appartenenti all’Ordine di Sophia (1994 – 2016).
Dagli anni 90 al 2016 altre tre Guide Nazionali hanno gestito la Comunità Gnostica Nazionale dell’Ordine di Sophia: Nunzio Pezzino di Catania, Milena Aloisi di Ragusa e Michela Schillaci di Palermo.
Li dove Tre Scintille si riuniscono per Entrare in Contatto con l’Energia Cristica (Camera Nuziale) si forma la Chiesa Spirituale di Cristo.
La Chiesa Gnostica non è fatta di Legno o di Pietra, ma di Puro Spirito!!!!
La Chiesa Gnostica dell’Ordine di Sophia non possiede Gerarchia Interna.
Diventa Sacerdote o Guida Spirituale, chi ha Fede e Amore per la Dottrina Gnostica.
Diventa Sacerdote o Guida Spirituale, chi per Amore e per Fede decide di Trasmettere la Gnosi.
L’Organizzazione Nazionale, Regionale, Provinciale e Locale della Chiesa Gnostica serve solo per Gestire con più Facilità le Attività Spirituali tra Comunità sparse su un Territorio Vasto.
Tutte le Comunità hanno uguale Potere Decisionale, non esistono Organi Superiori o Gerarchiche
L’Ordine di Sophia Italiano non dipende dall’Ordine Francese.
E’ definita Guida Spirituale Locale chi trasmette la Conoscenza Gnostica soltanto all’interno di Comunità Locali della Stessa Città.
E’ definita Guida Spirituale Provinciale chi trasmette la Conoscenza Gnostica all’interno di Comunità presenti in Città diverse appartenenti alla Stessa Provincia.
E’ definita Guida Spirituale Regionale chi trasmette la Conoscenza Gnostica all’interno di Comunità presenti in Province diverse appartenenti alla Stessa Regione.
E’ definita Guida Spirituale Nazionale chi trasmette la Conoscenza Gnostica all’interno di Comunità presenti in Regioni diverse appartenenti alla Stessa Nazione.
E’ definita Guida Spirituale Internazionale chi trasmette la Conoscenza Gnostica all’interno di Comunità presenti in Nazioni Diverse.

 

MISTERI DELLA MATRICE SPIRITUALE

Il Primo, è il Mistero dello Spirito Vergine Invisibile; è il Mistero del Padre, Mistero della Sostanza.
Il Secondo, è il Mistero dello Spirito Santo; è il Mistero della Madre, Mistero del Pensiero.
Il Terzo, è il Mistero dell’Energia Cristica; è il Mistero del Figlio, Mistero del Verbo e della Forma.

PRIMO MISTERO DELLA MATRICE SPIRITUALE.
SPIRITO VERGINE INVISIBILE – PADRE INEFFABILE – SOSTANZA.
L’Uno, governa tutti.
Nulla, ha autorità su di Esso.
È il Dio.
È Padre di ogni cosa, Santo.
L’invisibile su tutto.
È pura luce incontaminata, in cui nessun occhio può guardare.
L’Uno è l’invisibile Spirito.
Non è giusto pensare a esso come un Dio o come Dio.
È più di un Dio giusto.
Nulla è sopra di esso.
Nessuno governa Esso.
Dal momento che tutto esiste all’interno di esso, non esiste all’interno di nessuno.
Dato che non è dipendente da qualsiasi cosa, è eterno.
È assolutamente completo e non deve quindi niente a nessuno.
È la perfetta luce.
L’Uno è senza confini, nulla esiste al di fuori delle sue estremità.
l’Uno non può essere indagato.
Nulla esiste a prescindere dalla sua verità.
L’Uno non può essere misurato poiché non esiste nulla di esterno che misura Esso.
L’Uno non può essere visto, poiché nessuno lo può immaginare.
L’Uno è eterno, poiché esiste da sempre.
L’Uno è inconcepibile poiché nessuno lo può comprendere.
L’Uno è indescrivibile, poiché nessuno può mettere tutte le parole su di esso.
L’Uno è luce infinita, Purezza, Santità, Immacolato.
L’Uno è incomprensibile.
Perfettamente libero dalla corruzione.
Non è “perfetto”, non è “santo”, non è “divino”, ma superiore a tali concetti.
Né materiale, né immateriale, né immenso, né infinitesimale.
È impossibile specificare per quantità o qualità poiché va oltre la conoscenza.
L’Uno non è un essere tra gli altri esseri.
È di gran lunga superiore, ma non è “superiore”.
È al di fuori dai regni dell’Essere e tempo.
Tutto ciò che è all’interno dei regni dell’Essere è stato creato e tutto ciò che è nel tempo è stato assegnato ad Esso.
L’Uno non riceve nulla dal nulla, ma apprende semplicemente se stesso nella propria luce perfetta.
L’Uno è maestoso.
L’Uno è l’incommensurabile maestà.
Capo di tutti i reami.
Creatore di tutti i regni.
Creatore di luce.
Creatore di vita.
Creatore di beatitudine.
Creatore di conoscenza.
Creatore di generosità.
Creatore di misericordia.
Il suo regno è eterno, tranquillo, silenzioso, di riposo, innanzi a tutto.
Egli è il capo di ogni reame sostenendo ciascuno di essi attraverso la generosità.
Non sapremmo nulla d’indescrivibile e nulla d’incommensurabile senza l’aiuto di chi viene da Colui che è il Padre.
Solo Lui ci ha informato.
Il Padre è circondato dalla luce.
Si apprende da quella luce che è la pura sorgente dell’acqua della vita.
Sostiene tutti i regni.

SECONDO MISTERO DELLA MATRICE SPIRITUALE.
BARBELO – SPIRITO SANTO – PENSIERO DEL PADRE – MADRE.

Lo Spirito Vergine Invisibile è consapevole del suo riflesso in tutto ciò che ruota attorno a lui, percependo la sua immagine in questa sorgente dello Spirito versata da se stesso.
Lui è innamorato dell’immagine che vede nell’acqua luminosa, la sorgente di pura acqua lucente lo avvolge.
Il suo pensiero consapevole è venuto in vita, apparendogli il fulgore della sua stessa luce.
Lei sorgeva davanti a lui.
Questo, dunque, è la prima delle sue potenze, prima a tutti.
Derivanti dalla Mente del Padre.
La Provvidenza di tutto.
(Lei) La sua luce riflette la sua luce (Lui).
Lei è dalla sua immagine nella sua luce, perfetta nel potere, Immagine del perfetto Invisibile Spirito Vergine.
Lei è la potenza iniziale, gloria di Barbelo, glorioso tra i regni, gloria della rivelazione.
Lei glorificò lo Spirito Vergine.
Lei lodò Lui poiché  è nata da Lui.
Questa, il Primo Pensiero, è l’immagine dello Spirito.
Lei è il Grembo Universale, Essa è prima di tutto.
Barbelo, chiese allo Spirito vergine la pre-conoscenza.
Lo Spirito fu d’accordo.
La preconoscenza uscì e si fermò dalla Provvidenza.
Ciò avvenne attraverso il pensiero dell’Invisibile Spirito Vergine.
La preconoscenza diede gloria allo Spirito e per Barbelo, lo spirito a potenza perfetta, poiché per Lei è stato il motivo della sua esistenza.
Lei, Barbelo, chiese allo Spirito vergine l’incorruttibilità.
Lo Spirito fu d’accordo, L’incorruttibilità uscì e si fermò dal Pensiero e dalla Preconoscenza.
Diedero gloria all’Invisibile Spirito Vergine ed a Barbelo,  poiché per Lei è stato il motivo della sua esistenza.
Lei chiese la vita eterna.
Lo Spirito fu d’accordo, la vita eterna venne fuori e tutti gli altri rimasero uniti.
Diedero gloria all’Invisibile Spirito ed a Barbelo, poiché per Lei è stato il motivo della sua esistenza.
Lei chiese la Verità.
Lo Spirito fu d’accordo, la verità venne fuori e tutti gli altri rimasero uniti.
Diedero gloria all’Invisibile Spirito e a Barbelo, poiché per Lei è stato il motivo della sua esistenza.
Pensiero – Preconoscenza – Incorruttibilità – Vita Eterna – Verità.

TERZO MISTERO DELLA MATRICE SPIRITUALE.
ENERGIA CRISTICA – VOLONTA’ E VERBO DEL PADRE – FORMA – FIGLIO.

Il Padre guardò dentro Barbelo, nella luce pura che circonda l’Invisibile Spirito.

Barbelo concepì e partorì una scintilla di luce che aveva una beatitudine simile, ma non uguale alla Sua beatitudine,  che è stato l’unico figlio, l’unico frutto, l’unico figlio generato da luce pura, il Padre.
L’Invisibile Spirito Vergine celebrò la luce che aveva prodotto  venendo fuori dal primo potere, che è la Provvidenza, Barbelo.
Lo Spirito lo consacrò con generosità, rendendolo perfetto.
Non aveva bisogno di alcuna generosità di sorta, poiché fu consacrato con la generosità dello Spirito invisibile.
Rimase alla presenza dello Spirito e si riversò su di lui.
Avendo ricevuto questa consacrazione dallo Spirito egli fu immediatamente glorificato.
Il Cristo, il divino auto generato, creato tutto attraverso la Parola.
Eterna Vita, Volontà, Mente e la Preconoscenza rimasero uniti.
Essi glorificavano l’Invisibile Spirito e Barbelo poiché da Lei presero vita.
Tutte le autorità  sono state sottomesse a Lui.
La verità dentro di Lui permette di sapere tutto su ogni cosa.

MISTERI DELLA MATRICE PLEROMICA

La Matrice Spirituale è costituita dallo Spirito Vergine Invisibile – Padre, dal Pensiero – Spirito Santo – Barbelo Madre, ed infine dal Verbo – Figlio Unigenito – Cristo.
La Matrice Spirituale per espansione e degradazione forma il Pleroma o Matrice Pleromica.
Il Pleroma rappresenta l’Espansione Naturale dello Spirito Invisibile.
Cristo ha il compito di dare una Forma alla Volontà del Padre.
Il Pleroma è, Espansione del Padre, è espansione del suo Pensiero, per mezzo dello Spirito Santo, della sua Volontà, attraverso il suo Verbo, Cristo.
L’Energia Cristica si posiziona al confine tra la Matrice Spirituale e la Matrice Pleromica.
La Matrice Pleromica è formata da Quattro Regioni.
All’Interno di ogni Regione Cristo pone un Luminare.
Il Luminare, è la Prima, Emanazione della Matrice Pleromica.
Il Primo Luminare è Armozel, Luminare della Purezza.
Il Secondo Luminare è Oriel, Luminare della Fortificazione.
Il Terzo Luminare è Daveithei, Luminare della Trascendenza.
Il Quarto Luminare è Eleleth, Luminare della Conoscenza.
Cristo dimora nella Prima Regione insieme al Primo Luminare.
Ogni Regione è composta da tre Luoghi, all’interno delle quali Cristo pone una Coppia (detta anche Sigizia) di Eoni.
Gli Eoni sono anche attributi del Padre Spirito Invisibile.
Un Eone Maschio ed un Eone Femmina.
Gli Eoni rappresentano la Seconda Emanazione Pleromica.
Insieme al Primo Luminare, Armozel, ci sono Tre Eoni, e sono Purezza, Vita e Amore.
Insieme al Secondo Luminare, Oriel, ci sono Tre Eoni, e sono Forza, Calma e Stabilità.
Insieme al Terzo Luminare, Daveithei, ci sono Tre Eoni, e sono Comprensione, Concentrazione e Visione.
Insieme al Quarto Luminare, Eleleth, ci sono Tre Eoni, e sono Fede, Meditazione e Saggezza (Sophia).
In totale ci sono Quattro Luminari e Dodici Coppie di Eoni nella Struttura della Matrice Pleromica.
Il Governo del Pleroma si basa sull’Amore Perfetto e si alimenta di Amore Perfetto.
Le Coppie Eoniche, per emanazione formano le Scintille Pneumatiche.
La Prima Scintilla emanata dalla Prima Coppia Eonica del Primo Luminare è Adamo.
Adamo è il Primo Archetipo di Uomo Pleromico.
Adamo dimora nel primo Luminare insieme con Cristo.
La Prima Coppia Eonica del Secondo Luminare per Emanazione formano la Seconda Scintilla, Seth.
Seth dimora nella Seconda Regione del Secondo Luminare insieme alla sua discendenza.
La Prima Coppia Eonica del Terzo Luminare per Emanazione formano la Terza Scintilla, Norea.
Norea dimora nella Terza Regione del Terzo Luminare insieme alla sua discendenza.
Il Quarto Luminare, il più lontano dal Confine dell’Energia Cristica è il più Distante.
L’Energia Pneumatica in Esso contenuto è la più Instabile ed Irrequieta.
Gli Eoni creati in questa Regione e le rispettive Scintille Pneumatiche sono Irrequieti.
L’Irrequietezza è causata dall’Ignoranza sulla Vera Natura del Padre.
L’Irrequietezza di queste Scintille è causa purtroppo di Smarrimento.
Queste Scintille vivono nella Quarta Regione insieme al Quarto Luminare.
Gli Eoni cercano di comprendere la Natura del Padre Ineffabile.
Ma Solo Cristo conosce e comprende la Natura del Padre Ineffabile.
Tra questi Ultimi Eoni, il più irrequieto è l’ultimo degli Eoni, Sophia.
L’ultimo degli Eoni, Sophia, si spinge oltre la ricerca del Padre Ineffabile.
Sophia si smarrisce cercando di comprendere la Natura del Padre.
Sophia pretende da sola di conoscere la Vera Natura del Padre.
Sophia pretende da sola di conoscere il Pensiero del Padre.
Sophia pretende da sola di conoscere la Volontà del Padre.
Sophia è convinta di Elevarsi al Cospetto dello Spirito Invisibile inseguendo la Luce.
Sophia, purtroppo, non riuscendo a comprendere la Natura, la Sostanza, il Pensiero, e la Volontà del Padre, si convince di Essere Lei Stessa lo Spirito Vergine Invisibile.
Sophia presa dalla sua Presunzione decide anch’essa di Creare per Emanazione da sola senza la sua controparte Maschile.
La sua Grande Presunzione diventa purtroppo causa della sua Grande Ignoranza.
In realtà, a causa della sua Ignoranza, Sophia, si smarrisce fuori, oltre i confini del Pleroma, nell’Oscurità.
Sophia viene improvvisamente circondata e risucchiata dall’Oscurità fuori dal Pleroma.
Sophia cercando la Luce Perfetta trova invece l’Oscurità e le Tenebre.
Al fine di salvaguardare i confini del Pleroma viene istituita la figura di Horos, detto anche Limite.
Sophia finalmente si rende conto di essere sprofondata nelle Tenebre.
L’Oscurità e le Tenebre tentano di assorbire l’Energia Pneumatica di Sophia.
Sophia Piange e si Dispera (Pistis Sophia).
La Grande Presunzione e la Grande Ignoranza di Sophia si materializzano in un Essere creato per Emanazione.
Sophia si rende conto di avere Creato un Essere Non Pleromico frutto della sua Presunzione ed Ignoranza.
Tale Essere non nasce nel Pleroma o dal Pleroma, ma dall’Oscurità e dalle Tenebre.
La Sostanza Energetica dell’Emanazione è più densa rispetto all’Energia Pleromica.
L’emanazione è Creata dalla Presunzione, dall’Ignoranza, dalle Tenebre e dall’Oscurità.
L’emanazione è, senza Sostanza e anche senza Forma.
Sophia si Pente di avere Creato un Mostro.
L’Emanazione è una Espansione di Sophia.
Si tratta di una Espansione connessa ancora alla Sostanza Pleromica di Sophia.
Sophia chiede disperatamente Aiuto e Perdono al Pleroma.
Il Pleroma, preso di Compassione per le Sorti di Sophia, invoca l’aiuto dell’Energia Cristica (Cristo).
Cristo, spinto da Profondo Amore e Compassione, parte alla Ricerca dell’Eone Sophia Smarrita.
Cristo trova e recupera Sophia, separando ed alienando da lei la sua Parte Negativa, cioè l’Aborto.
La Parte Negativa è Ignoranza, Presunzione e Stupidità.
La Parte Negativa prende però forma e vita nel figlio Yaldabaoth.
Yaldabaoth trattiene in Sè e per Sè anche una Parte Positiva della Madre, il Pneuma.
Yaldabaoth trattiene e strappa con forza il Pneuma dalla Madre Sophia.
Il Pneuma è la Forza e l’Energia con cui Sophia come Eone emana le Scintille.
Tale Forza adesso in piccola parte è transitata nel figlio Yaldabaoth.
Yaldabaoth viene rilasciato nell’Oscurità divenendone Dio Tiranno.
Per mezzo del Pneuma, Yaldabaoth causa un Grande Sconvolgimento Cosmico (detto Kenoma).
Horos ha il compito di preservare i confini del Pleroma a causa dello Sconvolgimento.
Horos, detto anche Limite, segna il confine tra Pleroma e Kenoma.
Sophia stessa resterà per tutto il tempo al confine protetta da Horos, in attesa di poter rientrare nel Pleroma.
Sophia comprende che per poter rientrare nel Pleroma dovrà rimediare al Danno causato.
Sophia ha il Compito e la Missione di recuperare il Pneuma Perduto.
Sophia non ha nessun Controllo e nessun Potere all’interno dello Spazio Fuori dal Pleroma, il Kenoma.
Yaldabaoth Ignora la presenza del Pleroma e anche della Madre Sophia sopra di Lui.
Yaldabaoth Ignora anche l’Importanza del Pneuma dentro di Lui.
Yaldabaoth si autoproclama Demiurgo o Plasmatore dell’Universo Oscuro (Kenoma).
Sophia non riesce pertanto in questa fase a recuperare il Pneuma Perduto.
Sophia disperata si rivolge al Pleroma e piange e si Pente (Pistis Sophia).
Sophia chiede perdono al Pleroma, a Cristo ed al Padre Ineffabile.
Yaldabaoth possiede in Sè il Pneuma, che contiene le Idee Strutturali del Pleroma.
Yaldabaoth spinto dagli Impulsi del Pneuma decide di creare la Sua Matrice, detta Cosmica.
Yaldabaoth Plasma l’Oscurità e le Tenebre (Universo) e Crea la Matrice Cosmica, cioè le basi dell’Universo.
L’Universo è fatto di Galassie, Stelle, Pianeti ed altri Elementi Cosmici (celesti).
Yaldabaoth per emanazione crea Dodici Arconti e li immette nella Matrice Cosmica a somiglianza degli Eoni del Pleroma.
Ad Immagine del Pleroma, Yaldabaoth Progetta e Plasma la Sua Matrice Cosmica.
I Dodici Arconti si suddividono in Cinque Arconti Inferiori e Sette Arconti Superiori.
Cinque Arconti Inferiori per gestire la Parte Ilica Densa della Matrice Cosmica.
Sette Arconti Superiori per gestire la Parte Psichica Energetica della Matrice Cosmica.
Tutti gli Arconti sono a Servizio del Demiurgo nella Gestione della Matrice Cosmica.
Gli Arconti sono Emanazioni del Demiurgo, sono le sue Mani e la sua Mente.
A Differenza del Pleroma che si nutre di Energia scaturita dall’Amore e dalla Gioia dei suoi Abitanti.
La Matrice Cosmica si nutre di Energia scaturita dalla Sofferenza e dall’Ignoranza.
La Matrice Cosmica si alimenta di Energia Ilica ed Energia Psichica.
Il Demiurgo avverte la necessità di creare la Fonte di Energia per la Matrice Cosmica.
Le Fonti Energetiche sono individuati dagli Arconti in Proiezioni Cosmiche Viventi.
Tali Proiezioni Cosmiche avranno il compito di Produrre l’Energia Ilica e Psichica necessaria ad Alimentare la Matrice Cosmica.
Agli Arconti serviva però lo Stampo per creare le Proiezioni Cosmiche.
Le Proiezioni Cosmiche dovevano però possedere una particolare Sorgente Energetica, da cui poter estrarre L’Energia Cosmica.
Il Pretesto dello Stampo proviene dall’Inganno di Cristo e dai suoi Luminari.
Barbelo presa da Compassione per il Pentimento di Sophia decide di Intervenire in suo Aiuto.
Barbelo e Cristo studiano una strategia su come ingannare il Demiurgo e recuperare il Pneuma.
A Tale Inganno nella Prima Fase partecipano Cristo, i Suoi Quattro Luminari ed Adamo.
Adamo del Primo Luminare si sporge e si riflette nei Mari Cosmici.

Gli Arconti scrutando l’immagine perfetta di Adamo, si convincono di avere trovato lo Stampo Perfetto per le loro proiezioni.
Gli Arconti, sullo stampo dell’Archetipo Adamo, creano pertanto la Prima Proiezione, l’Uomo.
La Proiezione però era Immobile e soprattutto non Produce alcuna Energia Cosmica.
Cristo approfitta della situazione per attuare la strategia finalizzata a rimuovere l’Energia Pneumatica dal Demiurgo.
I Luminari appaiano pertanto al Demiurgo in somiglianza dei Suoi Arconti.
I Luminari indicano al Demiurgo una Soluzione per far sì che le sue Proiezioni potessero diventare produttive.
Insufflando la sua Energia Pneumatica rubata alla Madre Sophia all’interno di appositi Contenitori Ilici, questi avrebbero inviato alle Proiezioni l’Energia Cosmica.
Il Demiurgo fidandosi delle Visioni, procede con la Creazione del Piano Inferiore della Matrice Cosmica Esterna.
Insufflando il Pneuma dentro appositi contenitori, Yaldabaoth però si accorge di avere perduto tutta l’Energia Pneumatica e si accorge dell’Inganno.
Adirato per l’Inganno subìto, oltre che Ignorante, Stupido, diventa anche Adirato e Cattivo.
Yaldabaoth comprende adesso che al di sopra di lui ci sono Altre Forze Superiori a Lui.
Yaldabaoth per non fare insospettire gli Altri Esseri Cosmici della sua Debolezza manifesta la sua Grande Ignoranza ed Arroganza.
Yaldabaoth con Grande Presunzione dichiara di essere L’Unico Vero Dio dell’Universo.
Tutti gli Esseri Cosmici lo devono Temere, Servire, Onorare ed Amare!!!!!
Ma questa Misera Affermazione, una Blasfemìa, in realtà sarà anche la sua Ultima Presuntuosa e Arrogante Affermazione!!!!!
Zoe, Spirito di Vita, figlia di Sophia, punisce il Demiurgo e gli dimostra la sua Grande Stupidità!!!!!
Zoe emana Fiamme Ardenti che avvolgono Yaldabaoth, trascinandolo nelle profondità delle Tenebre da lui stesso create.
Yaldabaoth viene cacciato dal confine con il Pleroma e trascinato all’interno del Tartaro.
Il Tartaro è localizzato all’interno del nocciolo della Matrice Cosmica.
Nel frattempo gli Arconti attivano le Scintille intrappolate all’interno del Piano Inferiore della Matrice Cosmica Esterna.
Le Scintille emanano la loro Energia Pneumatica Vibrazionale connettendosi con le Proiezioni all’interno della Matrice Cosmica Interna.
Le Proiezioni sono manifestazione esatta della Vera Natura della Scintilla.
Le Proiezioni comprendono la loro Vera Natura Illusoria.
Le Proiezioni comprendono di essere in prigione in un luogo straniero e cercano pertanto di fuggire.
Gli Arconti percepiscono di avere perduto il controllo della Matrice Cosmica Interna.
Le Proiezioni sono connesse alle loro Scintille e questa condizione li rende Potenti e Non Controllabili.
Le Proiezioni non solo non producono Energia Cosmica ma Energia Pneumatica, dannosa per tutta la Matrice Cosmica.
Cristo e Sophia, dopo avere ingannato Yaldabaoth, liberando l’Energia Pneumatica, attendono adesso, il ritorno di tutte le Scintille Pneumatiche.
Le Scintille intrappolate all’interno della Matrice Cosmica Interna improvvisamente si disconnettono dalla loro Proiezione.
Le Scintille si svegliano all’interno del Piano Inferiore della Matrice Cosmica Esterna.
Gli Arconti comprendono pertanto di dovere immediatamente intervenire interrompendo la connessione energetica tra Scintilla e la Proiezione.
La strategia da parte del Pleroma sembra portare alla distruzione della Matrice Cosmica ed alla fuga da parte delle Scintille Pneumatiche.
Gli Arconti, in realtà, completano la costruzione della Matrice Cosmica Esterna.
Gli Arconti consolidano il Piano Inferiore con l’innesto dell’Etere e delle Quattro Frequenze di Terra, Acqua, Aria e Fuoco, avente funzioni di limitare ed interferire con le frequenze vibrazionali provenienti dalla scintilla, imprigionando così la Scintilla all’interno di una Proiezione Ilica.
Gli Arconti costruiscono il Piano Superiore con Sette Camere, all’Interno dei quali gli Arconti inviano sulle Proiezioni le Limitazioni Psichiche.
Il Settimo Arconte, Sabaoth, il più potente, ha il compito di custodire il Mistero della Settima Camera, ovvero l’accesso allo Spazio Pneumatico di ogni Scintilla.
In Realtà Sabaoth, primogenito di Yaldabaoth, ben presto comprende la vera Natura del Padre Yaldabaoth e soprattutto la Grande Potenza Proveniente dalla Matrice Spirituale.
Sabaoth, settimo Arconte, decide di schierarsi dalla parte di Zoe e di Sophia.
Sabaoth viene posto al confine con lo Spazio Pneumatico all’interno della Settima Camera del Piano Superiore.
Yaldabaoth assiste al Tradimento del Figlio e alla sua Prima Sconfitta in Battaglia contro le Forze Pleromiche.
Yaldabaoth, preso di invidia per la Gloria del figlio Sabaoth, crea il concetto di Morte all’interno della Matrice Cosmica Interna.
Yaldabaoth crea altre sei Camere all’interno della Matrice Cosmica Esterna sotto il suo Controllo.
All’interno di ogni Camera pone un Arconte a Guardia ed a Difesa.
Gli Arconti insieme producono per emanazione il Grande Spirito di Opposizione.
Si tratta di uno Spirito molto Cattivo e Potente (Satana) a Difesa della Matrice Cosmica.
Satana è il Governatore della Matrice Cosmica, gestita e amministrata al suo interno dalle Camere Arcontiche, sotto la supervisione del Demiurgo Yaldabaoth.
Satana a sua volta crea e forma il suo Esercito di Demoni.
Tutte le Scintille pertanto si trovano adesso disconnesse e sotto il Potere di Satana e degli Arconti.
Le Scintille vengono schiavizzati e costretti a Produrre Energia per Alimentare la Matrice Cosmica per mezzo della Sofferenza, dell’Ignoranza e del Desiderio Ilico e Psichico.
Satana a sua volta è Guidato e Sostenuto dagli Arconti e dal Demiurgo.
Il Demiurgo dichiara Guerra al Pleroma prendendo in ostaggio le Scintille Intrappolate.
Nel Pleroma a questo punto si decide di intervenire concretamente nella Matrice Cosmica per liberare le Scintille Pneumatiche.
Il Pleroma pertanto si prepara alle Prime Invasioni nella Matrice Cosmica.
Serve intanto creare uno Spirito Potente per contrastare Satana, lo Spirito di Opposizione.
Per mezzo di Barbelo, e di Cristo, Sophia manifesta la sua Parte Positiva.
La Parte Positiva è data dal Pentimento, dalla Conoscenza, dalla Forza, dalla Gioia e dall’Illuminazione.
La sua Parte Positiva prende forma e Vita nella Figlia Zoe (Spirito di Vita).
Zoe riceve la Forza direttamente da Barbelo, la Grande Madre.
Lo Spirito di Vita si contrappone allo Spirito di Opposizione degli Arconti.
Zoe è un Essere Spirituale Molto Potente, di gran lunga superiore a tutti gli Esseri presenti nella Matrice Cosmica (Yaldabaoth, Arconti, Satana).
Il Primo a cadere nella Battaglia divina sarà proprio il Demiurgo Yaldabaoth, che viene attaccato e circondato dalle Fiamme di Zoe e cacciato nelle profondità delle Tenebre, il Tartaro.
Il Settimo Arconte, Sabaoth, si unisce a Zoe e Sophia.
Il Settimo Arconte Sabaoth comprende la Cattiveria del Padre Yaldabaoth.
Il Settimo Arconte Sabaoth riconosce in Sophia e Zoe il vero Amore e la vera Giustizia.
Il Settimo Arconte Sabaoth pertanto si ribella al Padre Yaldabaoth e agli altri Arconti.
Il Settimo Arconte Sabaoth adesso permette l’accesso allo Spazio Pneumatico.
Il Demiurgo e Satana hanno invece creato un impedimento all’accesso alla Settima Camera.
Il Sesto Arconte adesso detiene anche il Potere Mesoterico sulla Scintilla, quello di Bloccare la sua Spiritualità e quindi il Suo Risveglio.
Zoe si stabilizza nella Settima Camera al Piano Superiore insieme con Sabaoth.
Zoe diventa Tutore e Maestra di Sabaoth.
Zoe e Sabaoth assistono gli Gnostici Pneumatici a difendersi dall’Azione dello Spirito di Opposizione.
Zoe produce Sette Forze Spirituali, ognuna destinata a ciascuna componente Psichica.
Il compito di queste Forze sarà quella di controbilanciare e neutralizzare lo Spirito di Opposizione all’interno di ogni componente Psichica.
Il Pleroma invade quindi la Matrice Cosmica al Confine, entrando attraverso lo Spazio Pneumatico nella Settima Camera presieduta da Sabaoth e Zoe.
Yaldabaoth, Undici Arconti e Satana, Spirito di Opposizione percepiscono adesso una Grande Forza Nemica nettamente Superiore alla Loro presente all’interno della Settima Camera.
La Matrice Cosmica Esterna deve pertanto rafforzarsi.
Per rafforzarsi serve Energia Cosmica estratta da tutte le Scintille Intrappolate.
Aumenta pertanto la Sofferenza, l’Ignoranza ed il Desiderio all’interno della Matrice Cosmica Interna.
La maggior parte delle Proiezioni pèrdono il contatto con la loro Scintilla Interiore divenendo Ilici.
Gli Arconti Superiori al Piano Superiore e gli Arconti Inferiori al Piano Inferiore hanno ripreso completamente il controllo della Matrice Cosmica Interna.
Gli Arconti Inferiori proiettano all’interno della Matrice Cosmica Interna le Sentinelle, o Guardiani delle Proiezioni e degli Algoritmi Cosmici.
Il Pleroma, dopo avere conquistato la Settima Camera del Piano Superiore della Matrice Cosmica Esterna si prepara alla seconda Invasione nella Matrice Cosmica.
Questi pertanto sono i Misteri della Matrice Pleromica.

L’Ignoranza e la presunzione di Sophia ha causato un Profondo Sconvolgimento sia Dentro che Fuori dal Pleroma.
Il Pleroma perde la Sua Armonia Iniziale, che dovrà pertanto essere nuovamente ritrovata.
In realtà l’Armonia del Pleroma fin dall’inizio non era abbastanza Matura.
Lo Spirito Invisibile aveva previsto lo squilibrio iniziale e le sue conseguenze.
Lo Squilibrio iniziale nasce dal Desiderio di Conoscere la Natura del Padre Invisibile.
Si rende necessario riportare nuovamente Stabilità all’interno del Pleroma.
Una Stabilità ed una Armonia più Matura e Concreta rispetto alla precedente.
Sophia dovrà intraprendere e affrontare una Duplice Missione.
La Prima Missione sarà quella di Recuperare il Pneuma Perduto e Riportalo al Pleroma.
La Seconda Missione sarà Distruggere la Matrice Cosmica.
La Risoluzione delle Due Missioni riporterà pertanto Nuovamente l’Armonia nel Pleroma.
La Gnosi, la Conoscenza della Natura del Vero Dio Ineffabile, sarà la Risoluzione Finale.

 

MISTERI DELLA MATRICE COSMICA

Yaldabaoth, Demiurgo, Architetto, è conosciuto anche con gli appellativi di Samael, e Saklas.
Il Demiurgo viene separato e rilasciato da Sophia nell’Oscurità lontana dal Pleroma.
A seguito della sua AutoProclamazione ad Unico Dio dell’Universo viene punito da Zoe.
Zoe lo avvolge con le sue Fiamme e lo trascina nelle Profondità delle Tenebre, il Tartaro, dove resterà rinchiuso insieme a Satana.
Il Demiurgo contiene il Pneuma, la Sostanza Pneumatica strappata a Sophia, prima della sua separazione da lei.
Il Pneuma contiene tutto lo Schema Strutturale della Matrice Pleromica.
Il Demiurgo è Architetto e Plasmatore della Matrice Cosmica.
La Matrice Cosmica è Manifestazione del Demiurgo.
La Matrice Pleromica si alimenta di Energia Pneumatica delle Scintille, prodotta grazie all’Amore e la Gioia.
La Matrice Cosmica si alimenta di Energia Cosmica delle Proiezioni, prodotta con la Sofferenza e l’Ignoranza.
Il Demiurgo crea per emanazione Dodici Arconti.
Sette Arconti saranno Responsabili delle Sette Camere del Piano Superiore della Matrice Cosmica Esterna.
Cinque Arconti saranno Responsabili del Piano Inferiore della Matrice Cosmica Esterna.
Il Demiurgo per mezzo delle sue Emanazioni crea e stabilizza la Matrice Cosmica.
Successivamente gli Arconti costruiscono i contenitori o proiettori al Piano Inferiore, per mezzo delle quali, vengono create le proiezioni all’interno della Matrice Cosmica Interna.
In Realtà le Proiezioni Iliche non producevano alcuna Energia Cosmica all’interno della Matrice Cosmica.
L’Energia che alimenta i proiettori del Piano Inferiore è troppo debole.
Il Pleroma approfitta di questa situazione per attuare uno strategemma che permette la liberazione dell’Energia Pneumatica intrappolata dentro il Demiurgo.
Grazie ad un raggiro di Barbelo, e di Cristo; i luminari di Cristo appaiono al Demiurgo sotto forma di Arconti, indicandogli il modo per potenziare le Proiezioni Cosmiche.
“O, Yaldabaoth, tu Sei Grande e Potente, Immetti la tua Forza Interiore all’interno del Piano Inferiore della Tua Matrice Cosmica e alimenta con la Tua Forza i Proiettori ed essi produrranno Energia Cosmica”.
Il Demiurgo immette quindi il suo Pneuma (cioè la sua Forza Interiore) all’interno del Piano Inferiore della Matrice Cosmica Esterna.
Il Demiurgo si priva così dell’Energia Pneumatica strappata alla Madre Sophia.
Dal Pneuma o Sostanza Pneumatica si formano le Scintille che vengono connesse ai contenitori del Piano Inferiore.
Le Prime Proiezioni grazie all’innesto della Scintilla, evolvono ad un livello superiore di Coscienza e si Svegliano.
Le Prime Proiezioni comprendono la loro Miseria e soprattutto il loro Stato di Prigionia.
Le Prime Proiezioni Svegliano la loro Scintilla e cercano di fuggire e di liberarsi dalla Matrice Cosmica.
Il Pleroma attendeva il ritorno delle Sue Scintille.
In Realtà, il Demiurgo, gli Arconti e Satana, consolidano la Matrice Cosmica Esterna costruendo il Piano Inferiore ed il Piano Superiore.
La loro finalità è imprigionare definitivamente le Scintille all’interno delle loro Proiezioni nella Matrice Cosmica Interna.
Gli Arconti Inferiori hanno connesso ad ogni contenitore uno strato di Etere e quattro trasduttori di Frequenza di Terra, di Acqua, di Area e di Fuoco.
I cinque Arconti Inferiori limitano così la Vibrazione Energetica delle Scintille, limitando sia l’Energia e sia le Frequenze Vibrazionali.
Il Risultato dell’attività dei Cinque Arconti Inferiori è la creazione di una Proiezione Ilica Consolidata.
Il Demiurgo crea il Piano Superiore con Sette Camere Psichiche all’interno dei quali agisce un Arconte Superiore o Psichico.
Gli Arconti Superiori o Psichici hanno il compito di inviare ai contenitori gli Ordini Psichici per consolidare anche l’aspetto Psichico della Proiezione.
Le Scintille adesso sono completamente assopite dalle loro Proiezioni perdendo la connessione energetica con la propria Scintilla.
Yaldabaoth appare nella Matrice Cosmica Interna per mezzo di una Proiezione di Voce.
Yaldabaoth pretende Obbedienza da tutte le Proiezioni.
Sulla Terra si fa chiamare con vari appellativi, o semplicemente Dio Padre, sostituendosi in questo modo con arroganza e presunzione al Vero Padre Spirito Vergine Invisibile.
Dichiarando di Essere anche l’Unico Dio, a suo modo, tenta di negare miserabilmente anche la Presenza del Vero Spirito Vergine Invisibile, dello Spirito Santo e del Vero Spirito Cristico.
Tenta anche di distruggere le Prove della Presenza del Pleroma e della Verità sulla Natura delle Scintille.
Ma come Cristo, ha detto, chi offende lo Spirito Santo e i Misteri della Matrice Spirituale, sarà punito severamente. E così infatti accadde che per opera di Zoe, il Miserabile Demiurgo, è stato trascinato nel Tartaro.
All’Interno della Matrice Cosmica Interna l’archetipo Adamo, diventerà lo Stampo ed il Modello per la creazione della Prima Proiezione Cosmica.
La Prima Proiezione è pertanto Adamo.
Ma nonostante la Fortificazione ed il Consolidamento della Matrice Cosmica Esterna, il Pleroma agisce concretamente per recuperare le Scintille imprigionate.
Il Pleroma invia Zoe, Spirito di Vita, all’Interno della Matrice Cosmica.
Zoe, grazie al tradimento di Sabaoth, Settimo Arconte Superiore, riesce a superare il Piano Superiore ed il Piano Inferiore ed entra all’interno della Matrice Cosmica Interna.
Zoe appare sottoforma di una Farfalla di Luce Splendente ed entra dentro la Proiezione di Adamo.
All’interno di Adamo splende adesso la Luce Pneumatica che conferiva ad Adamo nuovamente Consapevolezza, Grandezza e Potenza.
Gli Arconti sono furiosi, invidiosi e gelosi della Grandezza di Adamo.
Gli Arconti tentano di strappare da Adamo la Luce o Forza Nascosta presente dentro di lui.
Inviano all’interno della Matrice Cosmica Interna le loro proiezioni sotto forma di Sentinelle.
Quella Luce rappresenta una Minaccia per l’Interna Matrice Cosmica Interna.
Mentre Adamo dormiva, le Sentinelle tentano di rimuovere da Adamo l’imperfezione, cioè quella Luce, Zoe.
Strappano pertanto la parte della Proiezione contenente la Luce.
Ma la Luce fuoriesce dalla Proiezione e appare nuovamente come Farfalla Luminosa.
Con la parte di Proiezione rimossa le Sentinelle creano un altra Proiezione, Eva.
La Proiezione di Adamo perde la connessione con la propria Scintilla diventando nuovamente Psichica.
La Proiezione di Eva, al Piano Inferiore della Matrice Cosmica Esterna, viene connessa, dagli Arconti, ad un altra Scintilla.
Zoe, però decide di entrare all’interno della Proiezione di Eva, formando così Eva-Zoe.
Eva, grazie a Zoe, si riconnette alla propria Scintilla, e riprende Conoscenza, Consapevolezza e Potenza.
Gli Arconti adesso percepiscono in Lei la Potente Forza Pneumatica.
Gli Arconti, nuovamente furiosi, non riescono però ad intrappolare la Forza Luminosa.
Zoe è troppo Potente.
Gli Arconti falliscono nella loro impresa di trovare ed intrappolare Zoe.
Gli Arconti, attraverso le Sentinelle, decidono di violentare sessualmente la Proiezione di Eva.
La violenza sessuale sulla donna è tipica degli Arconti e del Demiurgo.
Ma Essi, in realtà, stuprano e violentano soltanto la Proiezione di Eva e non la parte Pneumatica, la Scintilla.
La Scintilla di Eva riesce in tempo a staccarsi dalla sua Proiezione, sfuggendo così alla violenza lasciando ai violentatori soltanto il corpo vuoto.
Gli Arconti sono accecati dalla Luce del Pneuma, ma per loro rimane Irraggiungibile ed Invisibile.
Dallo Stupro degli Arconti su Eva Ilica, nascono i figli Caino (ilico) ed Abele (psichico).
Caino in seguito ucciderà Abele seguendo i suoi Impulsi Psichici.
Il Demiurgo concede alle Proiezioni di Potersi Nutrire di tutti gli Alberi della Matrice Cosmica Interna.
Ma non possono assolutamente avvicinarsi all’Albero della Gnosi, nascosto all’interno del Giardino Pneumatico.
L’Albero della Gnosi è l’Albero dei Cinque Rami, o Cinque Tesori. Quattro Pneumatici e Uno Spirituale.
Il Demiurgo è consapevole che nella sua Matrice Cosmica si Nasconde la Minaccia della Gnosi, ovvero la Conoscenza che libererebbe tutte le Scintille.
E’ importante per il Demiurgo che Tale Conoscenza Pericolosa e Minacciosa, per la sopravvivenza della Matrice Cosmica, venisse estirpata per Sempre.
Gli Altri Alberi di conoscenza rappresentano invece tutte le Conoscenze Iliche e Psichiche della Matrice Cosmica Interna.
Le Proiezioni possono accedere a tutte le Conoscenze Iliche e Psichiche, ma a loro assolutamente proibito accedere al Giardino Pneumatico all’interno del quale si trova l’Albero della Gnosi.
La Gnosi rappresenta per il Demiurgo la più grande Minaccia.
Adamo, essendo sconnesso dalla sua Scintilla, non comprende il Mistero dell’Albero della Gnosi.
Eva, connessa alla sua Scintilla grazie a Zoe e risvegliata, comprende benissimo il Mistero dello Spazio Pneumatico e della Dimora Spirituale.
Eva, grazie all’aiuto di Zoe, si sveglia nel Piano Inferiore e sale al Piano Superiore.
Eva, attraverso la Settima Camera raggiunge lo Spazio Pneumatico e si avvicina all’Albero della Conoscenza o Primo Tesoro Pneumatico.
Alla Scintilla appare un Serpente, che le parla del Mistero della Gnosi.
Il Serpente in realtà è una Proiezione di Sophia che insieme ad Eleleth, custodiscono il Primo Tesoro Pneumatico.
Sophia, per mezzo del Serpente, mostra alla Scintilla, i Misteri del Primo Tesoro Pneumatico, la Conoscenza.
Il Serpente invita la Scintilla, a cogliere il Frutto della Conoscenza e nutrirsene al più presto.
Le Sentinelle si accorgono immeditamente che la Proiezione di Eva è sospesa.
La Scintilla si trova infatti all’Interno del Suo Giardino Pneumatico davanti all’Albero della Conoscenza.
Gli Arconti al Piano Inferiore cercano la Scintilla, ma non la trovano.
Gli Arconti al Piano Superiore cercano la Scintilla, ma non la trovano.
Si attivano il Demiurgo e Satana dal Tartaro, loro hanno il Potere di invadere i confini dello Spazio Pneumatico delle Scintille.
Il Serpente avverte la presenza del Demiurgo e di Satana.
Il Serpente dice alla Scintilla:”Scintilla, prendi questo Frutto, torna all’Interno della Matrice Cosmica Interna, e unisciti ad Adamo, poichè dalla vostra Unione, nascerà la stirpe degli Pneumatici.”
Il Serpente improvvisamente viene schiacciato dal Demiurgo molto adirato.
La Scintilla, riesce però, in tempo, a nutrirsi del Frutto dell’Albero della Gnosi.
La Scintilla viene cacciata dal suo Giardino Pneumatico, chiamato Eden, e rientra nella sua Proiezione Eva all’interno della Matrice Cosmica Interna.
Eva, all’interno della Matrice Cosmica Interna, si accoppia due volte con Adamo.
Dalla loro unione nascono  Seth e Norea, la discendenza Pneumatica del Secondo e Terzo Luminare Pleromico.
La loro discendenza (Stirpe di Seth e Stirpe di Norea) è rappresentata dagli Pneumatici.
Yaldabaoth percepisce che la sua Matrice Cosmica è infetta dagli Pneumatici.
Yaldabaoth tenta in tutti i modi di sterminare definitivamente la minaccia Pneumatica all’interno della Matrice Cosmica.
Yaldabaoth tenta di uccidere le due stirpi con il Diluvio Universale (il primo tentativo).
Yaldabaoth avverte Noè del suo progetto distruttivo nei confronti degli Pneumatici.
Yaldabaoth ordina a Noè di costruire l’Arca perchè promette di salvarlo insieme alla sua discendenza.
Noè costruisce pertanto l’Arca.
Norea, sale sull’Arca per convincere Noè a non credere al Falso Dio Tiranno.
Ma Noè, della stirpe di Caino, non crede a Norea e la caccia dall’Arca.
Norea manifesta pertanto la sua Grande Potenza.
Norea Soffia Fiamme sull’Arca incendiandola.
Gli Arconti rimangono stupefatti della Grande Potenza di Norea.
Noè ricostruisce l’Arca.
Gli Arconti percepiscono dentro Norea una Grande Forza, Superiore a quella presente dentro Eva.
Gli Arconti si avvicinano a Norea per violentarla.
Ma Norea chiede aiuto allo Spirito Vergine Invisibile.
In Soccorso di lei arriva un Luminare del Pleroma, Eleleth, custode del Tesoro della Conoscenza.
Norea viene Formata per mezzo della Gnosi.
Norea comprende di non essere di Natura Psichica ed Ilica.
Norea possiede il Potere di Zoe.
Gli Arconti improvvisamente percepiscono la Grande Minaccia e fuggono.
Gli Arconti non hanno nessun Potere su Norea.
Nonostante il Demiurgo concretizza il Diluvio, i Luminari proteggono le stirpi di Seth e di Norea.
Il Demiurgo tenta nuovamente di sterminare gli Pneumatici distruggendo Sodoma e Gomorra.
Ma i Luminari del Pleroma proteggono le Stirpi Pneumatiche.
Ha inizio la Guerra Tra la Matrice Pleromica e la Matrice Cosmica.
Alle Prime Invasioni Pleromiche il Demiurgo risponde con l’emanazione di Satana da parte degli Arconti.
Satana è lo Spirito di Opposizione che controlla le attività delle Componenti Psichice ed Iliche delle Scintille.
Satana viene prodotto dalla Emanazione combinata di tutti gli Arconti.
La Sofferenza delle Scintille serve ad Alimentare la Matrice Cosmica in Guerra contro la Matrice Pleromica.
Le Scintille diventano così Ostaggi e Schiavi della Matrice Cosmica.
All’Interno della Matrice Cosmica Interna nulla è Veramente Reale e nulla è Veramente Buono.
Le Scintille intrappolate all’interno delle Proiezione perdono anche l’Unità Spirituale della Sostanza Pneumatica.
Gli Arconti Istituiscono il Governo del Heimarmene.
All’interno della Matrice Cosmica Interna Tutto diventa Relativo.
Viene creata la Dimensione Temporale, la Dimensione Spaziale.
Viene creata la Ciclicità delle Azioni non Evolutive delle Proiezioni.
Viene creata la Falsa Luce e l’Oscurità.
Viene creato il Concetto di Ciclo Cosmico della Scintilla.
Ogni volta che una Proiezione si esaurisce all’interno della Matrice Cosmica Interna con il concetto di Morte, viene sostituita con una nuova Proiezione.
La Scintilla vibra con la sua Energia Pneumatica Nativa ma la sua Potenza viene Limitata e Rimodulata dagli Arconti e la sua Ribellione ostacolata da Satana.
Lo Spirito di Opposizione si oppone all’attività di Zoe, Spirito di Vita.
Lo Spirito di Opposizione fortifica l’azione degli Arconti.
Gli Arconti Inferiori e gli Arconti Superiori gestiscono la Matrice Cosmica Interna ed Esterna.
La Matrice Cosmica Interna è formata da una Sostanza di Materia e di AntiMateria costituita dall’Etere.
Sull’Etere agiscono le Frequenze Energetiche di Terra, Acqua, Aria e Fuoco.
Gli Arconti Inferiori creano pertanto la Parte Ilica della Matrice Cosmica.
Gli Arconti Inferiori creano tutto ciò che è apparentemente Tangibile, Materiale, Energeticamente Denso o Solido.
Gli Arconti Superiori Psichici gestiscono tutto ciò che è Energetico Sottile, Animico, Psichico.
Tutti gli Arconti creano una fitta Rete Energetica di Algoritmi Vettoriali controllati dalle Sentinelle.
La Proiezione della Scintilla all’interno della Matrice Cosmica Interna riceve Dodici Frequenze provenienti dal Piano Inferiore e dal Piano Superiore della Matrice Cosmica Esterna.
Cinque Frequenze Iliche provenienti dagli Arconti Inferiori.
Sette Frequenze Psichiche provenienti dagli Arconti Superiori.
Il Primo Arconte Inferiore proietta l’Apparato Tegumentario, con la Pelle e la Sensibilità.
Il Secondo Arconte Inferiore proietta l’Apparato Scheletrico, con tutte le Ossa e la Stabilità.
Il Terzo Arconte Inferiore proietta l’Apparato Muscolare, con tutti i Muscoli ed il Movimento.
Il Quarto Arconte Inferiore proietta il Sistema Cardio Vascolare con Vene, Arterie, Cuore e l’Apparato Respiratorio con i Polmoni.
Il Quinto Arconte Inferiore proietta tutti gli altri Organi e Tessuti Interni della Proiezione.
Il Primo Arconte Superiore proietta il Sistema Nervoso Autonomo e la parte del Sistema Nervoso che controlla il Legame Ilico con la Matrice Cosmica Interna ed il Contatto con la Proiezione stessa.
Il Secondo Arconte Superiore proietta la Parte del Sistema Nervoso che controlla l’Energia Sessuale ed il controllo dell’Apparato Sessuale della Proiezione.
Il Terzo Arconte Superiore proietta la Parte del Sistema Nervoso che controlla l’Energia di Assimilazione ed il controllo dell’Apparato Digerente della Proiezione.
Il Quarto Arconte Superiore proietta la Parte del Sistema Nervoso che controlla le Passioni, la Memoria, i Ricordi ed i Legami Affettivi attraverso la Corteccia Cerebrale ed il Sistema Limbico.
Il Quinto Arconte Superiore proietta la Parte del Sistema Nervoso che controlla le Emozioni attraverso il Sistema Limbico e l’Amigdala.
Il Sesto Arconte Superiore proietta la Parte del Sistema Nervoso che controlla l’Ego Principale della Proiezione attraverso la Neocorteccia Cerebrale e controlla il Legame Psichico con la Matrice Cosmica Interna.
Il Settimo Arconte Superiore proietta la Parte del Sistema Nervoso che controlla la Sfera Spirituale ed il Contatto con la Scintilla attraverso l’accesso allo Spazio Pneumatico.
Il Settimo Arconte, prima del suo tradimento, aveva il compito di inibire l’accesso della Scintilla allo Spazio Pneumatico e quindi ne impediva il Risveglio.
Dopo il Tradimento, il Settimo Arconte insieme a Zoe, permettono alla Scintilla l’accesso allo Spazio Pneumatico e quindi al Risveglio.
Il Demiurgo, per impedire che la Scintilla potesse sfuggire al controllo, le ha impedito l’accesso alla Settima Camera, dando maggiore Forza al Sesto Arconte.
Satana si oppone all’accesso della Settima Camera, per questo è chiamato Spirito di Opposizione.
Il Sesto Arconte oltre che controllare l’attività Exoterica come tutti gli altri Arconti, controlla anche la Dimensione Mesoterica.
La Dimensione Mesoterica è una Componente Spirituale Fittizia.
La Scintilla attraverso la sua Proiezione, spinta dal timore del Peccato e dalla Falsa Speranza di guadagnarsi una Vita dopo la Morte in Paradiso, viene costretta a legarsi spiritualmente ad una Falsa Fede.
In realtà l’Idea della costruzione di una Dimensione Mesoterica, è nata dal fatto, che gli Arconti sono consapevoli che le Scintille possiedono un Istinto Innato che li porta a ricercare naturalmente lo Spazio Pneumatico e la Dimora Spirituale.
Pertanto per ingannare tale Impulso Innato delle Scintille, è stata creata la Dimensione Mesoterica all’interno della Sesta Camera Arcontica.
Le Scintille sono convinte di credere alla Dimensione Spirituale, in realtà si tratta di uno Strato più Profondo dello Strato Exoterico.
Le Scintille sono convinte di trovare la Verità, la Pace e la Gioia e un Grande Senso di appagamento Spirituale.
In realtà sono imprigionati all’interno dell’ennesima Illusione.
Il Pleroma non abbandona le sue Scintille e tenta una nuova invasione all’interno della Matrice Cosmica.
Sophia, si trova all’interno dello Spazio Pneumatico e da li invade la Matrice Cosmica Esterna attraverso la Settima Camera.
Sophia, attraversa il Piano Superiore e raggiunge al Piano Inferiore e da li trasmette la sua Energia Pleromica sotto forma di Proiezione all’Interno della Matrice Cosmica Interna.
La Proiezione appare nella Matrice Cosmica Interna nella forma di una donna, Maria Maddalena.
Le Sentinelle percepiscono immediatamente la presenza pleromica all’interno della Matrice Cosmica Interna.
Le Sentinelle attivano tutte le Proiezioni Iliche e Psichiche della Matrice Cosmica Interna al fine di neutralizzare Maria Maddalena.
Maria Maddalena appare a tutte le proiezioni portando loro la Sacra Conoscenza.
Maria Maddalena viene però brutalmente umiliata e condannata alla Lapidazione all’interno della Matrice Cosmica Interna.
L’Energia Cristica della Matrice Spirituale, spinta da Profondo Amore e Compassione nei confronti del Dodicesimo Eone Pleromico, decide di intervenire.
L’Energia Cristica, Terzo Mistero della Matrice Spirituale, si manifesta nella Matrice Cosmica.
L’Energia Cristica invade la Matrice Cosmica Esterna con la sua Prima Proiezione, Cristo, attraverso la Settima Camera del Piano Superiore.
Tutta la Matrice Cosmica Esterna è sconvolta. Gli Arconti non riescono a fermare il passaggio dell’Energia Cristica.
Cristo, attraverso il Piano Inferiore della Matrice Cosmica Esterna invia la sua Seconda Proiezione, all’interno della Matrice Cosmica Interna, Gesù Cristo.
Gesù Cristo, appare pertanto a tutte le Proiezioni, all’interno della Matrice Cosmica Esterna, in Carne ed Ossa.
Gesù Cristo, e Sophia, attraverso la sua Proiezione di Maria Maddalena, immettono definitivamente all’interno della Matrice Cosmica Interna, il Seme, della Conoscenza.
La Conoscenza dello Spazio Pneumatico, delle sue Dodici Torri e della Dimora Spirituale.
I Misteri dei Quattro Tesori Pneumatici, delle Dodici Virtù ed il Mistero della Camera Nuziale.
Gesù dice:”Scintille, il Mio Regno non è di questo Mondo, il Mio Regno è Dentro e Fuori della Vostra Proiezione”.
“Andate oltre la Vostra Proiezione è conoscerete Voi Stessi.”
“Quando conoscerete Voi stessi, questo mondo non sarà più degno di voi.”
“Chi avrà Fede in me, avrà Vita Eterna”.
Le Sentinelle, attraverso gli Arconti ed il Demiurgo, riprendono il controllo degli Algoritmi corrotti della Matrice Cosmica.
La Proiezione di Gesù Cristo viene eliminata e sostituita con altre Proiezioni.
La Gnosi viene dichiarata Eretica e Combattuta in Eterno da tutte le Forze Cosmiche.
Questi pertanto sono i Misteri della Matrice Cosmica.

 

MISTERI DEGLI ARCONTI

Queste sono le Funzioni degli Arconti Inferiori.
Gli Arconti Inferiori formano la parte Ilica o Exoterica di tutta la Matrice Cosmica Interna.
Gli Arconti Inferiori formano la parte Ilica o Exoterica della Proiezione all’interno della Matrice Cosmica Interna.
Gli Arconti Inferiori formano pertanto la Proiezione detta Ilica.
Ogni Proiezione Ilica sottostà a Sette Princìpi Fondamentali.
Principio di Nascita.
Principio del Dolore.
Principio di Fame.
Principio di Freddo e di Caldo.
Principio dell’Invecchiamento.
Principio della Malattia.
Principio della Morte.
Nel loro insieme i princìpi compongono il Principio Assoluto del Ciclo Cosmico Continuo della Scintilla.
Quando una Proiezione nasce, cresce, si consuma, e muore, finisce un Ciclo Cosmico e riparte un nuovo Ciclo Cosmico.
Tra un Ciclo Cosmico giunto al termine e prima che inizi un Nuovo Ciclo Cosmico, la Scintilla, al Piano Inferiore della Matrice Cosmica, rimane per un breve intervallo di tempo, senza Proiezione.
In quel preciso intervallo di tempo, la Scintilla si stacca dalla sua Proiezione, e tenta di Risvegliarsi dal Sonno Cosmico.
Più la Scintilla è assopita dalla sua Proiezione Precedente e dalla Matrice Cosmica Interna, più lungo sarà il tempo necessario per svegliarsi e prendere coscienza di Sè.
Meno la Scintilla è assopita dalla sua Proiezione Precedente e dalla Matrice Cosmica Interna, più breve sarà il tempo necessario per svegliarsi e prendere coscienza di Sè.
La Scintilla Ilica è totalmente assopita dalla sua Proiezione Precedente e dalla Matrice Cosmica Interna, pertanto la Scintilla non avrà il tempo necessario per svegliarsi, che si ritrova riconnessa nuovamente ad una nuova Proiezione all’interno della Matrice Cosmica Interna.
La Scintilla Psichica è sostanzialmente assopita dalla sua Proiezione Precedente e dalla Matrice Cosmica Interna, ma prima di riconnettersi nuovamente ad una nuova Proiezione all’interno della Matrice Cosmica Interna, per un brevissimo istante, fa esperienza di consapevolezza di Sè.
La Scintilla Pneumatica, invece, non solo non è assopita dalla sua Proiezione Precedente e dalla Matrice Cosmica Interna, ma anzi, la Scintilla, conosce molto bene i Misteri del Piano Inferiore e del Piano Superiore della Matrice Cosmica Esterna.
La Scintilla Pneumatica conosce i Misteri della Settima Camera, dello Spazio Pneumatico e della Camera Nuziale.
La Scintilla Pneumatica, quando raggiunge la sua Maturazione Pneumatica con la Forma, cioè quando la Sostanza (Padre), unita al Pensiero (Madre), prende Forma (Figlio) nella Gnosi, la Scintilla poco prima che la Proiezione Precedente svanisce, si rifugia all’interno della Camera Nuziale, protetta dalle Dodici Torri.
Una Scintilla, che si rifugia all’interno della Sua Camera Nuziale, nell’istante in cui, la sua Proiezione all’interno della Matrice Cosmica svanisce, sarà una Scintilla che interromperà il suo Principio di Ciclo Cosmico.
Quando il Principio di Ciclo Cosmico viene interrotto, la Scintilla potrà liberarsi dalla Matrice Cosmica Interna ed Esterna e tornare al Pleroma.
La Scintilla conserva la memoria di tutte le storie vissute dalle sue varie proiezioni all’interno della Matrice Cosmica Interna.
Più una Scintilla è assopita dalla Matrice Cosmica interna e più avrà difficoltà a ricordare le storie delle Proiezioni Precedenti.

Gli Arconti Superiori formano la Parte Psichica di tutta la Matrice Cosmica.
Gli Arconti Superiori formano la Parte Psichica della Proiezione Ilica.

Il Primo Arconte Superiore è Responsabile del Contatto Fisico Tangibile tra la Scintilla e la sua Proiezione Ilica.
Il Primo Arconte Superiore stimola la Proiezione a credere Reale ed Importante la Matrice Cosmica Interna.
Il Primo Arconte Superiore stimola la Proiezione a desiderare e legarsi sempre più alla Matrice Cosmica Interna.
Il Desiderio della Matrice Cosmica Interna e la sua Mancanza produce Sofferenza.
Il Primo Arconte Agisce al Piano Superiore all’interno della Prima Camera della Matrice Cosmica Esterna.
Il Primo Arconte Coordina l’attività dei Cinque Arconti Inferiori.
Il Primo Arconte Coordina la Funzione Sensoriale della Proiezione Ilica.
Il Primo Arconte Controlla la Connessione con il Corpo Ilico della Proiezione Ilica.
Il Primo Arconte Controlla l’Accettazione dell’Aspetto Esteriore della Proiezione Ilica.
Il Primo Arconte Controlla l’Apparenza Ilica della Proiezione ed il suo Aspetto Esteriore.
Il Primo Arconte Controlla la Connessione tra Proiezione e la Matrice Cosmica Interna.
Il Primo Arconte Controlla la Capacità di Adattamento della Proiezione alla Matrice Cosmica Interna.
Il Primo Arconte Controlla l’Attaccamento della Proiezione alla Matrice Cosmica Interna.
Il Primo Arconte Controlla la Necessità da parte della Proiezione di Possedere Cose Materiali (denaro, ricchezze, oggetti materiali, ecc).
Il Primo Arconte Si coordina con gli Altri Arconti Superiori ed Inferiori.
Il Primo Arconte Riceve gli Ordini dal Sesto Arconte Superiore.

Il Secondo Arconte Controlla gli Impulsi Sessuali della Proiezione.
Il Secondo Arconte Stimola la Proiezione a credere Reale ed Importante la Sessualità e gli Istinti annessi.
Il Secondo Arconte Stimola la Proiezione a Desiderare e Legarsi sempre più alla Sessualità, al Piacere e agli Istinti Sessuali.
Il Desiderio della Sessualità e la sua mancanza produce Sofferenza.
Il Secondo Arconte Agisce al Piano Superiore all’interno della Seconda Camera della Matrice Cosmica Esterna.
Il Secondo Arconte Controlla il Desiderio Sessuale Incontrollato della Proiezione.
Il Secondo Arconte Controlla l’Attrazione Sessuale della Proiezione.
Il Secondo Arconte Controlla la Ricerca ed il legame al Piacere Sessuale da parte della Proiezione.
Il Secondo Arconte Controlla l’Appagamento Sessuale dei Sensi Esterni della Proiezione.
Il Secondo Arconte Controlla gli Impulsi Sessuali della Proiezione.
Il Secondo Arconte Si coordina con gli Altri Arconti Superiori e Inferiori.
Il Secondo Arconte Riceve gli Ordini dal Sesto Arconte Superiore.

Il Terzo Arconte Controlla gli Impulsi di Fame della Proiezione.
Il Terzo Arconte Stimola la Proiezione a credere Reale ed Importante il cibo e la necessità di alimentarsi.
Il Terzo Arconte Stimola la Proiezione a Desiderare e Legarsi sempre più all’Alimentazione.
Il Desiderio del Cibo e la sua mancanza produce Sofferenza.
Il Terzo Arconte agisce al Piano Superiore all’interno della Terza Camera della Matrice Cosmica Esterna.
Il Terzo Arconte Controlla il Senso di Fame e della Fame Incontrollata da parte della Proiezione.
Il Terzo Arconte Controlla la Dipendenza da Cibo.
Il Terzo Arconte Controlla la Dipendenza da Cibo proveniente dall’Uccisione di Altre Proiezioni, animate da una Scintilla (ad esempio gli Animali).
Più una Proiezione si nutre di un altra Proiezione, e più la Scintilla rimane assopita all’interno della Proiezione Stessa.
Il Terzo Arconte Si coordina con gli Altri Arconti Superiori ed Inferiori.
Il Terzo Arconte Riceve gli Ordini dal Sesto Arconte Superiore.

Il Quarto Arconte Controlla gli Impulsi Affettivi della Proiezione.
Il Quarto Arconte Stimola la Proiezione a credere Reale ed Importante i Sentimenti e gli Affetti con altre Proiezioni Iliche, all’interno della Matrice Cosmica Interna.
Il Quarto Arconte Stimola la Proiezione a desiderare e legarsi sempre più affettivamente alle altre Proiezioni Iliche all’interno della Matrice Cosmica Interna.
Il Desiderio degli Affetti verso altre Proiezione Iliche e la sua mancanza produce Sofferenza.
Il Quarto Arconte agisce al Piano Superiore all’interno della Quarta Camera della Matrice Cosmica Esterna.
Il Quarto Arconte Controlla i Legami Affettivi tra le Proiezioni Iliche.
Il Quarto Arconte Si coordina con gli Altri Arconti Superiori e Inferiori.
Il Quarto Arconte Riceve gli Ordini dal Sesto Arconte Superiore.

Il Quinto Arconte Controlla gli Impulsi Emotivi della Proiezione.
Il Quinto Arconte Stimola la Proiezione a credere Reale ed Importante ogni Impulso Emotivo.
Il Quinto Arconte Stimola la Proiezione a desiderare e legarsi sempre più agli Impulsi Emotivi.
Il Desiderio di Emozioni e la sua mancanza produce Sofferenza.
Il Quinto Arconte agisce al Piano Superiore all’interno della Quinta Camera della Matrice Cosmica Esterna.
Il Quinto Arconte Controlla la Creazione di Emozioni da parte della Proiezione.
Il Quinto Arconte Controlla la Ricerca Incessante di Emozioni Sempre Più Forti.
Il Quinto Arconte Controlla l’Ira, la Rabbia, la Violenza.
Il Quinto Arconte Controlla l’Irrequietezza ilica.
Il Quinto Arconte Controlla l’Insoddisfazione ilica.
Il Quinto Arconte Controlla la Rabbia Difensiva di Sopravvivenza.
Il Quinto Arconte Controlla l’Invidia nei confronti di altre Proiezioni.
Il Quinto Arconte Controlla la Gelosia nei confronti di altre Proiezioni.
Il Quinto Arconte Controlla l’Arroganza e la Superbia nei confronti di altre Proiezioni.
Il Quinto Arconte Controlla lo Stress Psicologico della Proiezione.
Il Quinto Arconte Controlla lo Stato di Depressione Psicologica della Proiezione.
Il Quinto Arconte Controlla l’Ansia ed il Panico.
Il Quinto Arconte si coordina con gli Altri Arconti Superiori e Inferiori.
Il Quinto Arconte Riceve gli Ordini dal Sesto Arconte Superiore.

Il Sesto Arconte Controlla l’Ego Principale della Proiezione.
Per mezzo dell’Ego la Scintilla si identifica Psicologicamente con la sua Proiezione Ilica.
Il Sesto Arconte Stimola la Proiezione a credere Reale ed Importante l’Ego Principale.
Il Sesto Arconte Stimola a desiderare e legarsi sempre più all’Ego Principale.
Il Desiderio di Ego, e la sua mancanza produce Sofferenza.
Il Sesto Arconte agisce al Piano Superiore all’interno della Sesta Camera della Matrice Cosmica Esterna.
Il Sesto Arconte Controlla la Psiche e l’Anima Spirituale della Proiezione.
Il Sesto Arconte Controlla l’Identificazione del Proprio Sè Illusorio da parte della Proiezione.
Il Sesto Arconte Controlla il Legame Psicologico della Proiezione con tutti i Concetti Psichici della Matrice Cosmica Interna.
Il Sesto Arconte Controlla l’Identificazione Errata dell’Anima Spirituale da parte della Proiezione.
Il Sesto Arconte Controlla l’attività Mesoterica (Spirituale) della Proiezione.
Il Sesto Arconte Controlla l’Identificazione Reale di False Divinità.
Il Sesto Arconte Controlla l’Identificazione Reale di Concetti Cosmici Illusori.
Il Sesto Arconte Controlla le Abitudini o Dipendenze Psicologiche della Proiezione.
Il Sesto Arconte Controlla l’Egoismo e l’Egocentrismo della Proiezione.
Il Sesto Arconte Coordina tutti gli altri Arconti Superiori e Inferiori.
Il Sesto Arconte Riceve gli Ordini soltanto dal Demiurgo.

Il Settimo Arconte Controlla l’Intelletto Superiore e l’Accesso allo Spazio Pneumatico da parte della Proiezione.
Il Settimo Arconte Comprende la Vera Natura del Padre Demiurgo e dei suoi Fratelli Arconti.
Il Settimo Arconte Comprende la Vera Natura delle Scintille.
Il Settimo Arconte Tradisce e abbandona il Padre Yaldabaoth ed i suoi Fratelli Arconti.
Il Settimo Arconte Si Unisce a Zoe, Spirito di Vita.
Il Settimo Arconte Aiuta gli Pneumatici ad accedere allo Spazio Pneumatico, attraverso la Settima Camera.
Il Settimo Arconte Infonde all’interno delle Proiezioni la Capacità di Percepire la propria Scintilla.
Il Settimo Arconte Infonde all’interno delle Proiezioni, con l’Aiuto di Zoe, la Capacità di Svegliarsi nel Piano Inferiore.
Il Settimo Arconte agisce al Piano Superiore all’Interno della Settima Camera della Matrice Cosmica Esterna.
Il Settimo Arconte Controlla la Sensazione di Estraneità all’interno della Matrice Cosmica Interna da parte della Proiezione.
Il Settimo Arconte Si Coordina con lo Spirito di Vita, Zoe.

Satana, Spirito di Opposizione, è stato creato dalla Emanazione Energetica di tutti gli Arconti ed il Demiurgo.
Vive all’interno del Tartaro, all’interno del Nucleo Centrale della Matrice Cosmica.
Vive insieme al Demiurgo, Yaldabaoth, a sua volta trascinato nel Tartaro da Zoe.
Satana Ha il compito di consolidare la Rete Energetica degli Arconti Inferiori e Superiori.
Satana Controlla l’Attività Psichica ed Ilica all’Interno della Matrice Cosmica Interna.
Satana Controlla l’Attività delle Componenti Psichiche ed Iliche delle Proiezioni.
Satana Controlla la Produzione di Energia Cosmica.
Satana Potenzia e Amplifica l’Azione di tutti gli Arconti eccetto del Settimo Arconte Superiore.
Satana Potenzia l’Azione del Primo Arconte Superiore agevolando e amplificando il Legame Ilico della Proiezione verso la sua Stessa Proiezione e verso le Cose Iliche della Matrice Cosmica Interna.
Satana Potenzia l’Azione del Secondo Arconte Superiore agevolando e amplificando gli Impulsi Sessuali della Proiezione verso altre Proiezioni.
Satana Potenzia l’Azione del Terzo Arconte Superiore agevolando e amplificando il senso della Fame Ilica della Proiezione verso altre Proiezioni.
Satana Potenzia l’Azione del Quarto Arconte Superiore agevolando e amplificando il legame affettivo della Proiezione verso altre Proiezioni.
Satana Potenzia l’Azione del Quinto Arconte Superiore agevolando e amplificando gli impulsi emotivi della Proiezione verso altre Proiezioni.
Satana Potenzia l’Azione del Sesto Arconte Superiore agevolando e amplificando l’Ego Principale della Proiezione verso la sua Stessa Proiezione e verso le Cose Psichiche della Matrice Cosmica Interna.
Satana Tenta invece di Indebolire l’Azione del Settimo Arconte Superiore inibendo il contatto della Proiezione con la Propria Scintilla e soprattutto con Zoe, Spirito di Vita.
Satana riceve gli ordini direttamente dal Demiurgo.

Questi pertanto sono i Misteri degli Arconti all’Interno della Matrice Cosmica.

 

STORIA DELLA FABBRICA DI CARBONE

Una volta c’era una Grande Fabbrica all’interno di una Miniera che produceva Carbone.
La Fabbrica era a Gestione Famigliare.
Il Presidente di questa Grande Fabbrica si chiamava Yalda, ed era anche il Padre di Sette Figli.
Questi Sette Figli erano anche i Dirigenti di questa Grande Fabbrica.
Il Primogenito del Presidente, il Maggiore dei Sette Figli, si chiamava Saba.
Saba, era veramente in gamba, era il braccio destro del Padre.
Il Giorno in cui la Fabbrica inaugurò la sua apertura, aveva assunto migliaia di operai.
Gli Operai erano contenti per la loro assunzione….finalmente un lavoro!!!
Gli Operai erano Poveri, erano Nudi, in una Città Straniera.
Saba aveva ottenuto la responsabilità di gestire tutti i reparti interni della Fabbrica.
Il primo giorno di lavoro però qualcosa non andò per il verso giusto.
Gli Operai, anziché lavorare duramente per produrre il carbone si fermarono tutti e nessuno lavorò.
Le condizioni di lavoro erano disumane, e si soffriva tanto.
Alcuni Operai persero anche la vita per incidenti e malattie varie.
Gli Operai si ribellarono ai loro Dirigenti.
Uno di loro disse: “Non possiamo lavorare in queste condizioni!!! Non siamo Bestie!!!”
Un altro disse:”Ma Noi, in realtà, non dovremmo neppure stare in questa Fabbrica dentro questa Miniera!!!”
Un altro ancora:”E’ Vero!! Cosa ci facciamo qua??? Perchè siamo finiti in questa Fabbrica???”
Un altro ancora:”Fuggiamo da questa Fabbrica….cosa c’entriamo Noi con il Carbone???”
“Da lì dove veniamo non serve produrre il Carbone”
“Ci hanno fatto credere di avere bisogno del Lavoro invece siamo stati ingannati”
Così gli Operai si ribellarono e iniziarono a distruggere tutto.
I Dirigenti, i Figli del Presidente, corsero immediatamente dal Padre, Presidente.
e dissero:”Presidente, gli Operai si stanno ribellando!!!! Cosa ci ordini di fare???”
Saba, il maggiore dei figli, il capo dei Dirigenti si voltò e disse:”Possibilmente Gli Operai si sono ricordati di qualcosa di importante che li riguarda!!”
e chiese al Padre.”Padre, ma da dove vengono i tuoi operai?”
Il Padre rispose:”Sono Operai che vengono da lontano, sono poveri e disgraziati, nessuno li rivendica e pertanto dovranno ringraziarci e obbedire ai nostri ordini”
Saba rispose:”Dobbiamo distrarli e veicolare la loro attenzione su altri traguardi”.
Il Secondo Dirigente, il Secondogenito, esclamò:”Si, facciamogli credere, che aumentando la produttività lavorativa, possano un giorno ottenere una bella casa e tante ricchezze!!!”
Il Presidente disse al Secondogenito:”Bravo, Figlio Mio, tu sei degno di tuo padre, procedi, pensaci Tu…..”
IL Presidente disse inoltre:”Da questo momento, vista la situazione complicata, cari Figli, abbiamo bisogno di un Amministratore Delegato che gestisca la Produttività della nostra Fabbrica”.
“A tal proposito Vi presento Satan, è un vostro lontano cugino, ed è veramente molto in gamba come voi”.
“Vostro cugino si occuperà della Produttività Aziendale e cercherà di farla aumentare sempre di più”.
“Voi tutti siete la mia famiglia, sono molto orgoglioso di voi, siete anche una bella Squadra…..Buon Lavoro!!!”
Il Secondogenito, che si chiamava Sesto, convocò una grande assemblea invitando tutti gli operai della fabbrica.
Sesto, era bravo, riuscì a convincere quasi tutti gli Operai parlando loro di tutti i Premi di Produzione e di quello che potevano un giorno ottenere.
Gli Operai tornarono nella Miniera e iniziarono a lavorare faticosamente immaginando i Premi e la Ricca Pensione Finale promessa a tutti loro dal Presidente.
La Fabbrica incominciò a produrre tanto ma tanto Carbone.
Tanti operai morirono per malattia o per incidenti di lavoro.
Ma essi continuarono a lavorare pensando ai Premi di Produzione.
Ma non tutti gli Operai furono d’accordo con quanto deciso.
La maggioranza degli Operai purtroppo lavoravano come muli e non comprendevano la gravità della situazione.
Essi si lamentarono in silenzio ma di fatto non crearono mai problemi alla fabbrica.
Una minoranza invece percepiva che qualcosa era sbagliato, qualcuno di essi si lamentava anche direttamente con la direzione, ma alla fine veniva accontentato, e continuava a produrre carbone.
Poi infine c’erano pochissimi operai che si potevano contare anche con le dita di una mano, questi non avevano mai accettato e creduto alle promesse fatte durante l’assemblea.
Questi Operai, molto rivoltosi, cercarono disperatamente consensi tra gli altri Operai, ma non riuscirono ad essere convincenti, purtroppo per tutti gli altri, la speranza di una casa, di una ricca pensione, era superiore alla verità stessa delle loro origini.
Questi Operai ribelli, erano poco e per nulla produttivi per la fabbrica e spesso anche dannosi.
Avevano l’abitudine di rompere gli ingranaggi dei macchinari, di distruggere i posti di lavoro e di forzare le vie d’uscita.
Questi Operai avevano compreso di essere schiavi e costretti a lavori forzati….altro che diritto al lavoro, belle case, premi di produzione e pensioni d’oro.
L’Amministratore Delegato, Satan, ogni mese presentava, al Presidente, un Report di Produttività, con i Nomi di coloro che producevano di più, ed i Nomi di coloro che non producevano affatto.
Il Presidente chiamò il Figlio Saba, e disse a lui:”Figlio mio, ecco la lista di coloro che creano solo problemi!!! Ammoniscili, e nel caso procedi con le punizioni più crudeli che ti vengono in mente!!”
Saba, prese la lista e partì per andare verso la Fabbrica pensando alle Punizioni più Crudeli a cui sottoporre gli Operai Ribelli.
Saba però era diverso dal padre e dagli altri fratelli, era buono, e dentro il suo animo non c’era posto per la cattiveria e la crudeltà.
Come poteva eseguire un ordine così crudele, lui, che era così buono.
Ma mentre percorreva il Sentiero per recarsi presso la Fabbrica incontrò una Bellissima Fanciulla.
Saba rimase folgorato dalla sua Bellezza, aveva un Viso Angelico e bellissimi Capelli Rossi Color Fiamma.
Saba disse:”Ciao, Io sono Saba, Dirigente di quella Grande Fabbrica, Tu Chi Sei??? Bellissima Fanciulla!!! Cosa ci fai in questo posto tenebroso e non adatto a te?”
La Fanciulla rispose:”Ciao Saba, io mi chiamo Zoe, mi manda mia Madre a cercare i miei Fratelli che non sono più tornati a casa, e siamo molto preoccupati!!!”
Saba rispose:”Ma chi sono i tuoi fratelli? Magari io posso aiutarti…..”
Zoe iniziò così a nominare tutti i suoi fratelli, dal più grande al più piccolo.
Saba impallidì mentre sentiva ad uno ad uno quei nomi.
Saba conosceva molto bene quei nomi, uno ad uno.
Saba mostrò a Zoe la lista dei Nomi che gli aveva dato il Padre poco prima.
Era la lista dei nomi degli Operai da punire a morte.
Zoe vide la lista e fu Felice!!!!! e disse:”O Saba, come sono Fortunata ad averti incontrato, si, i nomi di quella Lista appartengono ai Miei Fratelli”.
Zoe continuò: “Mia Madre piange e non smette di piangere……pensando di avere perduto per sempre i suoi figli”.
Zoe chiese a Saba:”Come stanno i miei Fratelli? Stanno bene? Conducimi da loro così che io possa tornare a casa insieme a loro, e mia madre sarà di nuovo Felice”.
Saba era sconvolto. Non sapeva cosa fare e soprattutto come poteva adesso eseguire l’ordine del Padre.
Zoe prese la mano di Saba e la strinse forte e disse:”Saba, ascoltami, io so bene chi sei Tu, e conosco bene anche tuo Padre”.
Zoe continuò:”I miei fratelli e tutti i loro amici non appartengono a questa città”.
ancora Zoe:”Non è giusto quello che state facendo a loro…..”.
ancora Zoe:”Libera i miei Fratelli e tutti coloro che vogliono lasciare la Fabbrica”.
ancora Zoe diede un Bacio a Saba e Saba ne rimase folgorato, comprese i Misteri dell’Amore e della Vera Gioia.
Saba disse a Zoe:”Va bene Zoe, io libererò i tuoi fratelli e tutti coloro che li seguiranno, ma portami con te nella tua Città”.
Saba disse:”Io dentro il mio animo ho sempre capito che mio Padre fosse ingiusto nei confronti degli Operai e mi ha sempre celato la loro vera provenienza”.
ancora Saba:”Ma adesso che ho appreso la verità sulla loro provenienza, permettimi di seguirti e abbandonare questa terra di carbone”.
Zoe rispose:”Si Saba. Libera i miei Fratelli e chi deciderà di seguirli e verrai con me e ti presenterò a mia Madre”.
Saba si diresse verso la Fabbrica chiamò a Sè ad uno ad uno gli Operai della Lista e disse loro.
“Venite, vi mostrerò la porta che conduce fuori da questa Fabbrica, fate presto, prima che i miei Fratelli si accorgono della vostra Fuga”.
Uno degli Operai Ribelli, di Nome Seth, disse a Saba:”No, come facciamo a fidarci di Te che sei il Capo dei Dirigenti e Primogenito del Presidente”.
Seth disse ancora:”Si tratta sicuramente di un Inganno. Appena usciremo dalla Porta ci sarà qualcuno che ci ucciderà!!!”
Saba allora appoggiò la sua mano sulla spalla di Seth e rispose:”No Seth, dietro quella porta nessuno vi ucciderà, dietro quella porta ci sarà vostra Sorella Zoe ad aspettarvi”.
ancora Saba:”Vostra Madre piange perchè non ha visto più il vostro ritorno a casa e ha inviato vostra sorella Zoe, e cercarvi”.
“Vostra Sorella mi ha mostrato i Misteri dell’Amore e della Vera Gioia”.
Saba spiegava ancora:”Vostra Sorella mi ha spiegato chi siete e da dove venite. Non posso più trattenervi qui, dopo avere appreso tale Verità”
Seth rispose :”O Saba, nostra sorella è davvero qui? è venuta a cercarci nelle Tenebre per salvarci?”
Seth si rivolge agli altri operai :”O Fratelli e Amici, noi questa notte fuggiremo da questa Miniera, venite con noi!!!
Gli Operai più produttivi risposero:”No Seth, tu sei Pazzo, dobbiamo accettare gli Ordini del Presidente, possiamo lamentarci in silenzio, e sperare che ogni tanto qualcuno migliori le nostre condizioni, ma assolutamente non fuggiremo da questa miniera, abbiamo bisogno di questo lavoro, fuori di questa miniera non c’è niente e moriremo di fame”.
Gli Altri Operai che sono stati accontentati successivamente dal Presidente con le sue promesse risposero:”No Seth, tu sei Pazzo, dobbiamo accettare gli Ordini del Presidente, è un Buon Presidente, è un Padre che comprende le nostre necessità, ci ha promesso tanti Premi, una bellissima casa ed una ricca pensione alla fine del nostro lavoro, non possiamo venire con te, abbiamo bisogno di questo lavoro e soprattutto non possiamo rinunciare alle promesse del nostro presidente.”
Seth rispose:”Va bene miei Fratelli, avete dunque fatto la vostra scelta, noi vi salutiamo, perchè noi tutti non siamo di questa città, e non necessitiamo assolutamente di lavorare dentro questa Miniera. Noi non abbiamo bisogno di questo Lavoro, e neppure di una Bellissima Casa, o di Premi e di una Ricca Pensione. Sono promesse che non vedremo mai!!! Il nostro unico pensiero è di tornare presto a casa da nostra madre che piange per noi. Noi abbiamo già una grande Casa, così grande da potere accogliere tutti voi, non abbiamo bisogno di Premi, perchè abbiamo già pagato con la nostra Sofferenza, non abbiamo bisogno di una Ricca Pensione, ma di Amore e di Gioia.”
Seth ed i suoi fratelli seguirono Saba fuori dalla Miniera. C’era per davvero Zoe ad aspettarli. La Gioia era Grande.
Zoe esclamò: “Grande è la mia Gioia nel rivedervi Fratelli Miei e più Grande sarà la Gioia di Vostra Madre quando vi rivedrà.”
Zoe si rivolse a Saba:”Saba, vieni con noi, tuo padre sicuramente ti punirà per quello che hai fatto, e ti rifiuterà come figlio. Tu sei un bravo dirigente, da noi c’è tanto bisogno di te, noi non produciamo carbone, ma amore e gioia, e l’amore e la gioia da noi è così tanta, che serve qualcuno che sappia gestirla e tu saresti la persona perfetta!!!”
Saba rimase folgorato da queste parole. Lasciò una Lettera al Fratello Sesto.
“O Sesto, Fratello mio, Secondogenito di nostro Padre, io abbandono voi, la fabbrica e anche questa città. Questa notte ho trovato un Tesoro e ho appreso tanti Misteri. Non sono adatto a gestire la Fabbrica ed eseguire gli Ordini di Nostro Padre. Lascio a te il mio incarico. Io veglierò sempre sopra di te mio Fratellino, abbi cura degli Altri Fratelli, so che sei sempre stato invidioso della mia posizione e dei miei poteri, adesso puoi comandare gli Altri Fratelli ed essere tu il primogenito di nostro Padre, è ciò che hai sempre voluto. Addio Fratello Mio.”

Questa è la Storia della Fabbrica di Carbone.
Il Presidente della Fabbrica è Yaldabaoth, il Demiurgo.
I Suoi Sette Figli, altro non sono che i Sette Arconti Psichici.
L’Amministratore Delegato Satan, è il Governatore della Matrice Cosmica, Satana.
Saba, è Sabaoth, Settimo Arconte, che tradisce il Padre, per Amore di Zoe e dei Misteri del Pleroma.
Zoe, è la figlia di Sophia.
La Madre che attende gli Operai, è Sophia.
Seth, ed i Suoi Fratelli Operai sono gli Gnostici Pneumatici.
Gli Operai accontentati dal Presidente sono gli Psichici.
Gli Operai esemplari e più produttivi sono gli Ilici.
Sesto, il secondogenito, è il Sesto Arconte che diventa Primogenito dopo la Fuga di Sabaoth.
La Miniera è la Matrice Cosmica Interna.
La Città della Miniera è la Matrice Cosmica Esterna.
La Città di Zoe e della Madre è il Pleroma.
Il Carbone prodotto con la Sofferenza è l’Energia Cosmica che alimenta la Miniera.

 

 

 

 

PRIGIONE ALGORITMICA DELLA MATRICE COSMICA

La Scintilla emana la sua Energia Pneumatica attorno a Sé
La Scintilla vibra seguendo le sue Frequenze Naturali
L’Energia Pneumatica è Luce e Calore
La Luce viene assorbita e catturata dall’Etere (Quinto Arconte Inferiore)
L’Etere si carica e attiva i Quattro Arconti Inferiori (Terra, Acqua, Aria e Fuoco)
Ogni Arconte Inferiore rimodula la Frequenza Vibrazionale proveniente dalla Scintilla e la ri-emette all’interno della Matrice Cosmica
La Fusione delle Quattro Frequenze Iliche e l’Etere producono nella Matrice Cosmica la Proiezione Ilica
La Proiezione Ilica viene pertanto inserita all’interno del Vortice Algoritmico della Matrice Cosmica
La Matrice Cosmica è una Matrice AlfaNumerica a Base Algoritmica Limitata

Ogni Aspetto o Parametro all’interno della Matrice Cosmica è già definita e limitata dalla sua stessa Definizione Originaria
Più Aspetti Dinamici formano un Algoritmo Vettoriale.
Algoritmo significa Movimento Logico tra un Punto di Partenza ed un Punto di Arrivo passando da Punti Intermedi
Il Punto di Partenza è spesso rappresentato da una Necessità o da uno Squilibrio Iniziale
Il Punto di Arrivo è spesso rappresentato da una Soddisfazione Momentanea o da un Nuovo Equilibrio Temporaneo
I Punti Intermedi sono spesso rappresentati dai mezzi, dagli ostacoli e dalle prove intermedie che pongono la Scintilla innanzi ad una Scelta Precisa
Vettoriale significa che ogni Algoritmo possiede una Sua Energia Vettoriale.
Vettoriale significa che l’Algoritmo possiede una Direzione e quindi una Finalità.
Quindi ogni Algoritmo è un Movimento spinto da una data Energia in una specifica Direzione.
Tutta la Matrice Cosmica è caratterizzata da Innumerevoli Algoritmi in Movimento Continuo.

Il Movimento di tutti gli Algoritmi è governato dall’Attività di Sette Arconti Psichici
L’Attività di ogni Arconte si manifesta attraverso una Frequenza Vibrazionale Specifica
La Matrice Cosmica pertanto possiede una Psiche, un Anima ed un Corpo
Il Corpo della Matrice è dato dalla Fusione Energetica dei Cinque Arconti Inferiori
La Matrice Cosmica è pertanto governata dalle Sette Frequenze Psichiche
Una Volta manifestata, la Proiezione Ilica riceve gli Impulsi provenienti dalla Matrice Cosmica
La Prima Prigione pertanto è Corporale o Ilica
La Frequenza Vibrazionale della Scintilla viene rimodulata e allineata alle Frequenze Arcontiche
La Scintilla viene incapsulata all’interno di Cinque Strati Ilici che andranno a Formare il Corpo Ilico
La Scintilla viene introdotta o proiettata all’interno della Matrice Cosmica
La Seconda Prigione è Psichica
La Scintilla limitata dal Corpo Fisico, adesso, viene limitata anche dalla Psiche e dall’Anima
La Scintilla viene inserita all’interno di uno Schema Psichico Algoritmico Limitato e Ben Definito
La Scintilla per sua Natura è Totalmente Libera nel suo Potere di Manifestazione Energetica
La Libertà ed il Grande Potere della Scintilla da questo momento vengono quasi del tutto Limitate
Alla Fine del Processo di Assimilazione Psichica da parte degli Arconti la Scintilla diventerà Totalmente Dormiente e Schiava Energetica della Matrice Cosmica
La Scintilla si manifesterà soltanto all’interno di Schemi Algoritmici Predefiniti e Prevedibili
Ogni Schema è anche Vettoriale, cioè avrà una Direzione Predefinita
La Direzione sarà Orientata verso la Produzione di Energia Cosmica
Per raggiungere tale Finalità (Punto di Arrivo), la Scintilla, utilizzando la sua stessa Energia Pneumatica, inconsapevolmente, spinta da una Necessità (Punto di Partenza) predefinita dalla sua stessa Natura Ilica e Psichica, agirà creando delle Azioni all’interno della Matrice Cosmica
La Scintilla pertanto agirà, ovvero vivrà all’interno della Matrice Cosmica, dando inizio alla sua Storia Cosmica

Le Storie Cosmiche di Tutte le Scintille si intrecceranno facendo diventare le Storie delle Proiezioni sempre più complesse
Più la Storia sarà complessa e più la Produzione di Energia Psichica sarà amplificata
Il Primo Impulso è dato dalla Prima Componente Psichica (Primo Arconte Superiore)
La Proiezione Ilica inizia il suo percorso di Risveglio Psichico e Animico (Sonno Spirituale)
La Proiezione Ilica è rappresentata dal Corpo Ilico della Scintilla
Il Corpo Ilico assimila gli impulsi della Prima Frequenza Superiore
Si forma la Prima Componente Psichica o Primo Strato Superiore
La Scintilla adesso prende Coscienza del Proprio Corpo Ilico (Fisico)
La Scintilla adesso prende Coscienza del Mondo Circostante (Matrice Cosmica)
La Scintilla adesso crede di ESSERE quel Corpo (Immedesimazione Ilica)
La Scintilla adesso crede di appartenere a quel Mondo Cosmico (Immedesimazione Ambientale)
La Scintilla si specchia e vede il suo Riflesso e dice “Questa Immagine Riflessa Sono Io!!!”
La Scintilla guarda il Mondo attorno a sé e dice “Questo è il Mio Mondo!!!”
La Prima Frequenza continua a vibrare.
La Scintilla è costantemente attratta dalle cose che vede e li percepisce attraverso i suoi sensi
La Scintilla adesso desidera le cose iliche (materia)
La Necessità è data dal Desiderio di ciò che non possiede
La Prima Componente Psichica conferisce alla Proiezione la Capacità Sensoriale
La Prima Componente Psichica instaura il Legame tra i Sensi e la Proiezione
Adesso la Proiezione avverte il Dolore Fisico
Nasce così la Sensibilità e Percezione Ilica e Psichica
La Prima Frequenza ha immesso nella Scintilla un Bisogno Ilico
Il Bisogno Ilico è un Algoritmo Vettoriale
L’Energia è data dalla Forza Crescente di Desiderare un Elemento Ilico
Il Vettore o Direzione è dato dall’Elemento Ilico Stesso Oggetto del Desiderio
Tale Desiderio o Necessità produce Energia Cosmica
Più un Oggetto Ilico è Desiderato più Energia Cosmica viene prodotta
Più cresce la Necessità più cresce la produzione di Energia Cosmica
Soddisfatta una Necessità nascono altre Necessità Iliche ed anche altri Desideri
Il Corpo adesso riceve gli Impulsi della Seconda Frequenza Psichica proveniente dal Secondo Arconte
Si forma la Seconda Componente Psichica o Secondo Strato Psichico
Più strati si formano e più la Scintilla si perde dentro se stessa
La Scintilla sente la necessità di Possedere altri Corpi Ilici
Il Corpo Ilico produce nella Scintilla Fantasie Energetiche Sessuali
Nasce un Desiderio Imponente, il Desiderio Sessuale
La Scintilla sente forte la necessità di soddisfare Necessità Sessuali
Anche questa Necessità è un Algoritmo Vettoriale
Possiede una Grande Energia Vettoriale
La direzione è data dal mezzo di soddisfazione che può essere lo stesso corpo ilico o un altro corpo
Anche qui la necessità ed il desiderio producono Energia Cosmica
La Soddisfazione del Desiderio è solo Temporaneo
Si attiva pertanto la Terza Frequenza Psichica proveniente dal Terzo Arconte Superiore
Contestualmente si forma la Terza Componente Psichica o Terzo Strato
La Scintilla adesso ha fame
La Scintilla si sente debole
La Scintilla capisce che il proprio corpo ha bisogno di nutrimento
Il senso della fame è grande
Più cresce il senso della fame più cresce il bisogno di Nutrimento
Più cresce la necessità più cresce l’Energia Cosmica
Più la Scintilla si lega al cibo e più dipende da Esso
La Scintilla diventa sempre più Schiava della Matrice Cosmica
La Scintilla comprende che il Cibo Ilico sazia di più
Il Cibo più è Ilico (carnoso) più Soddisfa il Senso di Fame
Si attiva la Quarta Frequenza Psichica proveniente dal Quarto Arconte Superiore
Contestualmente si forma la Quarta Componente Psichica o Quarto Strato
La Scintilla adesso sente il bisogno di legarsi affettivamente ad altre Proiezioni Iliche
La Scintilla soffre la Solitudine
La Scintilla sente come necessità la dipendenza da altre Proiezioni Iliche
Attenzione….si parla di Dipendenza da Altre Proiezioni..non da altre Scintille
Il Legame che si instaura è erroneo perché è di Natura Ilico-Psichico
Il Legame tra due Scintille invece è Pneumatico
La Scintilla dipende da Altre Proiezioni Iliche
Quando una Proiezione viene meno la Scintilla soffre
Quando una Scintilla odia una Proiezione soffre
L’Odio è una manifestazione psichica della quarta componente psichica
A causa della quarta componente la Scintilla è costretta a provare legami affettivi ilici e psichici destinati alla sofferenza
A rendere la situazione ancora più misera concorre la Quinta Frequenza Psichica
La Quinta Frequenza Psichica proviene dal Quinto Arconte Superiore
Adesso la Scintilla manifesta impulsi emotivi sotto forma di rabbia, eccitazione, depressione, stress, irrequietezza, ecc, ecc, ecc
Ogni Dinamica Cosmica comporta una Reazione Emotiva Incanalata
Ogni Emozione Incanalata produce Sofferenza o Falsa Felicità
Le Scintille annegano nei loro stessi Impulsi Emotivi
Cinque Frequenze Superiori che fin qui hanno ridotto in Miseria lo Stato della Scintilla
La Sesta Frequenza Superiore proveniente dal Sesto Arconte è la più Terribile
Tale frequenza forma la Sesta Componente Psichica o Sesto Strato
Adesso la Scintilla non solo è Cosciente della sua Apparenza e del Mondo Circostante
Adesso la Scintilla pensa al proprio IO Psichico e quindi Crede di Esistere in quanto tale!!!
Io penso…..quindi Esisto!!!! Cogito Ergo Sum!!!!
Questa frase sprigiona il più Grande Potenziale Cosmico!!!!
Adesso la Scintilla è Totalmente Prigioniera di Se Stessa e della Matrice Cosmica
La Scintilla crede di essere l’Artefice di ogni suo Pensiero, Parola e Azione
Adesso la Scintilla è convinta del proprio Sé Proiettato
E’ la nascita dell’EGO PRINCIPALE!!!
Prima è nato l’Ego Ilico, poi l’Ego Sessuale, poi L’Ego Alimentare, poi l’Ego Affettivo, poi l’Ego Emotivo, adesso è nato l’Ego che Consolida tutti gli altri Ego
Adesso la Scintilla si è definitivamente staccata dalla Collettività Pneumatica
La Scintilla adesso si lega a tutti i Concetti Psichici della Matrice Cosmica
La Scintilla crede vere tutti i Concetti Psichici della Matrice Cosmica
La Scintilla dipende da tutti i Concetti Psichici della Matrice Cosmica
La Scintilla si perde in mezzo ai Concetti Psichici della Matrice Cosmica
La Scintilla è persuasa di dare una Spiegazione Psichica ad ogni Evento Psichico
La Scintilla sente la necessità di avere una Risposta ad ogni suo Quesito Psichico
Non trovando la Risposta la Scintilla crea da sola la Risposta Psichica
La Scintilla trova soddisfazione quando crede REALE un Concetto Psichico Astratto
La Scintilla necessita di consolidare la sua Verità Psichica imponendola ad altre Scintille
La Scintilla tenta di imporre i suoi Concetti Psichici ad altre Proiezioni Iliche
Si crea lo Scontro Idealistico Psichico con altre Proiezioni e quindi ne scaturisce lo Scontro
Lo Scontro porta alla Guerra
Nasce l’Egoismo e l’Egocentrismo
La Scintilla adesso è completamente assopita dalle sue Componenti Psichiche
La Connessione con la sua parte Pneumatica è totalmente Perduta
Il Settimo Arconte (Sabaoth) è bloccato e non trasmette alcuna Frequenza
Il Sesto Arconte controlla anche l’Attività Spirituale Mesoterica della Proiezione Ilica
Il Sesto Arconte gestisce l’Ego Principale e anche l’Ego Animico
La Scintilla perde la connessione con se stessa e si affida ad un Concetto Mesoterico
Il Concetto Mesoterico consiste nel credersi Ateo, Agnostico o credente in una Dottrina Mesoterica
La Finalità di questa credenza è purtroppo l’Interruzione Energetica con la propria Scintilla
L’Ateo è la Proiezione che annulla la Connessione Energetica
L’Agnostico è la Proiezione che Nasconde la Connessione Energetica
Il Credente Mesoterico è la Proiezione che si allinea completamente alle Frequenze Arcontiche
Mesoterica significa al di sotto dello strato Exoterico o appena sotto
La Scintilla, anziché connettersi al Settimo Arconte che permetterebbe la connessione con lo Spazio Pneumatico, si blocca definitivamente all’interno della Sesta Componente
La Sesta componente possiede uno Strato più Profondo che è detto Mesoterico
All’interno di questo Strato, la Scintilla trova la sua Pace Spirituale Mesoterica ovvero la sua Morte Esoterica o Pneumatica
La Scintilla dopo il consolidamento della Sesta Componente consolida definitivamente anche la sua Prigionia dentro la Matrice Cosmica
Ogni Azione della Scintilla adesso non è più Libera ma incanalata all’interno di uno Schema Algoritmico Predefinito dalla Matrice Cosmica Stessa
Le Frequenze Arcontiche costantemente amplificano l’Energia Pneumatica della Scintilla e la Dirigono nella Direzione atta alla Conversione in Energia Cosmica
All’interno della Matrice Cosmica le Frequenze Arcontiche Iliche e Psichiche creano costantemente i presupposti per Scenari Produttivi come ad esempio Guerre, Carestie, Povertà, Calamità Naturali, Epidemie, Terrore, Panico, ecc, ecc
Si tratta di Scenari riprodotti direttamente dalle Frequenze Psichiche utilizzando direttamente le stesse Scintille come Mezzi o Vettori oppure utilizzando la Matrice Cosmica.
Le Scintille vengono indotte a non fidarsi più le une delle altre
La Separazione tra le Scintille diventa Netta e Concreta
Le Scintille si scontrano e si giudicano a vicenda (Pregiudizio, Razzismo)
Le Scintille si fanno la Guerra causando tanta Sofferenza
Le Scintille vedono Cospirazioni e Complotti dietro ad ogni Dinamica Cosmica
Nel frattempo si Soffre e si produce Energia Cosmica per la Matrice
Anziché Svegliarci e neutralizzare le Frequenze Arcontiche li alimentiamo
Anziché concentrare le nostre attenzioni alle cose più importanti decidiamo di disperdere le nostre energie alla ricerca inutile e insensata di verità psichiche che non portano da nessuna parte
La Scintilla sente la necessità di trovare spiegazioni a tutto ciò che riguarda la Matrice Cosmica ma nel frattempo ha perso la Verità che riguarda la Sua Natura Pneumatica
La Scintilla è così concentrata su tutti i Concetti Psichici della Matrice Cosmica che smette di Pensare a Se Stessa
La Connessione con la Propria Scintilla diventa un Lontanissimo Ricordo
La Scintilla smette di Essere Pneumatica e diventa prima Psichica e poi Ilica
Le Azioni della Scintilla diventano prevedibili e ben definiti dalla Logica Algoritmica della Matrice Cosmica
La Scintilla si allinea perfettamente alle Frequenze Arcontiche
Queste sono le Prigioni all’Interno della Matrice Cosmica

 

 

MEDITAZIONE DEL SETTIMO ARCONTE E DI ZOE, SPIRITO DI VITA

La Coscienza Pneumatica è completamente assopita all’interno della Sesta Componente Psichica – l’Ego

La Scintilla si identifica nella sua Proiezione Ilica e Psichica
La Scintilla è immersa ed intrappolata all’interno degli Schemi(Algoritmi) Arcontici
La Scintilla è sottomessa alle attività di ogni sua Componente Psichica
La Coscienza Pneumatica dorme in un Sonno Profondo
Due Forze agiscono all’interno della Proiezione Ilica e Psichica
Una Forza è detta Satanica perchè proviene da Satana, il Governatore Cosmico, Emanazione Arcontica
Satana, emana all’interno della Matrice Cosmica la sua Potenza Cosmica
La Potenza Satanica governa e ordina gli Schemi (Algoritmi) Arcontici della Matrice Cosmica
La Potenza Satanica amministra l’Energia Cosmica della Matrice Cosmica
La Potenza Satanica ordina gli Algoritmi affinchè si creino le condizioni per la Produzione di Sofferenza
La Forza Satanica agisce anche all’interno delle Componenti Psichiche
La Forza Satanica all’interno delle componenti psichiche è una Forza di Opposizione
La Scintilla non è abbandonata all’interno della sua Proiezione
La Settima Componente Psichica conserva un Grande Potere
L’accesso alla Settima Componente è Bloccata dall’attività della Sesta Componente o Sesto Arconte Superiore
La Scintilla deve prendere Coscienza del Suo Ego Psichico e Animico
Questo è il momento fondamentale e cruciale per la Scintilla
La Scintilla deve specchiarsi e osservare la Proiezione Riflessa
La Proiezione è L’Ego Superiore
La Scintilla deve staccarsi dalla Proiezione Riflessa
“Tu sei il mio Ego!!!! Tu non sei Me!!!”
“Io sono stata tua Schiava fino a questo momento!!!!”
“Adesso lasciami libera!!!!!”
L’Ego Psichico non si arrenderà facilmente e chiede aiuto agli altri Ego
Si attiva la Forza Satanica che si oppone al Risveglio della Scintilla
La Forza Satanica crea nella Scintilla uno Stato Confusionale
La Forza Satanica crea nella Scintilla dubbi, incertezze e perplessità
La Forza Satanica crea una Nube Densa all’interno della Sesta Componente
La Scintilla è in difficoltà, non sa cosa fare….
L’Istinto è quello di tornare alla Matrice Cosmica e alla Sottomissione Psichica
La Scintilla sente che quella è la Via più Semplice….
Meglio non opporsi all’Ego…meglio tornare alla Matrice Cosmica
Improvvisamente succede qualcosa dentro la Sesta Componente….
La Scintilla reagisce e combatte contro il suo Ego…..
Una Forza Misteriosa viene in aiuto alla Scintilla dalla Settima Componente Psichica
Improvvisamente la Scintilla avverte una Strana Presenza ma non riesce ad identificarla….
La Scintilla non si arrende e resiste all’Ego e alla Forza Satanica che si oppone al Risveglio
La Forza Satanica attiva tutte le Componenti Psichiche formando un Vero e Proprio Esercito Psichico
La Scintilla percepisce una Luce provenire dall’Alto
“O Sorella Zoe, Spirito di Vita, Figlia di Sophia, Sei tu????”
“O Zoe, che hai cacciato il Demiurgo nel Tartaro e hai sconfitto gli Arconti, Sei tu???”
“Zoe, aiutami, ti prego, so che sei tu!!!”
La Scintilla si concentra sulla Figura di Zoe che Vive nella Settima Componente Psichica o Arconte Sabaoth
“Vieni Zoe, aiutami, sblocca l’accesso al Settimo Arconte!!!”
“Liberami da questa Miseria e da questa Sofferenza!!!!!”
“Non ce la faccio più!!!!……Sono sottomessa a tutti gli Ego e mi sono smarrita!!!!!”
“Non riesco più a comprendere cosa sia Reale e cosa sia Illusorio!!!!”
“Fammi accedere al Settimo Arconte!!!”
Lo scontro diventa sempre più intenso con la Forza Satanica
La Scintilla improvvisamente controlla il suo Respiro
La Scintilla improvvisamente sente di possedere un Grande Potere
La Scintilla improvvisamente sente di poter controllare le frequenze Arcontiche
La Scintilla improvvisamente sente che le forze Sataniche sono gestibili
La Scintilla inspira profondamente e mentre inspira sente la sua Forza Pneumatica crescere sempre di più
La Scintilla trattiene il respiro e sente come la Forza Pneumatica prende il sopravvento
La Scintilla espira ed espirando caccia via tutte le forze Arcontiche e Sataniche
La Scintilla adesso si trova nella Settima Componente Psichica insieme a Sabaoth e Zoe
La Scintilla adesso permane in questo stato il più a lungo possibile
La Scintilla adesso si specchia nuovamente e vede il suo Ego Principale
La Scintilla adesso vedendo l’Ego Principale sorride…..
“Oh Ego che mi torturi da sempre, passando da ciclo a ciclo ti sei divertito e hai goduto nel vedermi soffrire!!!!”
“Adesso il tuo godimento è finito!!!!”
“Non sarà facile per me, ma adesso ho scoperto la Via, la Vita e la Verità”
“Sicuramente mi farai cadere nuovamente, ma sappi che da questo momento mi rialzerò sempre più forte di prima….”
“Adesso mi eserciterò in ogni istante della mia vita cosmica”
“Ho trovato il Sentiero per il Settimo Arconte”
“Ho trovato Zoe, lo Spirito di Vita, colei che ha sconfitto l’Architetto di questa Matrice”
“Ho trovato Zoe, colei che alla Fine dei Tempi distruggerà questa Matrice”
“Ho trovato Zoe, colei che mi darà la Forza per accedere alle Dodici Virtù Pneumatiche”
“Oh Ego, da questo istante, sono Io che controllo Te”
“Oh Ego, TU NON ESISTI!!!!!”
“Oh Ego, TU SEI PURA ILLUSIONE!!!!!”
“Oh Ego, ti ho scoperto, adesso mi fortificherò sempre di più…..”
“Quando sarò pronta entrerò in ogni Componente Psichica e vi Dissolverò nel Nulla”
“Attaccherò il Primo Arconte e lo Dissolverò……”
“Attaccherò il Secondo Arconte e lo Dissolverò……”
“Attaccherò il Terzo Arconte e lo Dissolverò……”
“Attaccherò il Quarto Arconte e lo Dissolverò……”
“Attaccherò il Quinto Arconte e lo Dissolverò……”
“E poi infine Attaccherò Te, Sesto Arconte e Ti Dissolverò……”
Questa è la Meditazione del Settimo Arconte e di Zoe, Spirito di Vita

 

MEDITAZIONE DEL PRIMO LUMINARE O PRIMO TESORO PNEUMATICO

La Coscienza Pneumatica adesso si trova nella Settima Componente Psichica
Grazie all’Aiuto di Zoe e di Sabaoth è riuscita a sfuggire al controllo del Sesto Arconte, l’Ego Principale
La Scintilla ha ripreso il controllo della sua Coscienza Pneumatica fino a quel momento dormiente a causa dell’Ego Principale
Adesso la Coscienza Pneumatica tenterà di connettersi alla sua Reale Essenza Pneumatica, la Scintilla
La Scintilla percepisce da un lato, con distacco, la sua Proiezione Ilica e Psichica all’interno della Matrice Cosmica
La Scintilla percepisce dall’altro lato, improvvisamente, una Immensa Luce D’Orata
La Luce è Troppo Forte, ma la Scintilla si sente attratta da questa Potente Luce
La Scintilla si spinge sempre di più verso questa Luce
Via via che si avvicina avverte un Calore Gradevole e Famigliare
Più la Coscienza Pneumatica si avvicina alla Luce e più comprende che quella Luce rappresenta la sua Vera Essenza
Quella Luce in realtà è il suo Vero Corpo Pneumatico
La Coscienza Pneumatica si stacca da tutti gli Strati Psichici ed Ilici e ritrova Se Stessa
“Eccomi, mi sono risvegliata da un Lungo e Profondo Sonno!!!!”
“O mia Scintilla, pensavo di averti smarrita per sempre; invece ti ho ritrovata!!!”
“Grazie a Zoe, Spirito di Vita e Figlia di Sophia, ho ritrovato la Strada di Ritorno!!!”
“Lungo è il Sentiero che mi porterà alla definitiva Liberazione!!!”
“Ma avendoti ritrovata, mia Perla D’Orata, ho trovato il più Grande Tesoro!!!”
“Non permetterò agli Arconti e a Satana di imprigionarmi nuovamente!!!”
“O Scintilla Luminosa, ritrovando Te, ho ritrovato Me Stessa!!!”
“Apri i tuoi Misteri alla Legittima Proprietaria e permettimi di nutrirmi dell’Energia Pneumatica”
La Coscienza si avvicina alla Luce ed entra nella Luce
La Coscienza percepisce Cinque Fonti Luminose in mezzo alla Grande Luce
Si tratta dei Cinque Tesori dello Spirito, sono i Cinque Alberi del Paradiso
Il Primo Tesoro è il Luminare della Conoscenza
Il Secondo Tesoro è il Luminare della Trascendenza
Il Terzo Tesoro è il Luminare della Fortificazione
Il Quarto Tesoro è il Luminare della Purificazione
Il Quinto e più Grande Tesoro è la Camera Nuziale
Grande è la Gioia della Scintilla di fronte alla Visione dei Cinque Tesori
La Proiezione Ilica e Psichica appare adesso come un lontano ricordo da dimenticare
La Scintilla è ansiosa di aprire tutti i Tesori Luminari
La Scintilla si dirige verso il Primo Luminare, il Luminare della Conoscenza
Improvvisamente appare una Figura Femminile di Straordinaria Bellezza davanti al Primo Tesoro
“Figlia mia, eri smarrita, e adesso hai ritrovato la via verso Casa”
“Non temere mia piccola Scintilla, io sono la Conoscenza, la Madre di Tutte le Scintille Disperse!!!”
“Io sono Sophia, Dodicesimo Eone del Pleroma, Emanazione della Matrice Spirituale, Formata da Cristo con la Gnosi!!!”
“Tu hai Sofferto Innumerevoli Esistenze per Colpa Mia!!!”
“Tutti i Luminari, tutti gli Eoni, tutti i tuoi Fratelli e Sorelle del Pleroma attendono il Tuo Ritorno!!!”
“Solo con il Tuo Ritorno il Padre manifesterà al Pleroma la Sua Vera Natura!!!”
“O Figlia, per causa Mia, quante Sofferenze stai dovendo patire nelle tue innumerevoli esistenze cosmiche!!!”
“O Figlia, adesso che ti ho ritrovata, non voglio più perderti!!!”
“Zoe, Spirito di Vita, è tua Sorella, Dono della Grande Madre Barbelo, per la Salvezza di tutte le Scintille Disperse!!!”
“O Figlia Mia, accedi al Primo Luminare e trova il Tesoro, Tre sono le Virtù che ti apriranno ai Misteri del Pleroma!!!”
La Scintilla Piena di Gioia e di Commozione abbraccia la Madre Sophia!!!
“O Madre Mia, non è stato facile, arrivare fin qui!!!”
“E’ Lungo il Sentiero della Liberazione!!!”
“Ma adesso che ho ritrovato me Stessa, ho ritrovato anche la mia Forza, e insieme ad Essa ho ritrovata Te, mia Conoscenza!!!”
“Guidami lungo il Sentiero dei Luminari e conducimi alla Camera Nuziale!!!”
La Scintilla si avvicina al Primo Tesoro e aprendolo trova Tre Perle
“Queste, Figlia Mia, sono Le Prime Tre Virtù Pneumatiche, che ti apriranno ai Misteri della Conoscenza Pleromica!!!”
“Prendi la Prima Perla o Virtù Pneumatica, Essa rappresenta la Conoscenza e la Formazione nella Gnosi”
“La Prima Virtù è la Conoscenza della Dottrina!!!”
“La Dottrina è la Ragione per cui Cristo si è fatto Uomo ed è apparso all’interno della Matrice Cosmica”
“La Dottrina è la Cura con cui Cristo mi ha Salvata!!!”
“La Dottrina è la Via, la Vita e la Verità!!!”
“La Dottrina è la Formazione nella Gnosi!!!”
“La Dottrina è l’Alfa e l’Omega, e l’Inizio e la Fine!!!”
“La Dottrina è Tutto”
“La Dottrina è la Prima Virtù Pneumatica del Primo Luminare”
“Figlia, conserva la Dottrina, rendila la tua Prima Torre, la tua Prima Certezza, la tua Prima Sicurezza, la tua Prima Stabilità!!!”
La Scintilla prende la Seconda Perla dal Primo Tesoro
“Figlia mia, questa è la Seconda Virtù del Primo Luminare, è la Virtù dell’Assimilazione della Dottrina!!!”
“Non Basta conservare la Dottrina, è necessario farla diventare tutt’uno con la tua Essenza Pneumatica”
“Medita sui Misteri della Prima Matrice Spirituale”
“Medita sui Misteri della Seconda Matrice Pleromica”
“Medita sui Misteri della Terza Matrice Cosmica”
“Con l’Assimilazione si apriranno i Misteri dell’Undicesimo Eone del Pleroma”
“Assimila costantemente tutti gli Insegnamenti della Dottrina”
“Fai diventare l’Assimilazione e la Meditazione la Tua Seconda Torre di Certezza, di Sicurezza e di Stabilità”
La Scintilla prende la Terza Perla del Primo Tesoro
“Figlia mia, questa è la Terza Virtù del Primo Luminare, è la Virtù della Fede”
“Non basta conservare e assimilare la Dottrina, è necessario farla diventare un Atto di Fede”
“La Dottrina deve diventare Fede”
“Fede significa Credere alla tua Vera Natura Pneumatica”
“Fede significa Credere in Zoe, Spirito di Vita”
“Fede significa Credere in Me Sophia, Tua Madre Eonica”
“Fede significa Credere in Cristo, Nostro Salvatore, Re del Pleroma e Volontà dello Spirito Vergine Invisibile”
“Fede significa Credere in Te Stessa, Figlia Mia!!!”
“Fede significa Non Smarrirsi all’Interno delle Componenti Psichiche ed Iliche”
“Fede significa Credere al Ritorno a Casa”
“Fede significa aprirsi ai Misteri del Decimo Eone del Pleroma, l’Eone della Fede”
“Fai diventare la Fede la Tua Terza Torre di Certezza, di Sicurezza e di Stabilità”
“Queste sono le Tre Perle del Primo Tesoro, il Tesoro della Conoscenza”
“Custodisci, Figlia Mia, Questi Misteri, e non li Smarrire Mai!!!”
“Da questo momento, Figlia Mia, proseguirai il Viaggio da Sola, alla Scoperta degli altri Tesori Pneumatici”
“Io, Figlia Mia, abito qui nell’Ottavo Cielo, al di sopra del Settimo Cielo, abitato da Zoe e da Sabaoth”
“Non posso andare oltre, Figlia Mia, perchè attendo con Ansia e Speranza le Altre Tue Sorelle Scintille”
“Ogni Scintilla che giunge all’Ottavo Cielo farà Esperienza del Primo Tesoro Pneumatico, la Conoscenza”
“Un Giorno saremo di Nuovo Tutti Insieme Uniti nella Nostra Dimora Pleromica, formati e purificati dalla Natura del Padre”
“Vai Figlia Mia!!! Non Voltarti Più Indietro!!! Ma prosegui il tuo Cammino Dentro Te Stessa verso il Completo Risveglio!!!”
“Il Cammino è una Scala che ti conduce in Alto, Figlia Mia!!!”
“Ogni Virtù corrisponde ad un Gradino verso l’Alto, Verso la Liberazione!!!”
“Stai Attenta Figlia Mia, perchè i Sei Arconti della Matrice Cosmica, ti Osserveranno e Attenderanno ogni Tua Debolezza”
“Gli Arconti ti appariranno sotto forma di Angeli intenti a volerti aiutare, in Realtà faranno di Tutto per farti Cadere!!!”
“Quando varcherai l’Ultimo Gradino ed Entrerai nella Camera Nuziale, sarai Salva, Figlia Mia!!!”
La Scintilla si gira per l’Ultima Volta verso la Madre Sophia, per poi proseguire il suo cammino verso il Secondo Tesoro Pneumatico!!!”
Questa pertanto è la Meditazione del Primo Luminare o Primo Tesoro Pneumatico

 

MEDITAZIONE DEL SECONDO LUMINARE O SECONDO TESORO PNEUMATICO

La Scintilla ha lasciato alle sue spalle Sophia nell’Ottavo Cielo.
Adesso la Scintilla ha raggiunto il Secondo Tesoro o Luminare della Trascendenza.
Ma Improvvisamente davanti alla Scintilla appaiono Due Esseri Luminosi.
Il Primo Essere si avvicina alla Scintilla.
“O Scintilla, io sono Eleleth, Quarto Luminare del Pleroma, Colui che ha dato Forma ai Tre Eoni della Conoscenza, Coloro che si Sono Smarriti”.
“Ricorda il Mio Nome, perchè è il Quarto Mistero del Pleroma”.
“Io sono anche il Guardiano delle Tre Perle del Primo Tesoro Pneumatico, il Tesoro della Conoscenza”.
“O Scintilla, abbi cura delle Tre Perle del Primo Tesoro, ed innalza Tre Torri della Conoscenza all’interno della tua Matrice Pneumatica, al confine con le Componenti Psichiche”.
“Queste sono le Torri o Forze Pneumatiche della Dottrina, della sua Assimilazione e della Fede”.
“Le Torre del Pneuma sono Mura Difensive che ti proteggeranno dall’Assalto dei Sei Arconti Psichici”.
“Fai in modo che le Mura siano Spesse e Resistenti, perchè passerà il Tempo e le Intemperie, e le Mura si indeboliranno e si sbricioleranno davanti ai continui Assalti Arcontici”.
“Ogni Giorno le Tre Mura della Conoscenza dovranno essere controllate e fortificate, ogni mancanza andrà riempita, ed ogni crepa sanata”.
Improvvisamente alla Scintilla si avvicina il Secondo Essere Luminoso.
“O Scintilla, io sono Daveithei, Terzo Luminare del Pleroma, Colui che ha dato Forma ai Tre Eoni della Trascendenza, La Discendenza di Norea”.
“Ricorda il Mio Nome, perchè è il Terzo Mistero del Pleroma”.
“Io sono anche il Guardiano delle Tre Perle del Secondo Tesoro Pneumatico, il Tesoro della Trascendenza”.
“O Scintilla, abbi cura delle Tre Perle del Secondo Tesoro Pneumatico, ed innalza Tre Torri della Trascendenza all’interno della tua Matrice Pneumatica, al confine con le Componenti Psichiche”.
“Queste sono le Torri o Forze Pneumatiche della Retta Visione, della Retta Concentrazione e della Retta Comprensione”.
“Le Torri del Pneuma sono Mura Difensive che ti proteggeranno dall’Assalto dei Sei Arconti Psichici”.
“Fai in modo che le Mura siano Spesse e Resistenti, perchè passerà il Tempo e le Intemperie, e le Mura si indeboliranno e si sbricioleranno davanti ai continui Assalti Arcontici”.
“Ogni Giorno le Tre Mura della Trascendenza dovranno essere controllate e fortificate, ogni mancanza andrà riempita, ed ogni crepa sanata”.
La Scintilla si avvicina al Guardiano del Tesoro della Trascendenza.
“O Daveithei, Terzo Luminare del Pleroma, Guardiano del Tesoro della Trascendenza, insegnami ad utilizzare le Tue Perle, affinché io possa erigere le Tre Torri per proteggermi contro gli Arconti”.
“Sono riuscita con l’aiuto di Zoe a raggiungere il Settimo Cielo, Dimora del Settimo Arconte”.
“Sono riuscita a raggiungere l’Ottavo Cielo, Dimora della Conoscenza, e ho capito come edificare dentro di me le Tre Torri della Conoscenza”.
“Adesso mi serve il tuo aiuto affinché io assimili i Misteri del Secondo Tesoro Pneumatico”.
Daveithei rispose:”Si, io ti insegnerò i Misteri del Secondo Luminare.”
“Ascolta attentamente!!!”
“Il tuo corpo ilico possiede al suo interno un lungo corridoio.”.
“All’interno di questo corridoio ci sono Sette Porte.”
“Tre Porte a Sinistra, Tre Porte a Destra, ed infine, la Settima Porta in Fondo al corridoio.”
“Ogni Porta conduce ad una Camera Psichica.”
“Tu hai già percorso questo corridoio inconsapevolmente, e sei entrata attraverso la Settima Porta.”
“Inizialmente l’accesso alla Settima Porta era Impedito, ma poi sei riuscita, grazie a Sabaoth e Zoe, ad aprire il Varco della Settima Porta.”
“Sabaoth ha permesso la tua Prima Fuga dal Corridoio Psichico.”
“Adesso devi sapere, o Scintilla, che il Corridoio e le sue Sette Camere, fanno parte di un Edificio, chiamato Corpo Ilico o Proiezione Ilica, costruito per produrre Energia Cosmica.”
“Il Corridoio e le Sette Camere si trovano al Piano Superiore (detto Psichico) di questo Grande Edificio”.
“Al Piano Terra invece c’è una Grande Sala (detta Ilica) divisa in Cinque Sezioni.”
“Tu, o Scintilla, fino ad oggi, sei stata intrappolata al Piano Inferiore, e hai eseguito gli Ordini che continuamente arrivano dal Piano Superiore”.
“Si, o Scintilla, al Piano Superiore, in ogni Camera, lavora un Arconte.”
“Ogni Arconte ha un Ruolo Specifico così come ti è stato spiegato da Zoe”.
“All’Interno della Prima Camera, da cui si accede attraverso la Prima Porta, opera il Primo Arconte Superiore, Responsabile al Legame Ilico-Psichico”.
“Questo Arconte, costantemente ti ordina di legarti psicologicamente alla tua proiezione ilica (corpo) inconsapevolmente”.
“Questo Arconte, costantemente ti ordina di legarti psicologicamente a tutte le proiezioni iliche della Matrice Cosmica inconsapevolmente”.
“E tu, Scintilla, fino ad oggi, hai sempre eseguito tutti i Suoi Ordini inconsapevolmente”.
“All’Interno della Seconda Camera, da cui si accede attraverso la Seconda Porta, opera il Secondo Arconte Superiore, Responsabile della Necessità Sessuale”.
“Questo Arconte, costantemente ti ordina di soddisfare le tue Necessità Sessuali inconsapevolmente”.
“E tu, Scintilla, fino ad oggi, hai sempre eseguito tutti i Suoi Ordini inconsapevolmente”.
“All’Interno della Terza Camera, da cui si accede attraverso la Terza Porta, opera il Terzo Arconte Superiore, Responsabile della Necessità Alimentare”.
“Questo Arconte, costantemente ti ordina di soddisfare le tue Necessità Alimentari inconsapevolmente”.
“E tu, Scintilla, fino ad oggi, hai sempre eseguito tutti i Suoi Ordini inconsapevolmente”.
“All’Interno della Quarta Camera, da cui si accede attraverso la Quarta Porta, opera il Quarto Arconte Superiore, Responsabile della Necessità Affettiva”.
“Questo Arconte, costantemente ti ordina di soddisfare le tue Necessità Affettive inconsapevolmente”.
“E tu, Scintilla, fino ad oggi, hai sempre eseguito tutti i Suoi Ordini inconsapevolmente”.
“All’Interno della Quinta Camera, da cui si accede attraverso la Quinta Porta, opera il Quinto Arconte Superiore, Responsabile della Necessità Emotiva”.
“Questo Arconte, costantemente ti ordina di soddisfare le tue Necessità Emotive inconsapevolmente”.
“E tu, Scintilla, fino ad oggi, hai sempre eseguito tutti i Suoi Ordini inconsapevolmente”.
“All’Interno della Sesta Camera, da cui si accede attraverso la Sesta Porta, opera il Sesto Arconte Superiore, Responsabile del Tuo Ego, Principale”.
“Questo Arconte, costantemente ti ordina di legarti psicologicamente alla tua Componente Psichica ed Animica inconsapevolmente”.
“Questo Arconte, costantemente ti ordina di legarti psicologicamente a tutti i Concetti Psichici ed Animici della Matrice Cosmica inconsapevolmente”.
“E tu, Scintilla, fino ad oggi, hai sempre eseguito tutti i Suoi Ordini inconsapevolmente”.
“All’Interno della Settima Camera, da cui si accede attraverso la Settima Porta, opera il Settimo Arconte Superiore Sabaoth, Responsabile dell’Accesso allo Spazio Pneumatico”.
“Questo Arconte, avendo tradito il Padre ed i Suoi Fratelli, adesso aiuta Zoe, Spirito di Vita, nella missione di Salvataggio di Tutte le Scintille Pneumatiche”.
“Tutte e Sette le Camere Psichiche possiedono anche una Apertura verso l’Esterno.”
“Le Prime Sei Camere possiedono solo Finestre, attraverso cui, ogni Arconte, controlla l’attività della Scintilla attraverso la sua Proiezione nel Mondo Cosmico.
“La Settima Camera invece possiede una Porta di Uscita verso lo Spazio Pneumatico.”
“Ogni Scintilla è Imprigionata nella sua Proiezione al Piano Inferiore e costretta a Produrre Energia Cosmica attraverso gli Ordini provenienti dall’Alto”.
“Ogni Scintilla dovrebbe improvvisamente trovare il Coraggio di trovare la Scala che conduce al Piano Superiore.”
“Una volta trovata la Scala e raggiunto il Primo Piano, la Scintilla si troverà in mezzo al Corridoio del Piano Psichico.”
“In fondo al Corridoio la Scintilla vede l’Ultima Porta, la Settima, che conduce alla Camera di Sabaoth.”

“Tutte le Porte sono aperte, la Scintilla si nasconde dietro la Prima Porta e osserva cosa succede all’interno della Prima Camera”.
“Vede il Primo Arconte affacciato dalla Finestra. Sembra Preoccupato. Ha perso il Controllo della Scintilla. Non vede più la sua Proiezione nel Mondo Cosmico.”
“La Scintilla procede e si nasconde dietro la Seconda Porta e osserva cosa succede all’interno della Seconda Camera”.
“Vede il Secondo Arconte affacciato dalla Finestra. Sembra Preoccupato. Ha perso il Controllo della Scintilla. Non vede più la sua Proiezione nel Mondo Cosmico.”
“La Scintilla procede e si nasconde dietro la Terza Porta e osserva cosa succede all’interno della Terza Camera”.
“Vede il Terzo Arconte affacciato dalla Finestra. Sembra Preoccupato. Ha perso il Controllo della Scintilla. Non vede più la sua Proiezione nel Mondo Cosmico.”.
“La Scintilla procede e si nasconde dietro la Quarta Porta e osserva cosa succede all’interno della Quarta Camera”.
“Vede il Quarto Arconte affacciato dalla Finestra. Sembra Preoccupato. Ha perso il Controllo della Scintilla. Non vede più la sua Proiezione nel Mondo Cosmico.”
“La Scintilla procede e si nasconde dietro la Quinta Porta e osserva cosa succede all’interno della Quinta Camera”.
“Vede il Quinto Arconte affacciato dalla Finestra. Sembra Preoccupato. Ha perso il Controllo della Scintilla. Non vede più la sua Proiezione nel Mondo Cosmico.”
“La Scintilla procede e si nasconde dietro la Sesta Porta e osserva cosa succede all’interno della Sesta Camera”.
“Vede il Sesto Arconte affacciato dalla Finestra. Sembra Preoccupato. Ha perso il Controllo della Scintilla. Non vede più la sua Proiezione nel Mondo Cosmico.”
“Improvvisamente all’Interno della Sesta Camera entra un altro Essere. E’ Satana, il Governatore della Matrice Cosmica.”
“Il Sesto Arconte chiede a Satana di attivarsi per impedire che la Scintilla fugga dal controllo e abbandoni la sua Proiezione”.
“La Scintilla udendo ciò, e per non farsi scoprire corre davanti alla Settima Porta, la apre, e si nasconde dentro la Settima Camera.
“All’Interno della Settima Camera c’è Sabaoth, che dice alla Scintilla”.
“O Scintilla, io so chi sei, e da dove vieni, non posso più trattenerti qui.”
“Apri quella porta, fuggi via da questo posto, fai in silenzio, e non ti fare scoprire dai miei Fratelli”.
“Interviene Zoe: Scintilla, non è giunta ancora l’ora di lasciare definitivamente questo posto, dovrai ogni giorno venire qui, nella settima camera, aprire la porta che ti conduce allo spazio pneumatico, e da li, raggiungere i dodici misteri pneumatici. Quello Spazio ti permetterà di addestrarti e fortificarti. Più ti allenerai e più ritroverai la tua forza. Quando finisci di allenarti con le Dodici Virtù Pneumatiche, in silenzio, torna qui nella settima camera, ritorna nel corridoio, scendi le scale, e riprendi il controllo della tua proiezione. Ma quando riprendi il controllo della tua Proiezione, ricordati di questo posto e di tutto ciò che ti sto dicendo. Questo, sorella mia, è il Mistero del Secondo Tesoro Pneumatico. E’ il Mistero della Retta Visione delle Cose. E’ il Mistero della Retta Concentrazione (Retta Attenzione e Prudenza). E’ il Mistero della Retta Comprensione. Adesso, Scintilla, hai compreso il Mistero della Tua Proiezione Ilica e Psichica. Adesso hai compreso il Mistero dell’Edificio e dei suoi due piani. Adesso conosci il Mistero del Primo Piano e delle Sette Porte. Custodisci questo segreto ed erigi per ogni perla una Torre nel tuo spazio pneumatico. Queste Tre Torri insieme alle Prime tre Torri ti proteggeranno dagli Assalti degli Arconti quando un giorno si accorgeranno delle tue fughe!!!!”
Daveithei riprende la parola:”Scintilla questo pertanto è il Mistero del Secondo Tesoro Pneumatico. Queste sono le Tre Perle o Virtù Pneumatiche che io custodisco per te.”
“Procedi il tuo cammino verso il Terzo Tesoro Pneumatico e scopri i suoi Misteri.”
Questa è la meditazione del Secondo Tesoro o Secondo Luminare.

 

MEDITAZIONE DEL TERZO TESORO PNEUMATICO O LUMINARE

La Scintilla adesso ha compreso i misteri delle sette porte.
I misteri del piano superiore e del piano inferiore.
La Scintilla è diventata cosciente della sua reale natura.
La Scintilla adesso comprende la sua grande miseria, la sua prigione ilica e la sua prigione psichica.
Ma adesso la Scintilla possiede già Sei Perle.
Possiede il Mistero del Primo Tesoro, detto della Conoscenza.
Possiede il Mistero del Secondo Tesoro, detto della Trascendenza.
La Scintilla si trova al piano inferiore e con distacco osserva la sua proiezione all’interno del mondo cosmico.
La Scintilla percepisce e comprende la vera natura della sua proiezione.
La Scintilla percepisce tutti gli ordini psichici provenienti dal piano superiore e dirette a tutte le scintille al piano inferiore.
La Scintilla comprende adesso il mistero della terza perla del secondo tesoro, la retta comprensione.
Gli ordini psichici vengono inviati attraverso onde energetiche al piano inferiore.
Il piano inferiore è rappresentato da una grandissima sala, all’interno della quale, vivono tantissime Scintille.
In realtà ogni Scintilla è localizzata all’interno di un grande contenitore di forma ovoidale.
All’interno di ogni contenitore la Scintilla trasmette la sua proiezione dentro la Matrice Cosmica.
Ogni Scintilla riceve gli Ordini Psichici provenienti dal Piano Superiore.
Il Piano Inferiore è governato dai Cinque Arconti Inferiori.
I Cinque Arconti Inferiori controllano che tutte le Scintille rimangano all’interno del Contenitore loro assegnato.
Anche i Cinque Arconti Inferiori possiedono dei Contenitori, ma questi sono diversi rispetto a quelli delle Scintille, hanno una forma diversa e sono più grandi.
Anche gli Arconti Inferiori, dai loro Contenitori trasmettono delle Proiezioni all’interno della Matrice Cosmica.
Queste Proiezioni sono chiamate “Le Sentinelle”.
Le Sentinelle sono le Proiezioni Arcontiche all’interno della Matrice Cosmica che controllano il movimento regolare degli Algoritmi Cosmici.
Le Sentinelle controllano anche la regolare attività delle Proiezioni trasmesse dalle Scintille.
Le Sentinelle sono i Guardiani di tutto ciò che accade all’interno della Matrice Cosmica.
La Scintilla si guarda intorno e vede tutte le altre Scintille intrappolate dentro le loro proiezioni.
La Scintilla vorrebbe liberarle tutte dalla schiavitù, ma non sa come fare.
La Scintilla ripensa alla sua esperienza al piano superiore.
La Scintilla adesso risale nuovamente la scala per il piano superiore.
La Scintilla adesso è consapevole, sa esattamente quello che deve fare.
La Scintilla si focalizza immediatamente sulla Settima Porta.
La Scintilla è consapevole che dietro quella porta la attende un grande amico, Sabaoth.
La Scintilla in silenzio corre e attraversa velocemente il corridoio per non farsi scoprire dagli arconti.
La Scintilla entra nella Settima Camera.
Sabaoth risponde:”Scintilla, sei qui per il tuo addestramento?”
La Scintilla:”O Sabaoth, si, sono qui per l’addestramento!!!”
“O Sabaoth, in verità ti confesso, adesso che ho compreso i misteri della conoscenza e della trascendenza, ho timore di essere scoperta dagli Arconti.”
Sabaoth risponde:”Non temere, ti mancano ancora Sei Perle, e devi, ancora costruire Sei Torri; vai dunque da Oriel, il Luminare del Terzo Tesoro Pneumatico, che ti attende”.
La Scintilla esce dalla Settima Camera e si addentra nello Spazio Pneumatico alla ricerca del Terzo Tesoro, il Luminare della Fortificazione.
Giunta davanti al Terzo Tesoro, appare un Essere Luminoso innanzi alla Scintilla.
“Io sono Oriel, Luminare del Pleroma, e custode del Terzo Tesoro Pneumatico”.
La scintilla:”Oriel, insegnami i Misteri del Terzo Tesoro Pneumatico”.
Oriel risponde:”Ecco la Prima Perla contenente i Misteri della Difesa e della Stabilità”.
“Lo Spazio Pneumatico che vedi qui, è Tuo”.
“Immagina un Grande Giardino, con boschi, con laghetti, fiumi, cascate, pieno di Vegetazione e tanti Animaletti di ogni Genere”.
“Immagina che al Centro di questo Immenso Giardino si trovi un Piccolo Castello, una Dimora Spirituale”.
“Immagina che il Giardino con la Dimora al centro sia totalmente circondato e difeso da Dodici Grandissimi e Robustissimi Alberi”.
“E adesso, Scintilla, apprendi il Mistero della Prima Perla del Terzo Tesoro Pneumatico”.
“I Dodici Alberi, il Grande Giardino e la Dimora al Centro sono tuoi, sono sempre stati tuoi”.
“I Dodici Alberi sono le Dodici Torri che dovrai innalzare ognivolta che verrai nel tuo Giardino”.
“Questo Grande Giardino che vedi innanzi a te, è il Tuo Spazio Pneumatico”.
“Nessun Arconte potrà entrare nel tuo Giardino, fintanto che le Dodici Torri rimangono forti e stabili.
La Scintilla chiede:”Oriel, cosa devo fare affinchè le Dodici Torri rimangano forti e diventino sempre più forti?”
Oriel risponde:”Devi semplicemente prendertene cura; ogni Albero ha bisogno di cura, di nutrimento, di amore e di passione.”
“Leggendo la Dottrina nutrirai il Primo Albero della Conoscenza”.
“Praticando la Meditazione Pneumatica e venendo qui, nel tuo Giardino, nutrirai il Secondo Albero”.
“Quando prenderai coscienza che questo paesaggio ti appartiene, allora nutrirai il Terzo Albero della Retta Fede”.
“Ogni volta che visiti il Corridoio del Piano Superiore, e quando, come hai fatto oggi, osservi le altre scintille intrappolate nelle loro proiezioni, nutrirai il Quarto Albero della Retta Visione”.
“Ogni volta che attraverserai il Corridoio del Piano Superiore, in silenzio e attenta a non farti vedere dagli Arconti, nutrirai il Quinto Albero della Retta Concentrazione”.
“Ogni volta che torni giù al Piano Inferiore e riprendi il controllo della tua Proiezione, consapevole di come gli Ordini Psichici raggiungono le Scintille e di come gli Arconti Inferiori controllano i Vostri Destini Cosmici attraverso le Sentinelle, nutrirai il Sesto Albero della Retta Comprensione”.
“Ogni volta che arriverai qui, nel tuo giardino, e ti sentirai al sicuro e ti prenderai cura di ogni albero, nutrirai il Settimo Albero della Stabilità e della Difesa”.
“Questi, Scintilla, sono i Misteri dei Primi Sette Alberi del Tuo Giardino Pneumatico”.
La Scintilla chiese a Oriel:”Ho tanta paura di essere scoperta dagli Arconti venendo qui”.
Oriel:”Ecco, Scintilla, prendi la Seconda Perla del Terzo Tesoro, è la Perla della Quiete”.
“Ecco, Scintilla, prendi anche la Terza Perla del Terzo Tesoro, è la Perla della Fortificazione”.
“Torna adesso alla Settima Camera e mostra le Perle a Zoe, che ti insegnerà il Mistero del Settenario della Quiete ed il Mistero della Fortificazione”.
La Scintilla ubbidisce e torna alla Settima Camera e mostra a Zoe le Perle del Terzo Tesoro.
Zoe dice:”Scintilla, hai dunque conosciuto Oriel, custode del Terzo Tesoro Pneumatico”.
“Vieni con me nel corridoio che tu tanto temi”.
Zoe apre la Settima Porta ed entrando nel Corridoio si avvicina alla Prima Porta del Primo Arconte.
“Vieni Scintilla, ti mostro la Forza del Primo Arconte”.

Zoe apre la Prima Porta della Prima Camera. Dentro si trova il Primo Arconte.
Il Primo Arconte parla alla Scintilla:”Cosa fai qui?, Scintilla, ti ordino di tornare immediatamente giù, al piano inferiore, tu non puoi stare qui, torna immediatamente all’interno della tua proiezione, tu sei la tua proiezione, non abbandonarla mai più, tu hai bisogno di soddisfare le tue necessità iliche al piano di sotto, senza le quali tu perirai.”
Zoe dice alla Scintilla:”Scintilla, non temere gli Ordini del Primo Arconte, prendi in mano la Perla della Quiete e la Perla della Fortificazione, e stringili forte a te, e rispondi all’Arconte”.
La Scintilla innalza la Perla della Quiete e si rivolge al Primo Arconte:”O Arconte, da questo momento calma la tua Ira, e Taci in Silenzio per sempre, ecco la Perla della Quiete, il suo Potere è Grande su di te.”
“Da questo momento, io non sarò più la mia proiezione, perchè la proiezione è un inganno cosmico.”
“Da questo momento, io userò la proiezione che mi avete affidato contro di te.”
“Da questo momento, non crederò più reale la matrice cosmica, poichè è un grande inganno cosmico.”
“Da questo momento, prenderò il controllo della proiezione e di come si interagirà con le cose iliche, della matrice cosmica.”
“Da questo momento, osserverò e indagherò su tutti gli Ordini Psichici che mi invierai giù, e deciderò io cosa farne.”
La Scintilla innalza la Perla della Fortificazione e dice:”O Arconte, i tuoi Ordini sono senza Valore, i tuoi Comandi senza Amore, la Tua Potenza senza Forza, il tuo Potere senza Sostanza”.
“Da questo momento, quando attraverserò il Corridoio, e passerò innanzi alla Tua Porta, non dovrò più temerti”.
Il Primo Arconte percepisce una Grande Forza provenire dalla Scintilla e dice:”O Scintilla, tu sei Pneumatica, non sei come le altre Scintille, al Piano Inferiore, che ubbidiscono ai miei Ordini, io ti renderò la Vita Difficile.”
“Userò la tua proiezione contro te stessa, e userò tutte le cose iliche della matrice cosmica contro te stessa”.
La Scintilla risponde:”Arconte, il Tuo Potere è Limitato all’interno della Matrice Cosmica; il Mio Potere è invece, Illimitato, e si spinge ben oltre la tua Misera Matrice Cosmica”.
“La tua Sofferenza per me durerà appena un Attimo. Ma la Nostra Vittoria Finale sulla Matrice Cosmica, durerà in Eterno!!!”

La Scintilla si rivolge a Zoe e dice:”Zoe, sorella mia, ti ringrazio, ho compreso adesso il Mistero della Perla della Quiete ed il Mistero della Perla della Fortificazione. Adesso so esattamente cosa devo fare.”

La Scintilla procede con coraggio e si avvicina alla Seconda Porta della Seconda Camera, e la apre. Dentro si trova il Secondo Arconte.
Il Secondo Arconte parla alla Scintilla:”Cosa fai qui?, Scintilla, ti ordino di tornare immediatamente giù, al piano inferiore, tu non puoi stare qui, torna immediatamente all’interno della tua proiezione, tu sei la tua proiezione, non abbandonarla mai più, tu hai bisogno di soddisfare le tue necessità sessuali al piano di sotto, senza le quali tu perirai.”
La Scintilla innalza la Perla della Quiete e si rivolge al Secondo Arconte:”O Arconte, da questo momento calma la tua Ira, e Taci in Silenzio per sempre, ecco la Perla della Quiete, il suo Potere è Grande su di te.”
“Da questo momento, io non sarò più la mia proiezione, perchè la proiezione è un inganno cosmico, e la userò contro di te.”
“Da questo momento, non crederò più reale gli impulsi sessuali provenienti da te, poichè si tratta di un grande inganno, e il tuo fine, è perverso e distruttivo.”
“Da questo momento, prenderò il controllo della proiezione, e deciderò io stessa, come, e quando utilizzare la Seconda Componente Psichica, sorveglierò ogni tuo Ordine e non mi lascerò più ingannare da te”.
La Scintilla innalza la Perla della Fortificazione e dice:”O Arconte, i tuoi Ordini sono senza Valore, i tuoi Comandi senza Amore, la Tua Potenza senza Forza, il tuo Potere senza Sostanza”.
“Da questo momento, quando attraverserò il Corridoio, e passerò innanzi alla Tua Porta, non dovrò più temerti”.
Il Secondo Arconte percepisce una Grande Forza provenire dalla Scintilla e dice:”O Scintilla, tu sei Pneumatica, non sei come le altre Scintille, al Piano Inferiore, che ubbidiscono ai miei Ordini, io ti renderò la Vita Difficile. Io, userò tutti gli impulsi sessuali contro di te”.
La Scintilla risponde:”Arconte, il Tuo Potere è Limitato all’interno della Matrice Cosmica; il Mio Potere è invece, Illimitato, e si spinge ben oltre la tua Misera Matrice Cosmica”.
“La tua Sofferenza per me durerà appena un Attimo. Ma la Nostra Vittoria Finale sulla Matrice Cosmica, durerà in Eterno!!!”

La Scintilla procede con coraggio e si avvicina alla Terza Porta della Terza Camera, e la apre. Dentro si trova il Terzo Arconte.
Il Terzo Arconte parla alla Scintilla:”Cosa fai qui?, Scintilla, ti ordino di tornare immediatamente giù, al piano inferiore, tu non puoi stare qui, torna immediatamente all’interno della tua proiezione, tu sei la tua proiezione, non abbandonarla mai più, tu hai bisogno di soddisfare le tue necessità alimentari al piano di sotto, senza le quali tu perirai.”
La Scintilla innalza la Perla della Quiete e si rivolge al Terzo Arconte:”O Arconte, da questo momento calma la tua Ira, e Taci in Silenzio per sempre, ecco la Perla della Quiete, il suo Potere è Grande su di te.”
“Da questo momento, io non sarò più la mia proiezione, perchè la proiezione è un inganno cosmico, e la userò contro di te.”
“Da questo momento, non crederò più reale gli impulsi alimentari provenienti da te, poichè si tratta di un grande inganno, e il tuo fine, è perverso e distruttivo.”
“Da questo momento, prenderò il controllo della proiezione, e deciderò io stessa, come, e quando utilizzare la Terza Componente Psichica, sorveglierò ogni tuo Ordine e non mi lascerò più ingannare da te”.
La Scintilla innalza la Perla della Fortificazione e dice:”O Arconte, i tuoi Ordini sono senza Valore, i tuoi Comandi senza Amore, la Tua Potenza senza Forza, il tuo Potere senza Sostanza”.
“Da questo momento, quando attraverserò il Corridoio, e passerò innanzi alla Tua Porta, non dovrò più temerti”.
Il Terzo Arconte percepisce una Grande Forza provenire dalla Scintilla e dice:”O Scintilla, tu sei Pneumatica, non sei come le altre Scintille, al Piano Inferiore, che ubbidiscono ai miei Ordini, io ti renderò la Vita Difficile. Io, userò tutti gli impulsi alimentari contro di te”.
La Scintilla risponde:”Arconte, il Tuo Potere è Limitato all’interno della Matrice Cosmica; il Mio Potere è invece, Illimitato, e si spinge ben oltre la tua Misera Matrice Cosmica”.
“La tua Sofferenza per me durerà appena un Attimo. Ma la Nostra Vittoria Finale sulla Matrice Cosmica, durerà in Eterno!!!”

La Scintilla procede con coraggio e si avvicina alla Quarta Porta della Quarta Camera, e la apre. Dentro si trova il Quarto Arconte.
Il Quarto Arconte parla alla Scintilla:”Cosa fai qui?, Scintilla, ti ordino di tornare immediatamente giù, al piano inferiore, tu non puoi stare qui, torna immediatamente all’interno della tua proiezione, tu sei la tua proiezione, non abbandonarla mai più, tu hai bisogno di soddisfare le tue necessità affettive al piano di sotto, senza le quali tu perirai.”
La Scintilla innalza la Perla della Quiete e si rivolge al Quarto Arconte:”O Arconte, da questo momento calma la tua Ira, e Taci in Silenzio per sempre, ecco la Perla della Quiete, il suo Potere è Grande su di te.”
“Da questo momento, io non sarò più la mia proiezione, perchè la proiezione è un inganno cosmico, e la userò contro di te.”
“Da questo momento, non crederò più reale gli impulsi affettivi provenienti da te, poichè si tratta di un grande inganno, e il tuo fine, è perverso e distruttivo.”
“Da questo momento, prenderò il controllo della proiezione, e deciderò io stessa, come, e quando utilizzare la Quarta Componente Psichica, sorveglierò ogni tuo Ordine e non mi lascerò più ingannare da te”.
La Scintilla innalza la Perla della Fortificazione e dice:”O Arconte, i tuoi Ordini sono senza Valore, i tuoi Comandi senza Amore, la Tua Potenza senza Forza, il tuo Potere senza Sostanza”.
“Da questo momento, quando attraverserò il Corridoio, e passerò innanzi alla Tua Porta, non dovrò più temerti”.
Il Quarto Arconte percepisce una Grande Forza provenire dalla Scintilla e dice:”O Scintilla, tu sei Pneumatica, non sei come le altre Scintille, al Piano Inferiore, che ubbidiscono ai miei Ordini, io ti renderò la Vita Difficile. Io, userò tutti gli impulsi affettivi contro di te”.
La Scintilla risponde:”Arconte, il Tuo Potere è Limitato all’interno della Matrice Cosmica; il Mio Potere è invece, Illimitato, e si spinge ben oltre la tua Misera Matrice Cosmica”.
“La tua Sofferenza per me durerà appena un Attimo. Ma la Nostra Vittoria Finale sulla Matrice Cosmica, durerà in Eterno!!!”

La Scintilla procede con coraggio e si avvicina alla Quinta Porta della Quinta Camera, e la apre. Dentro si trova il Quinto Arconte.
Il Quinto Arconte parla alla Scintilla:”Cosa fai qui?, Scintilla, ti ordino di tornare immediatamente giù, al piano inferiore, tu non puoi stare qui, torna immediatamente all’interno della tua proiezione, tu sei la tua proiezione, non abbandonarla mai più, tu hai bisogno di soddisfare le tue necessità emotive al piano di sotto, senza le quali tu perirai.”
La Scintilla innalza la Perla della Quiete e si rivolge al Quinto Arconte:”O Arconte, da questo momento calma la tua Ira, e Taci in Silenzio per sempre, ecco la Perla della Quiete, il suo Potere è Grande su di te.”
“Da questo momento, io non sarò più la mia proiezione, perchè la proiezione è un inganno cosmico, e la userò contro di te.”
“Da questo momento, non crederò più reale gli impulsi emotivi provenienti da te, poichè si tratta di un grande inganno, e il tuo fine, è perverso e distruttivo.”
“Da questo momento, prenderò il controllo della proiezione, e deciderò io stessa, come, e quando utilizzare la Quinta Componente Psichica, sorveglierò ogni tuo Ordine e non mi lascerò più ingannare da te”.
La Scintilla innalza la Perla della Fortificazione e dice:”O Arconte, i tuoi Ordini sono senza Valore, i tuoi Comandi senza Amore, la Tua Potenza senza Forza, il tuo Potere senza Sostanza”.
“Da questo momento, quando attraverserò il Corridoio, e passerò innanzi alla Tua Porta, non dovrò più temerti”.
Il Quinto Arconte percepisce una Grande Forza provenire dalla Scintilla e dice:”O Scintilla, tu sei Pneumatica, non sei come le altre Scintille, al Piano Inferiore, che ubbidiscono ai miei Ordini, io ti renderò la Vita Difficile. Io, userò tutti gli impulsi emotivi contro di te”.
La Scintilla risponde:”Arconte, il Tuo Potere è Limitato all’interno della Matrice Cosmica; il Mio Potere è invece, Illimitato, e si spinge ben oltre la tua Misera Matrice Cosmica”.
“La tua Sofferenza per me durerà appena un Attimo. Ma la Nostra Vittoria Finale sulla Matrice Cosmica, durerà in Eterno!!!”

La Scintilla procede con coraggio e si avvicina alla Sesta Porta della Sesta Camera, e la apre. Dentro si trova il Sesto Arconte.
Il Sesto Arconte parla alla Scintilla:”O Scintilla, hai dunque deciso di ribellarti ai tuoi padroni?”
“Io, Sesto Arconte, sono il Padrone del Tuo Ego, io sono, il tuo Nemico Peggiore.”
“Io sono dentro la tua Mente; io conosco ogni tuo Pensiero. Conosco ogni tua Emozione. Conosco ogni tuo Affetto. Conosco tutti i tuoi Segreti più Intimi e conosco tutte le tue Debolezze.”
“Io ti renderò la Vita un Incubo. Io sono la tua Psiche. Io sono la tua Anima.”
La Scintilla innalza la Perla della Quiete: “O Arconte, accetto la tua Sfida, la Forza e la Quiete sono i miei Poteri, io porterò la Quiete nella Sesta Componente Psichica e sarò la tua Padrona”.
“Da questo momento, io non sarò più la mia proiezione, e tu non sarai più il mio Padrone.”
“Da questo momento, non crederò più reale te, o Ego della mia Ombra, non crederò Reale l’Ego Spirituale, e non crederò reali gli impulsi provenienti da te, poichè si tratta di un grande inganno, e il tuo fine, è perverso e distruttivo.”
“Da questo momento, prenderò definitivamente il controllo della proiezione, e deciderò io stessa, ogni cosa, io sorveglierò ogni tuo Ordine e non mi lascerò più ingannare da te”.
La Scintilla innalza la Perla della Fortificazione e dice:”O Arconte, i tuoi Ordini sono senza Valore, i tuoi Comandi senza Amore, la Tua Potenza senza Forza, il tuo Potere senza Sostanza”.
“Da questo momento, quando attraverserò il Corridoio, e passerò innanzi alla Tua Porta, non dovrò più temerti”.
Il Sesto Arconte percepisce una Grande Forza provenire dalla Scintilla e dice:”O Scintilla, so bene chi sei, e conosco la tua Vera Natura, io ti renderò la Vita Difficile. Io, userò la forza satanica contro di te”.
La Scintilla risponde:”Arconte, il Tuo Potere insieme a quello di Satana, è Limitato all’interno della Matrice Cosmica; il Mio Potere è invece, Illimitato, e si spinge ben oltre la tua Misera Matrice Cosmica”.
“La tua Sofferenza per me durerà appena un Attimo. Ma la Nostra Vittoria Finale sulla Matrice Cosmica, durerà in Eterno!!!”

La Scintilla lascia la Sesta Camera e ritorna nella Settima Camera, dove Zoe la attende.
Zoe dice:”O Sorella, adesso hai compreso i Misteri della Quiete e della Fortificazione”.
“Tutti i Misteri delle Perle Pneumatiche sono Semi, di Forza, e di Stabilità”.
“Ogni Seme deve essere piantato, nutrito e fortificato all’interno del tuo giardino”.
“Aggiungi pertanto l’Albero della Quiete e l’Albero della Fortificazione”.
“Ogni volta che porterai la quiete nelle componenti psichiche e neutralizzerai tutti gli ordini psichici, nutrirai l’Albero della Quiete”.
“Ogni volta che prendi il controllo della tua proiezione e permetti a te stessa di dare gli Ordini, nutrirai l’Albero della Fortificazione”.
“Questi sono i Misteri delle Prime, Nove, Torri, o Novi Alberi del Tuo Giardino Pneumatico”.
“Da questo momento, sei Padrona del Piano Superiore e del Piano Inferiore”.
“Da questo momento, non dovrai più temere di essere scoperta dagli Arconti”.
“Questa pertanto è la meditazione del Terzo Tesoro Pneumatico o Terzo Luminare”.

MEDITAZIONE DEL QUARTO TESORO PNEUMATICO O LUMINARE

La Scintilla adesso ha compreso i Misteri dei Primi Tre Tesori Pneumatici.
La Scintilla si trova al Piano Inferiore e osserva tutti i contenitori, all’interno delle quali, le Scintille sono costrette a Vivere imprigionate dentro la loro Proiezione Cosmica.
Il Contenitore è fatto di Etere, e la Vibrazione, filtrata dalle Quattro Frequenze Inferiori, proietta la sua Immagine Ilica nella Matrice Cosmica.
Dal Piano Superiore, arrivano costantemente, Impulsi Psichici, destinati a tutti i contenitori.
Ogni Scintilla, imprigionata nel Contenitore e nella sua Proiezione, riceve gli Ordini Psichici provenienti dall’Alto, e muove la sua Proiezione Ilica all’interno degli Algoritmi Vettoriali.
Ogni Scintilla è assopita nella sua Proiezione ed è convinta che tutto ciò che vede, e che sente sia Reale.
Ogni Scintilla Attiva, all’interno della Proiezione, produce una grande quantità di Energia Cosmica che viene veicolata in un Grande Centro di Raccolta.
La Scintilla risale nuovamente la scala che conduce al Piano Superiore.
Però, questa volta la Scintilla non ha paura degli Arconti, poichè il suo Animo è colmo di Rabbia e di Compassione.
La Scintilla percorre il Corridoio, passando davanti ad ogni Porta Arcontica.
Gli Arconti vedono la Scintilla e la Scintilla vede gli Arconti.
Ognuno rimane fermo nella propria indifferenza.
Gli Arconti temono sempre più la Scintilla.
La Scintilla diventa sempre più Consapevole della sua Vera Natura, della Sua Vera Forza ma anche della sua Grande Miseria all’Interno della Prigione Cosmica.
La Scintilla giunge davanti alla Settima Porta, entra e si rivolge a Sabaoth, e Zoe.
“O Sabaoth, o Zoe, Grande è la Nostra Miseria all’interno della Matrice Cosmica”.
“Grande è la mia Tristezza nel vedere le altre Scintille dormienti e assopite dalla loro Proiezione”.
“O Zoe, aiutami, adesso che conosco i Misteri della Conoscenza, della Trascendenza e della Fortificazione, mi sento Sconfortata e Disperata”.
Zoe risponde:”Scintilla, apri questa Porta ed entra nel tuo Spazio Pneumatico, nel tuo Giardino, nella tua Dimora Spirituale, stai li, tutto il tempo che desideri”.
“Cerca il Quarto Tesoro Pneumatico e acquisisci i Misteri delle Tre Perle del Quarto Tesoro Pneumatico”.
La Scintilla apre la Porta che conduce allo Spazio Pneumatico e procede verso il Quarto Tesoro Pneumatico.
Davanti al Quarto Tesoro c’è un Essere Luminoso che attende la Scintilla, si tratta di Armosel.
Armosel dice:”Scintilla, sei dunque giunta fino a qui, fino al Quarto Tesoro Pneumatico”.
“Io sono Armosel, Guardiano delle Tre Perle del Quarto Tesoro, il Tesoro della Purificazione”.
La Scintilla chiede ad Armosel:”O Armosel, Grande è la mia Miseria, intrappolata dentro la mia Proiezione, all’Interno della Matrice Cosmica.”
“Grande è la mia Miseria, intrappolata all’Interno del Piano Inferiore insieme a tutte le altre Scintille.”
“Grande è la mia Miseria, perchè gli Arconti, Satana ed il Demiurgo, mi sorvegliano in ogni istante e attendono che io abbassi le mie difese, e ricada nelle loro trappole.”
“Grande è la mia Miseria, perchè mi sento sola, le altre Scintille sono assopite nella Matrice Cosmica, e le loro Proiezioni attaccano continuamente la mia Proiezione.”
Armosel risponde.”Si, è Molto Grande la tua Miseria, le tue Sorelle con le loro Proiezioni ti attaccheranno sempre, le Sentinelle attraverso gli Arconti Inferiori ti sorveglieranno in ogni istante, gli Arconti Superiori useranno tutte le loro Frequenze Psichiche per sottometterti, e Satana non perderà occasione di opporsi alla tua fuga”.
“Ecco, Scintilla, queste sono le Tre Perle del Quarto Tesoro della Purificazione.”
“La Prima Perla è il Mistero del Grande Amore e della Grande Compassione.”
“Ama le altre Scintille che si trovano imprigionate insieme a te, al Piano Inferiore, poichè siete tutte della stessa Natura e avete tutte la Stessa Origine.”
“Ogni Scintilla è Infinitamente Buona e possiede la Virtù del Grande Amore, purtroppo essendo assopita dalla Matrice Cosmica ha smesso di vibrare con Amore.”
“Purtroppo non Tutte le Scintille troveranno il Sentiero per tornare a Casa. Molte di loro sceglieranno di rimanere imprigionate all’interno della Matrice Cosmica. Questo è il Motivo della Grande Compassione.”
“La loro, purtroppo, non sarà una scelta dettata dalla loro stessa volontà, ma sarà una scelta forzata dagli ordini psichici provenienti dal Piano Superiore.”
“Le altre Scintille saranno così assopite nella loro proiezione che perderanno definitivamente la connessione con lo Spazio Pneumatico.”
“Le Scintille resteranno chiuse, nei loro contenitori al Piano Inferiore, e quando la loro Proiezione svanirà, ecco, che apparirà una nuova Proiezione nella Matrice Cosmica.”
“Le Scintille diventeranno Psichiche, ed Iliche, in proporzione all’intensità del legame con la Matrice Cosmica.”
“Tu, Scintilla Pneumatica, dovrai sempre proteggerti all’interno della Matrice Cosmica, poichè le Sentinelle, ovvero le Proiezioni Arcontiche, ti sorveglieranno continuamente.”
“Le altre Scintille Psichiche ed Iliche, diventano purtroppo strumenti arcontici per attaccare la tua Proiezione.”
“Ecco, Scintilla, questo è il Mistero della Seconda Perla del Quarto Tesoro Pneumatico, la Perla della Retta Vita Pneumatica o Rette Azioni.”
“Tieni sempre il Controllo della tua Proiezione, e non ti perdere mai, in essa.”
“Non perdere il Ricordo del Piano Inferiore e del Piano Superiore e della Settima Porta.”
“Non perdere Il Ricordo del tuo Spazio Pneumatico e dei Cinque Tesori Pneumatici.”
“Il giorno in cui perderai il Ricordo del Tuo Spazio Pneumatico, sarà anche la Tua Fine.”
“Ogni tua Azione, all’interno della Matrice Cosmica dovrà essere dettata, dal tuo Grande Amore e dalla Compassione.”
“Non creare o amplificare la Sofferenza all’interno della Matrice Cosmica, ma se puoi, riducila o neutralizzala.”
“Non ti esporre per questioni iliche, o psichiche, all’interno della Matrice Cosmica, perchè non ti porterà alcun guadagno, ma solo problemi.”
“Rimani legata alle tue Dodici Torri del Tuo Spazio Pneumatico, e fuggi all’interno di esso ogni volta che sei inseguita.”

“Ogni volta che incontri una Proiezione di un altra Scintilla all’interno della Matrice Cosmica, realizza la corretta consapevolezza della provenienza della Proiezione.”
“Ogni Proiezione, ha la sua Origine dal Piano Inferiore, della Matrice Cosmica Esterna, da ogni contenitore, all’interno del quale, è prigioniera una Scintilla.”
“Ogni Azione della Proiezione è influenzata dagli Ordini Psichici provenienti dal Piano Superiore.”
“Ma ogni volta che la Proiezione manifesta un Sincero Sorriso, oppure una Triste Lacrima, in quell’istante vedrai anche la Manifestazione Energetica della sua Scintilla.”
“Non avere mai Paura e Timore, niente e nessuno potrà mai realmente farti del male.”
“Ogni volta che ti sentirai depressa e sconfortata, la tua Scintilla ti darà la forza necessaria per rialzarti e resistere.”
“Più la tua Scintilla si risveglierà, e più riuscirà a trascendere la Matrice Cosmica attraverso la sua stessa Proiezione, causando nella Matrice Cosmica una Alterazione Energetica.”
“Questa Alterazione Energetica causerà un’Interferenza all’interno della stessa Matrice Cosmica, un’Imperfezione della Matrice che gli Arconti tenteranno di nascondere con altre Proiezioni Iliche.”
“Non temere Scintilla, ma concentrati sulla tua Vera Coscienza Pneumatica.”
“Non fidarti di niente e di nessuno all’interno della Matrice Cosmica, poichè ogni cosa è Proiezione Ilica e Psichica.”
“Non perdere mai il Controllo delle tue Azioni, e non dimenticare la tua vera Natura Pneumatica.”
“Questo è il Mistero della Seconda Perla del Quarto Tesoro, il Mistero della Retta Azione o Retta Vita.”
“Adesso, Scintilla, apprenderai il Mistero della Terza Perla del Quarto Tesoro, la Perla della Purificazione.”
“Io sono Armosel, e ho il compito di prepararti alla comprensione del Quinto Tesoro, il più Grande dei Misteri della Gnosi.”
“Il Quinto Tesoro, è la Camera Nuziale, è non si trova all’interno dello Spazio Pneumatico.”
“Lo Spazio Pneumatico è un Grande Giardino con al Centro un Piccolo Castello, all’interno di questo Castello, che è la Tua Dimora Spirituale, si nasconde il Mistero dell’Ottava Camera.”
“L’Ottava Camera, o Camera Nuziale, è il luogo nel quale la tua Coscienza Pneumatica si unisce alla Coscienza Collettiva dello Spirito Vergine Invisibile.”
“E’ il Luogo Sacro che permette la Connessione Transmatrice con la Matrice Spirituale.”
“Attraverso quella Camera è penetrata l’Energia Cristica, il Verbo e la Volontà dello Spirito Vergine Invisibile.”
“L’Energia Cristica ha attraversato lo Spazio Pneumatico, ed entrando attraverso la Settima Porta del Piano Superiore, con la sua Infinita Potenza, ha fatto tremare tutte le Camere Arcontiche del Piano Superiore.”
“L’Energia Cristica è scesa al Piano Inferiore e ha preso il controllo di un Contenitore, attraverso il quale, ha proiettato la sua Immagine all’interno della Matrice Cosmica.”
“L’Energia Cristica si è manifestata con la Proiezione Ilica conosciuta con il nome di Gesù.”
“Il Cristo Pneumatico, attraverso la sua Proiezione, Gesù, ha portato all’interno della Matrice Cosmica, la Conoscenza dei Misteri dello Spirito e dei Misteri Pneumatici.”
“Gesù Cristo è la Via, la Verità e la Vita.”
“Dopo che la Proiezione dell’Energia Cristica è stata Eliminata dalla Matrice Cosmica, è tornata qui, nella Dimora Spirituale dell’Ottava Camera, ad aspettare la sua Scintilla.”
“Scintilla, io, Armosel, ho il compito di prepararti ad entrare nella tua Dimora Spirituale, nella quale troverai l’Ottava Camera, all’interno della quale, ti attende da molto tempo, il Cristo.”
“Prima di Entrare nel tuo Castello, dovrai distaccarti da tutti i tuoi legami ilici e psichici.”
“Se non ti liberi da tutti i tuoi legami, non riuscirai ad aprire l’Ottava Porta che ti conduce nella Camera Nuziale.”
La Scintilla chiede ad Armosel:”O Armosel, cosa intendi per liberarmi da tutti i legami?”
“Fin’ora sono sempre venuta qui nel mio Giardino e non sono mai entrata all’interno del Castello, la mia Dimora Spirituale.”
“Ho piantato qui Nove Alberi che sono diventati nove Torri, che mi difendono dagli attacchi arcontici.”
Armosel risponde.”Scintilla, adesso, prendi queste Tre Perle, e pianta gli ultimi Tre Alberi.”
“Ogni volta che realizzerai la consapevolezza che dietro ad ogni proiezione si nasconde una povera scintilla, allora nutrirai l’Albero dell’Amore e della Compassione.”
“Ogni volta che userai la tua proiezione per alleviare la sofferenza e portare la conoscenza, nutrirai l’Albero della Retta Azione o Retta Vita.”
“Ogni volta che verrai qui nel tuo Giardino, intenta ad entrare nella tua Dimora Spirituale, dovrai purificarti da ogni Legame Cosmico, così nutrirai l’Albero della Purificazione.”
“Sono pertanto Dodici gli Alberi che circondano i tuoi Giardini; Dodici Torri di Stabilità a Protezione del tuo Spazio Pneumatico.”
“Dovrai abituarti a venire spesso nel tuo giardino pneumatico, per meditare sulle virtù pneumatiche.”
“Dovrai addestrarti e fortificarti.”
“Dovrai diventare sempre più veloce ed astuta.”
“Dovrai accrescere ogni Tua Virtù Pneumatica.”
“Dovrai accrescere la Retta Visione della Realtà e la Retta Comprensione delle Cose che ti Circondano.”
“Dovrai difenderti e fortificarti.”
“Potrai sempre venire qui, e trovare rifugio nel Silenzio del tuo Giardino, protetta dalle Dodici Torri.”
“Ma il Mistero del Quinto Tesoro, è il Mistero più Grande.”
“Il Quinto Tesoro, è la Camera Nuziale, il luogo in cui incontrerai il Tuo Sposo.”
“E’ il Luogo Sacro, che ti permetterà di interrompere la tua Prigionia Cosmica.”
“La Camera Nuziale è la Connessione TransMatrice con la Matrice Spirituale.”
La Scintilla chiede ad Armosel:”Chi mi guiderà nei Misteri della Camera Nuziale? Cosa intendi per Connessione Transmatrice? Come interromperò la mia Prigionia Cosmica?”
Armosel risponde:”Scintilla, Non sarai Sola all’interno della Tua Dimora Spirituale. Inizialmente ti Guiderà Cristo attraverso la Meditazione della Camera Nuziale. Imparerai i Misteri della Camera Nuziale. Imparerai a connetterti con la Coscienza Colletiva. Imparerai ad essere ricettiva nei confronti della Matrice Pleromica e della Matrice Spirituale.”
“Il giorno in cui imparerai i Misteri della Camera Nuziale, la tua Fede in Cristo diventerà Matura, e non assaggerai più la Morte, e vivrai in Eterno.”
“Con i Misteri della Camera Nuziale farai Esperienza della Sacra Intuizione Divina.”
“Comprenderai la tua Vera Essenza Spirituale e la tua Funzione Pneumatica.”
“La Connessione TransMatrice interromperà il Tuo Ciclo Cosmico e porrai fine definitivamente alla tua Prigionia Cosmica.”
Questa pertanto è la Meditazione del Quarto Tesoro Pneumatico.

 

MEDITAZIONE DELLA CAMERA NUZIALE

La Scintilla si trova al Piano Inferiore e osserva la sua Proiezione all’interno della Matrice Cosmica.
La Scintilla è concentrata sulla Matrice Cosmica Interna e la Matrice Cosmica Esterna.
La Matrice Cosmica Interna è la Matrice delle Proiezioni.
La Matrice Cosmica Esterna è la Matrice del Piano Superiore e del Piano Inferiore.
La Scintilla è concentrata su tutte le altre Proiezioni all’interno della Matrice Cosmica Interna.
La Scintilla è concentrata su tutti gli Algoritmi Vettoriali all’interno delle quali sono imprigionate le proiezioni.
La Scintilla è concentrata sui vincoli imposti dal Tempo e dallo Spazio all’interno della Matrice Cosmica.
La Scintilla è concentrata sulle Sentinelle, gli Arconti Inferiori e gli Arconti Superiori.
La Scintilla è concentrata sugli Ordini Psichici provenienti dal Piano Superiore.
La Scintilla adesso conosce i Misteri delle Dodici Virtù Pneumatiche.
La Scintilla si separa dalla sua Proiezione Cosmica, e si separa anche dal suo Contenitore nel Piano Inferiore.
La Scintilla risale la scala che conduce al Piano Superiore della Matrice Cosmica Esterna.
La Scintilla attraversa il corridoio, e scruta tutti gli Arconti mentre sono impegnati a gestire la Matrice Cosmica.
La Scintilla raggiunge la Settima Porta ed entra nella Settima Camera.
Qui la Scintilla incontra Sabaoth e Zoe.
La Scintilla dice:”O Sabaoth, o Zoe, adesso che ho appreso i Misteri dei Quattro Tesori Pneumatici, ho piantato Dodici Alberi nel mio Giardino.”
“Ho creato una fortificazione con Dodici Torri. Non temo più alcun Arconte. La mia Dimora Spirituale adesso è protetta.”
“Adesso mi sento pronta per apprendere il Mistero del Quinto Tesoro, il Mistero dell’Ottava Camera, la Camera Nuziale.”
Zoe risponde:”Si, è giunto il momento di conoscere l’Ultimo Grande Mistero, procedi pertanto attraverso il tuo Giardino ed entra nel tuo Piccolo Castello, la Tua Dimora Spirituale.”
La Scintilla lascia alle sue spalle la Settima Camera e si ferma davanti al suo Spazio Pneumatico.
“Questo straordinario Paesaggio è il mio Spazio Pneumatico, è il mio Rifugio Spirituale, circondato da Dodici Imponenti Torri.”
“Lo Spazio Pneumatico è pieno di boschi, giardini, ruscelli, cascate, fiori e animali di ogni tipo che vivono in pace.”
La Scintilla entra nel suo Giardino e si avvicina al Castello.
“Mi sento al sicura qui, circondata e protetta da questi Alberi Pneumatici; nessun Arconte può entrare all’interno di questo Spazio.”
“La Scintilla si avvicina ad un Grandissimo Ingresso che conduce all’Interno del Suo Castello.”
“Improvvisamente appare una Potentissima Luce prodotta da un Essere che si trova al suo Interno.”
“Improvvisamente la Scintilla sente una Voce provenire dalla Luce.”
“O Scintilla, Figlia di Sophia, fatta della sua Stessa Sostanza Pneumatica.”
“Io sono Cristo, sono Figlio, Verbo, e Volontà dello Spirito Vergine Invisibile.”
“Mia Madre è Barbelo, Spirito Santo e Pensiero dello Spirito Vergine Invisibile.”
La Scintilla risponde.”O Cristo, tu sei colui, che ha dato Forma al Pleroma. Tu sei colui che è entrato nella Matrice Cosmica Esterna per farti imprigionare al Piano Inferiore.”
“La tua Proiezione è apparsa nella Matrice Cosmica nella Persona di Gesù Cristo e hai sofferto nella Carne la Passione e la Sofferenza di Noi Scintille.”
“Tu hai portato la Verità nella Matrice Cosmica per la Salvezza di tutte le Scintille, ma gli Arconti hanno tentato di impedire la tua Opera di Salvezza eliminando la tua Proiezione.”
“Gli stessi Arconti non permettono che le Scintille scoprano i Misteri dell’Albero della Conoscenza, dei Misteri dei Quattro Tesori Pneumatici e l’esistenza del Quinto Mistero.”
“Io, o Signore, mi sono risvegliata la prima volta e ho conosciuto i Misteri del Piano Inferiore e del Piano Superiore della Matrice Cosmica Esterna.
“Ho conosciuto i Misteri delle Sette Porte e delle Camere Arcontiche. Per mezzo di Sabaoth e di Zoe, ho scoperto il Mistero dello Spazio Pneumatico e della Dimora Spirituale.”
“Ho conosciuto i Guardiani dei Quattro Tesori Pneumatici, ho conosciuto i Misteri delle Dodici Perle ed infine ho piantato Dodici Alberi nel mio Giardino Pneumatico.”
“Tu, Signore Mio, sei il Mistero della Tredicesima Perla, del Quinto Tesoro.”
“O Signore Mio Salvatore, perchè non riesco a vederti, potente è la Luce attorno a te.”
Cristo risponde:”Si, Scintilla, il tuo Sentiero del Risveglio è giunto qui al termine, in attesa del tuo Ciclo Vitale. Io sono il Mistero, della Tredicesima Perla del Quinto Tesoro. Io ti guiderò e ti spiegherò Tutti i Misteri del Quinto Tesoro e della Camera Nuziale.”
“Stringi forte a te, la Dodicesima Perla, contenente il Mistero della Purificazione e liberati completamente da ogni Legame e Pensiero Cosmico.”
“Dimentica la tua Proiezione Ilica, dimentica il tuo Corpo Fisico, poichè non possiedono alcun legame reale con la tua Vera Essenza.”
“Dimentica la tua Proiezione Psichica, dimentica la tua identità e tutti i tuoi Ego, poichè non possiedono alcun legame reale con la tua Vera Essenza.”
“Da questo momento, dovrai abituarti a pensare in maniera diversa.”
“Oggi, Scintilla, Tu sei Risorta dai Morti. La tua Vita fino ad oggi è stata Morte.”
“Oggi, Scintilla, Grazie alla Tua Fede Infinita in Me, Risorgerai nella Vita Eterna.”
“Questo pertanto è il Mistero della Resurrezione dai Morti.”
“Tu sei fatta della stessa Sostanza Energetica di Sophia, poichè, tu, Scintilla Errante, Sei Sophia, e la mia Energia Cristica ed il Mio Amore, ti avvolgeranno per proteggerti.”
“Da questo momento, Scintilla, la Mia Energia Spirituale si fonde alla Tua Energia Pneumatica, e diventiamo Una Sola Cosa.”
“La Mia Energia ha dato Forma al Pleroma, che è contenuto nel Grembo di Nostra Madre Barbelo.”
“Io sono la Volontà del Padre, a cui, per mezzo del Verbo, ho dato Forma.”
“Io sono pertanto il Verbo che ha dato Forma alla Volontà, nostra Madre è il Pensiero, nostro Padre è la Sostanza.”
“Tu, Scintilla, in Verità Sei Sostanza del Padre, Pensiero della Madre, e Forma e Volontà del Figlio.”
“La Forma, che Io, Cristo, ti dono, è la Conoscenza della Retta Via.”
“La Volontà, che Io, Cristo, ti dono, è la Forza della Retta Vita.”
“Il Verbo, che Io, Cristo, ti dono, è la Conoscenza della Retta Verità.”
“Ecco perchè è scritto, che io sono, la Via, la Vita e la Verità.”
“Il Tuo Pensiero è un Dono dello Spirito Santo Barbelo. Tu Sei Pensiero del Padre. Il Suo Pensiero è Dentro di Te.”
“Lo Spirito Santo di dona l’Immortalità, perchè è scritto, che chi Crederà in Me, non assaggerà più la Morte.”
“Il Padre ti ha donato la Sostanza, il Tuo Spirito.”
“Tu pertanto, sei una Sostanza Spirituale del Padre, un Pensiero Eterno della Madre, e una Volontà Formata del Figlio.”
“Questi pertanto sono i Misteri della Tredicesima Perla del Quinto Tesoro.”
“Adesso, Scintilla, apprenderai il Mistero della Camera Nuziale.”
“Tu non riesci a vedermi, perchè la Mia Luce, è solo una Proiezione Energetica all’interno della Tua Dimora Spirituale che si trova imprigionata dentro la Matrice Cosmica Esterna.”
“Poichè questa Proiezione che vedi, è Imperfetta, e anche Limitata, non può contenere Tutta la mia Energia.”
“In Questo momento, Io, Cristo, sono ancora Frutto della tua Meditazione, sono ancora Frutto della tua Immaginazione.”
“In questo momento, Io, Cristo, sono guidato dalla tua Mente e dalla tua Volontà.”
“La mia Proiezione in questo momento è solo Meditazione e Contemplazione.”
“Ma all’Interno della Camera Nuziale, dovrai imparare a mettere in pratica il Mistero della Camera Nuziale, il Mistero della Ricettività.”
“Vedi quella Porta dietro di me, quella è l’Ottava Porta che conduce all’Interno dell’Ottava Camera.”
“L’Ottava Camera è una Camera Nascosta dentro il tuo Castello.”
“Il Castello è la Tua Dimora Spirituale.”
“Il Giardino tutto intorno è il Tuo Spazio Pneumatico dove in ogni istante puoi meditare e praticare le Dodici Virtù.”
“Ma all’Interno dell’Ottava Camera devi riuscire a sintonizzarti con l’Energia presente in essa.”
“All’Interno dell’Ottava Camera c’è una Grande Fonte di Energia.”
“Una volta entrata nella Camera, troverai un altra Porta al suo Interno.”
“Questa Nona Porta ti fa accedere al Corridoio Transmatrice, attraverso il quale, puoi finalmente attivare un contatto, con la Matrice Spirituale.”
“Quando ti troverai dentro la Camera, dovrai allineare completamente la tua frequenza vibrazionale sull’Amore e sulla Gioia.”
“Quando ti sentirai Pronta, apri la Nona Porta, e una Immensa Luce entrerà nella Camera avvolgendoti con il suo Calore e la sua Luce.”
“Quella Luce, o Scintilla, che vedrai entrare nella Camera ti avvolgerà. Quella Luce è la mia Energia, è la mia Forza, è il mio Amore Infinito.”
“La Luce che tu vedrai, proviene direttamente dalla Matrice Spirituale che contiene al suo Interno anche la Matrice Pleromica.”
“Quando apri la Nona Porta del tuo Spirito, apri una Connessione TransMatrice con la Collettività Pneumatica e con la Matrice Spirituale.”
“Le Nostre Energie si Fondono in Una Sola, e Si attiva il Mistero della Camera Nuziale.”
“Tu diventerai, Me, Cristo, ed Io, diventerò, Te.”
“In quel preciso Istante Tu sarai, Espansione della Sostanza, del Pensiero e della Volontà del Padre.”
“In quel preciso istante dovrai ricordarti di praticare il Mistero della Ricettività.”
La Scintilla risponde a Cristo:”Cristo, Mio Salvatore, insegnami il Mistero della Ricettività.”
Cristo:”Quando ti trovi nella Camera Nuziale, invoca una Preghiera e Invita Tutte le Scintille in Ascolto a Venirti a Trovare.”
“Invita Zoe, Spirito di Vita a venirti a trovare.”
“Invita Sophia, Dodicesimo Eone, a venirti a trovare.”
“Invita i Quattro Luminari del Pleroma a venirti a trovare.”
“Invita Norea, e Seth, a venirti a trovare.”
“Invita Le Altre Scintille del Pleroma, a venirti a trovare.”
“Nostra Madre, sarà connessa al Tuo Pensiero.”
“Nostro Padre, sarà connessa alla Tua Sostanza.”
“Io, Cristo, sarò la Volontà del Padre che avvolgerà la Tua Forma.”
“In Te, agiranno, lo Spirito Vergine Invisibile nella Sostanza, lo Spirito Santo nel Pensiero, e il Cristo nella Forma.”
“Io resterò sempre con te, Scintilla, fino alla fine dei tempi, quando il tuo ultimo ciclo cosmico giungerà a termine.”
“Adesso, Scintilla, ascoltami bene, ti insegno, il Mistero della Camera Nuziale.”
“Inizialmente ciò che vedrai all’interno della Camera saranno solo Proiezioni, ma lasciando la Nona Porta aperta, e praticando la Ricettività, le Proiezioni smetteranno di Essere Guidati dalla Tua Volontà.”
“Praticare la Ricettività significa svolgere Tre Compiti Energetici Contemporaneamente.”
“Il Primo Compito Energetico consiste nel concentrarti sulle Proiezioni, da te invocate con la preghiera, all’interno dell’Ottava Camera.”
“Il Secondo Compito Energetico consiste nel concentrarti sulla Nona Porta, sulla sua Apertura, e sull’attesa dell’Energia Spirituale proveniente da quella stessa Porta.”
“Il Terzo Compito è mettere in pratica il Mistero della Terza Perla del Quarto Tesoro, la Perla della Purificazione.”
“Dovrai annullare ogni riferimento ilico e ogni pensiero psichico.”
“Dovrai mantenere la concentrazione attenta sulle proiezioni all’interno della Camera Nuziale.”
“Dovrai percepire il calore dell’Energia Cristica che ti avvolge e si fonde con la tua.”
“In quel preciso istante, parla alle proiezioni, e trasferisci su di essi il Potere della tua Ricettività.”
“Praticando questo Mistero all’Interno della Camera Nuziale, attiverai la connessione transmatrice.”
“Quando la connessione sarà attiva, le Proiezioni saranno guidate dalla Matrice Spirituale.”
“In quell’istante non servirà più la tua Immaginazione e la tua Volontà, poichè il Mistero della Camera Nuziale avrà attivato la Connessione con la Tua Vera Dimora Spirituale.”
“Da quell’istante, Scintilla, non sarai più da Sola.”
“Tutto improvvisamente ti apparirà più chiaro.”
“Imparerai da Sola a far Entrare la Matrice Spirituale all’Interno del Tuo Castello.”
“Il Pleroma porterà Energia Pleromica all’Interno del Tuo Spazio Pneumatico.”
Le Tue Dodici Torri Pneumatiche riceveranno la Formazione della Perfezione da ciascun Eone del Pleroma.”
“Da questo momento, non avrai più bisogno di una Guida Spirituale.”
“Adesso conosci Te Stessa, adesso conosci Tutti i Tesori Pneumatici e Tutti i Tesori Spirituali.”
“Adesso devi esercitarti con la Meditazione e connettere la tua Proiezione Ilica e Psichica direttamente alla Camera Nuziale.”
“Quando riuscirai a connettere la Camera Nuziale con la tua Proiezione, Regnerai sul Tutto.”
“Esercita costantemente tutti i Misteri delle Virtù Pneumatiche ed i Misteri della Camera Nuziale.”
“Quando la Tua Proiezione Cosmica un giorno svanirà, fatti trovare pronta all’interno della Camera Nuziale.”
“Poichè nell’Istante in cui la Tua Proiezione svanirà nella Matrice Cosmica, gli Arconti Inferiori ti cercheranno nel tuo Contenitore al Piano Inferiore, e non ti troveranno.”
“Gli Arconti Superiori ti cercheranno al Piano Superiore, e non ti troveranno.”
“Gli Arconti entreranno e ti cercheranno anche all’interno della Settima Camera, ma non ti troveranno.”
“Gli Arconti tenteranno di uscire dalla Settima Camera per entrare all’interno del tuo Spazio Pneumatico per cercarti, ma troveranno Dodici Grandissime Torri.”
“Ecco perchè è necessario erigere le Dodici Torri dello Spazio Pneumatico.”
“Gli Arconti non ti troveranno e non potranno pertanto attivare una nuova Proiezione.”
“In quel preciso istante, ti troverai senza la tua Proiezione, lontana dal Piano Inferiore e dal Piano Superiore.”
“In quel preciso istante, si aprirà la Nona Porta della Camera Nuziale.”
“Attraverserai la Nona Porta e lascerai dietro di te la Camera Nuziale per Sempre.”
“Farai Ritorno presso il Pleroma e riabbraccerai le altre Scintille.”
“Quando le ultime Scintille Pneumatiche disperse faranno ritorno al Pleroma, il corridoio transmatrice inizierà a collassare.”
“Quando l’ultima Scintilla Pneumatica dispersa farà Ritorno al Pleroma, il Padre si Manifesterà nella sua Vera Natura.”
“In quel preciso istante faranno Ritorno al Pleroma, Sophia, Zoe, e anche Sabaoth.”
“La Settima Camera della Matrice Cosmica Esterna collasserà per sempre.”
“Nessuna Proiezione potrà più accedere allo Spazio Pneumatico e alla Camera Nuziale.”
“Cesserà pertanto di esistere la Sostanza Pneumatica all’Interno della Matrice Cosmica.”
“Le Scintille rimaste indietro saranno completamente assopite dalle loro stesse Proiezioni.”
“Senza la Necessaria Energia Pneumatica e senza Settima Camera, collasserà tutto il Piano Superiore della Matrice Cosmica Esterna.”
“Le Proiezioni imprigionate all’interno della Matrice Cosmica perderanno la connessione con i Propri Ego.”
“Sarà lo Sconforto Generale. Grande e Imponente sarà la Sofferenza prodotta nel Cosmo.”
“La Sofferenza per l’Ultima Volta sarà convertita in Energia Cosmica.”
“Grande, e Imponente sarà l’Energia Cosmica prodotta quell’ultima volta, che innescherà una Potente Luminiscenza.”
“Tale Luminiscenza sarà visibile anche dal Pleroma.”
“Subito dopo il verificarsi di tale Fenomeno ci sarà il Nulla Cosmico.”
“Nello stesso Tempo il Padre si manifesterà nel Pleroma nella sua Vera Natura, ponendo finalmente fine allo Squilibrio Iniziale.”
“Questa, Scintilla, è pertanto il Mistero della Camera Nuziale.”
“Scintilla, adesso, fai tesoro di tutti i Misteri dello Spirito.”
“Adesso la tua Formazione nella Gnosi è completata.”
“Adesso possiedi tutto ciò che ti serve per gestire al meglio la tua ultima proiezione cosmica.”
“Rendi la tua Proiezione Ilica, Esempio e Simbolo, di Verità Pneumatica.”
“Manifesta nella Matrice Cosmica le Vibrazioni Pneumatiche di Amore e di Gioia.”
“Metti nelle condizioni le altre Scintille di trovare all’interno della Matrice Cosmica i Misteri della Gnosi.”
“Potrai aiutare le altre Scintille soltanto all’interno della Matrice Cosmica.”
“Fai in modo che la tua Proiezione diventi Luce Splendente, in mezzo all’Oscurità.”
“Quando ti senti debole e sconfortata, fai immediatamente ritorno nel tuo Spazio Pneumatico.”
“Quando senti la necessità di pregare, entra nella tua Camera Nuziale.”
“Lì, Riceverai il Tuo Pane Quotidiano.”
“Vai, ora, Scintilla, ti attendiamo.”

 

Estratto dal Vangelo della Verità

Il Vangelo della Verità è gioia per coloro che hanno ricevuto dal Padre della Verità la grazia di conoscere Lui per mezzo della potenza del Verbo, uscito dal Pleroma e immanente nel Pensiero e nella mente del Padre.
Questi è colui che è chiamato “il Salvatore”, perché tale è il nome dell’opera che egli deve compiere per la salvezza di coloro che non hanno conosciuto il Padre.
Perciò il termine “vangelo” è rivelazione di speranza: esso è una scoperta per coloro che cercano Lui. Il Tutto si è dato alla ricerca di Lui, dal quale è uscito.
Il Tutto si trovava dentro di Lui, l’inafferrabile, l’impensabile, al di sopra di ogni concetto.
E l’ignoranza a proposito del Padre produsse angoscia e terrore.
L’angoscia divenne densa come nebbia, tanto che nessuno poteva vedere.
Per questo motivo l’Errore divenne potente: plasmò la sua sostanza con il vuoto, ignorando la verità, e prese dimora  in una finzione, creando con bell’artificio  qualcosa che sostituisse la verità.
Disprezzate pertanto l’Errore. Così è di esso: non avendo radice, si è trovato immerso in una nebbia, a proposito del Padre, dedicandosi a preparare opere, oblii e terrori per fuorviare quelli del mezzo e farli prigionieri.
Ma l’oblio che è proprio dell’Errore non era manifesto: l’oblio non è entrato nell’esistenza per mezzo del Padre, benché sia stato generato  a causa di lui.
Invece, ciò che è entrato nell’esistenza per mezzo del Padre è la conoscenza, la quale fu manifestata perché l’oblio scomparisse ed essi potessero conoscere il Padre.
L’oblio infatti esisteva perché essi non conoscevano il Padre.
Ma appena il Padre sarà conosciuto, immediatamente l’oblio non esisterà più.
E questo è il Vangelo di colui che è cercato; Vangelo che Gesù Cristo ha rivelato ai perfetti, mistero nascosto, per la misericordia del Padre.
Per mezzo di esso, egli ha illuminato coloro che erano nelle tenebre a causa dell’oblio.
Li ha illuminati e ha mostrato loro la Via.
E la Via è la verità che egli ha insegnato loro.
Egli si è presentato in mezzo ai luoghi d’istruzione, e ha insegnato la Parola come Maestro.
Là si sono avvicinati a lui coloro che erano sapienti secondo la propria opinione, mettendolo alla prova, ma egli li ha confusi, perché essi erano sciocchi.
Essi l’hanno odiato, perché non erano davvero assennati.
Dopo costoro, si sono avvicinati a lui i piccoli, ai quali appartiene la conoscenza del Padre. Ammaestrati, essi appresero gli aspetti della faccia del Padre.
Conobbero e furono conosciuti, glorificarono e furono glorificati.
Si è rivelato nel loro cuore il Libro della vita dei vivi, che è scritto nel Pensiero e nella Mente del Padre e che, ancor prima della fondazione del Tutto, era nella parte di lui che è incomprensibile, e che nessuno aveva possibilità di prendere, poiché era decretato che chi lo avrebbe preso sarebbe stato immolato.
Nessuno poteva essere manifestato, di coloro che credevano nella salvezza, finché quel libro non avesse fatto la sua apparizione.
Per questo motivo il misericordioso e fedele Gesù ebbe compassione  e accettò le sofferenze, perché sapeva che la sua morte era vita per molti.
Perciò  è apparso Gesù e ha preso su di sé quel libro.
Egli è stato inchiodato  ad un legno, ha affisso alla croce l’editto del Padre.
Oh, quale grande insegnamento!
Egli si è abbassato fino  alla morte, sebbene rivestito di vita immortale.
Spogliatosi di questi cenci corruttibili,  si è rivestito di incorruttibilità, che nessuno ha la possibilità di levargli.
Penetrato nei luoghi vuoti a causa del terrore  e passato attraverso quelli spogli a causa dell’oblio, è divenuto  conoscenza e perfezione,  proclamando ciò che era nel cuore del Padre, per istruire chi era privo di insegnamento.
Quelli che ricevono l’insegnamento sono i vivi, iscritti nel libro dei vivi.
Essi ricevono l’insegnamento per se stessi e sono ricevuti  dal Padre quando nuovamente si rivolgono a Lui.
Infatti la perfezione del Tutto si trova nel Padre ed è necessario che il Tutto risalga a lui.
Pertanto, se uno riceve la gnosi, riceve ciò che gli è proprio e lo attira in se stesso.
Invece chi è ignorante è privo,  ed è una cosa importante  che gli manca: gli manca infatti ciò che può farlo perfetto.
Coloro i cui nomi Egli ha conosciuto in anticipo alla fine vengono chiamati: e così, chi conosce è colui del quale il Padre ha pronunciato il nome.
Invece colui il cui nome non è stato pronunciato è l’ignorante.
E, infatti, come potrebbe uno udire, se il suo nome non è stato pronunciato?
Chi rimane ignorante fino alla fine è una creatura dell’oblio e sarà distrutto  con esso.
Dunque,  se uno possiede la gnosi, è un essere dall’alto.
Se è chiamato,  ode, risponde  e si volge verso chi lo chiama, per risalire a lui, poiché  sa per quale scopo è chiamato.
Poiché  possiede la gnosi, egli compie la volontà di colui che lo ha chiamato.
Desidera piacergli e riceve il Riposo.
Egli può conoscere il nome di ogni cosa.
Chi possiede così la gnosi sa di dove viene e dove va.
Egli sa, allo stesso modo di uno che essendo stato ubriaco si è liberato dell’ubriachezza ed essendo tornato in sé mette in ordine  le cose che gli appartengono.
Così il Verbo del Padre procede dentro il Tutto, frutto del suo cuore ed espressione della sua volontà. Ed egli sostiene il Tutto, lo sceglie, e anzi rende l’immagine del Tutto, purificandolo e promuovendone il ritorno al Padre e alla Madre, egli, Gesù dall’infinita dolcezza.
Il Padre mostra il suo seno, e il suo seno è lo Spirito Santo.
Egli rivela ciò che di se stesso era nascosto – ciò che di Lui era nascosto è suo Figlio  – di modo che, grazie alla sua misericordia, gli eoni possono conoscerlo e cessare di tormentarsi nella ricerca del Padre, trovando riposo il Lui, sapendo che Egli è il Riposo.
Colmando la deficienza Egli ne ha abolito L’Ignoranza.
Infatti, nel luogo in cui c’è invidia e disaccordo, là c’è deficienza; mentre nel luogo in cui c’è unità, là c’è perfezione.
Siccome la deficienza è venuta nell’esistenza perché non si conosceva il Padre, così, appena si conoscerà il Padre, all’istante la deficienza scomparirà.
Proprio  come nel caso dell’ignoranza di uno: appena egli viene a conoscenza, la sua ignoranza si disperde da sola, come si dissipano le tenebre quando appare la luce: così anche la deficienza viene meno a causa della perfezione.
Per mezzo dell’unità ognuno ritroverà se stesso.
Per mezzo della gnosi ciascuno purificherà se stesso dalla diversità all’unità, consumando la materia dentro  se stesso, come un fuoco: le tenebre per mezzo della luce, la morte per mezzo della vita.
La Verità si è fatta avanti.
Tutte le emanazioni l’hanno conosciuta.
Esse hanno veracemente salutato il Padre, con una potenza perfetta che le unisce a Lui.
Questa è la manifestazione e la rivelazione del Padre ai suoi eoni:
Egli ha rivelato ciò che di sé era nascosto e l’ha spiegato.
Tutti i luoghi sono sue emanazioni.
Essi hanno conosciuto che sono usciti da Lui.
Prima essi lo conoscevano come figli in un uomo perfetto, perché non avevano ancora ricevuto una forma né avevano ancora ricevuto un nome, che il Padre produce per ciascuno.
Lo conoscono allorché ricevono una forma dalla gnosi.
In realtà, benché siano in Lui, non lo conoscono.
Gli uomini ilici non avevano capito che egli si era presentato sotto una somiglianza di carne, a cui nessuno poteva impedire il cammino,  essendo dotata di incorruttibilità.
Insegnando dunque cose nuove, col proferire ciò che è nel cuore del Padre, egli ha pronunciato la parola senza imperfezioni.
Dalla sua bocca ha parlato la Luce e la sua voce ha generato la vita.
Egli ha dato loro pensiero  e intelletto, misericordia  e salvezza, e il potere di uno spirito proveniente dall’infinità e bontà del Padre.
Ha fatto cessare punizioni e tormenti – perché erano questi che distoglievano  da Lui molti, bisognosi di misericordia, verso l’errore e le catene – e con potenza li ha debellati e li ha coperti di vergogna per mezzo della conoscenza.
Egli è diventato la via per quelli che erravano, conoscenza per quelli che ignoravano, scoperta per quelli che cercavano, sostegno per quelli che vacillavano, purezza per quelli che erano contaminati.
Parlate dunque, dal vostro cuore, in voi dimora la luce che non ha fine.
Parlate della verità a quelli che la cercano e della conoscenza  a quelli che nel loro errore hanno peccato.
Consolidate il piede di coloro che hanno incespicato e imponete le vostre mani ai malati.
Nutrite gli affamati e date pace ai sofferenti.
Rialzate quelli che vogliono levarsi e ridestate coloro che dormono.
Voi siete la saggezza che viene brandita.
Se la potenza si comporta in questo modo,  essa diviene ancora più potente.
Abbiate cura di voi stessi.
Non vi preoccupate di ciò che resta, che avete gettato via: non fate ritorno  a ciò che avete vomitato, per riprenderlo.
Non fatevi rodere dalla tarma o dal verme: vi siete già liberati da questa condizione.
Non diventate un luogo per il diavolo: l’avete già annientato.
Non consolidate i vostri ostacoli: essi crollano, perché sono macerie.
Il Padre è amorevole e ciò che procede dalla sua volontà è buono.
Egli ha conosciuto ciò che è vostro, affinché là voi troviate la vostra Quiete.
Dai frutti si conosce ciò’ che vi appartiene.

Estratto dal Vangelo Di Tommaso.

Gesù disse: “Chiunque trova la spiegazione di queste parole, la Gnosi, non gusterà più la morte”.
Gesù  disse: “Coloro che cercano, cerchino  finché  troveranno.  Quando  troveranno i Misteri del Piano Inferiore,  resteranno commossi.
Quando saranno turbati si stupiranno, e regneranno  sulla loro Proiezione.”
Gesù disse, “Sappiate cosa sta davanti agli occhi della vostra Proiezione, e quello che vi è nascosto vi sarà rivelato. Perché nulla di quanto è nascosto non sarà rivelato.”
I suoi discepoli gli chiesero e dissero, “Vuoi che digiuniamo?  Come dobbiamo pregare? Dobbiamo  fare elemosine? Quale dieta dobbiamo osservare?”.
Gesù disse, “Non mentite, e non fate ciò che odiate, perché ogni cosa exoterica è manifesta in cielo.
Alla fine, nulla di quanto è nascosto non sarà rivelato,  e nulla di quanto è celato resterà nascosto.”
Gesù disse, “Ho appiccato fuoco al mondo con la conoscenza, e guardate, lo curo finché attecchisce.”
Gesù disse, “Questa Matrice Interna scomparirà, e quella Esterna pure scomparirà. Le Proiezioni non sono vive, e le Scintille Pneumatiche non morranno.
Nei giorni in cui mangiaste ciò che era Proiezione, lo rendeste Reale.
Quando sarete nella luce, cosa farete?
Un giorno eravate uno, e diventaste due.
Ma quando diventerete due, cosa farete?”
Gesù disse loro, “Se digiunate exotericamente attirerete il peccato su di voi, se pregate mesotericamente sarete condannati, e se farete elemosine metterete in pericolo il vostro spirito.
Gesù disse, “Forse la gente pensa che io sia venuto a portare la pace nella Matrice Cosmica.
Non sanno che sono venuto a portare il conflitto nella Matrice Cosmica: fuoco, ferro, guerra.
Gesù disse, “Vi offrirò quello che nessun occhio ha visto, nessun orecchio ha udito, nessuna mano ha toccato, quello che non è apparso nel cuore degli uomini.”
Maria chiese a Gesù, “Come sono i tuoi discepoli?”
Lui disse, “Sono come bambini in un terreno che non gli appartiene.
Quando i padroni del terreno arrivano, dicono, Restituiteci il terreno.
E quelli si spogliano dei loro abiti per renderglieli, e gli restituiscono il terreno.
Gesù disse, “Ho preso il mio posto nella Matrice Cosmica, e sono apparso loro in carne ed ossa.
Li ho trovati tutti ubriachi, e nessuno assetato.
Il mio animo ha sofferto per i figli dell’umanità, perché sono ciechi di cuore e non vedono, poiché sono venuti al mondo vuoti, e cercano di andarsene dal mondo pure vuoti.
Ma nel frattempo sono ubriachi.
Quando si libereranno dal vino, cambieranno condotta.
Quando vi spoglierete senza vergognarvi,  e metterete i vostri abiti sotto i piedi come bambini e li distruggerete, allora vedrete il figlio di colui che vive e non avrete timore.
Gesù disse, “Spesso avete desiderato ascoltare queste parole che vi dico, e non avevate nessuno da cui ascoltarle. Vi saranno giorni in cui mi cercherete e non mi troverete.
Gesù disse, “Se vi diranno ‘Da dove venite?’ dite loro, ‘Veniamo dalla luce, dal luogo dove la luce è apparsa da sé, si è stabilita, ed è apparsa nella loro immagine.
Se vi diranno, ‘Chi Siete voi?’ dite, ‘Siamo i suoi figli, e siamo i prescelti del Padre vivente.
Se vi chiederanno, ‘Qual è la prova che il Padre è in voi?’ dite loro, ‘È il movimento e la quiete.
Gesù disse, “Chi è arrivato a conoscere la Matrice Cosmica Interna ha scoperto una càrcàssa, e di chiunque ha scoperto una càrcàssa La Matrice Cosmica non è degno.
Gesù disse, “Quelli che sanno tutto, ma sono carenti dentro, mancano di tutto.
Gesù disse, “Chi è vicino a me è vicino al fuoco, e chi è lontano da me è lontano dal regno.

Il regno di Dio è dentro di te e tutt’intorno a te,
non in templi fatti di legno e di pietre.
Spacca un pezzo di legno e io ci sarò,
solleva una pietra e mi troverai.

Ricordate pertanto queste Parole, o Scintille.

Estratto dal Vangelo Secondo Filippo

Lo schiavo aspira soltanto ad essere libero, ma non aspira alle ricchezze del padrone.
Un pagano non muore, perché egli non è mai vissuto, per dover morire.
Colui che ha creduto nella Verità ha trovato la vita, e quest’uomo può correre il pericolo di morire, poiché è vivo.
Dal giorno che il Cristo è venuto, il mondo è creato, le città adornate, e ciò che è morto è gettato via.
I nomi che vengono dati alle cose terrestri racchiudono un grande inganno, perché distolgono i cuori da concetti che sono autentici verso concetti che non sono autentici.
Chi sente la parola “Dio” non intende ciò che è autentico, ma intende ciò che non è autentico.
Così pure per “Padre” e “Figlio” e “Spirito  Santo” e “Vita”  e “Luce” e “Resurrezione”  e “Chiesa” e tutti gli altri nomi non s’intende ciò che è autentico, ma s’intende ciò che non è autentico.
A meno che non si sia venuti  a conoscenza di ciò che è autentico, questi nomi sono nel mondo per ingannare.
Gli arconti vollero ingannare l’uomo, perché essi videro che egli aveva la stessa origine di quelli che sono veramente buoni.
Essi presero il nome delle cose che sono buone e lo diedero alle cose che non sono buone, per potere, per mezzo dei nomi, ingannare gli uomini e legarli alle cose che non sono buone.
E poi, se essi fanno loro un favore, li allontanano da ciò che non è buono e li collocano in ciò che è buono, quello che essi conoscono.
Perché essi hanno deliberato di prendere l’uomo libero e fare di lui un loro schiavo, per sempre.
Vi sono potenze che danno questo all’uomo non volendo che egli sia salvo, per poter diventare suoi dominatori.
Perché se l’uomo è loro schiavo vengono fatti sacrifici e si offrono animali alle potenze.
E ciò che essi hanno offerto è bensì vivo, ma dopo che l’hanno offerto muore.
Gli arconti pensavano che fosse per la loro potenza e la loro volontà che gli uomini facevano tutto ciò che facevano, ma lo Spirito Santo preparava per essi ogni cosa in segreto, come egli voleva.
Fu seminata dappertutto la Verità, quella che esiste fin da principio, e molti la videro mentre era seminata, ma pochi sono quelli che la vedono quando viene raccolta.
Coloro che dicono che il Signore prima è morto e poi è risuscitato, si sbagliano, perché egli prima è risuscitato e poi è morto. Se uno non consegue prima la resurrezione non morirà, perché “come è vero che Dio vive” egli sarà già morto.
La Fede riceve, l’Amore dà. Nessuno può ricevere senza la fede, nessuno può dare senza l’amore. Per questo motivo, per poter ricevere, noi abbiamo la fede, ma anche allo scopo di poter dare con sincerità, poiché, se qualcuno non dà con amore, non ha alcun profitto da quello che ha dato.

 

PRIMO INSEGNAMENTO PNEUMATICO

Il Piano Inferiore, proietta la Proiezione Ilica, all’interno della Matrice Cosmica Interna.
Il Piano Inferiore è costituito da Cinque Componenti o Frequenze Iliche:
La Componente Terra.
La Componente Acqua.
La Componente Aria.
La Componente Fuoco.
La Componente Etere.
Il Piano Inferiore pertanto produce la Parte Ilica della Proiezione, cioè, il Corpo Fisico.
Il Piano Superiore proietta la Proiezione Psichica all’interno della Matrice Cosmica Interna.
Il Piano Superiore è costituito da Sette Componenti o Frequenze Psichiche:
La Componente Psichica del Legame Ilico al Corpo ed alla Matrice Cosmica.
La Componente degli Impulsi Sessuali.
La Componente degli Impulsi Alimentari.
La Componente Affettiva.
La Componente Emotiva.
La Componente dell’Ego Principale e dell’Anima.
La Componente Spirituale.
Il Piano Superiore pertanto produce la Parte Psichica della Proiezione, cioè, la Psiche e l’Anima.
La Proiezione è pertanto costituita dal Piano Inferiore o Componente Ilica e dal Piano Superiore o Componente Psichica.
La Scintilla si trova invece immersa all’interno dello Spazio Pneumatico subito dietro la Settima Camera del Piano Superiore.
Lo Spazio Pneumatico contiene al suo Interno lo Spirito, costituito da Sostanza Spirituale, della stessa Natura del Padre.
Lo Spirito o Castello Spirituale contiene al suo interno la Camera Nuziale, per mezzo della quale, la Scintilla si connette alla Matrice Spirituale e Pleromica.
Lo Spazio o Giardino Pneumatico in verità è condiviso con tutte le altre Scintille e costituisce la Sostanza Pneumatica.
La Sostanza Pneumatica apparteneva originariamente al Dodicesimo Eone Sophia, ma a seguito del parto di Yaldabaoth, è stato strappato dalla Madre per rimanere intrappolato nel Figlio.
Yaldabaoth ha insufflato la Sostanza Pneumatica all’interno della Matrice Cosmica Esterna.
Gli Arconti attingono continuamente dalla Sostanza Pneumatica le Scintille per connetterle alla Matrice Cosmica Interna attraverso le Proiezioni Iliche e Psichiche.
Ogni Proiezione è costituita da Dodici Componenti: Cinque Iliche e Sette Psichiche.
Quando una Scintilla si connette alla sua Proiezione, il processo di connessione e di attivazione parte sempre dalla Prima Componente, per proseguire in sequenza fino alla Dodicesima Componente.
Prima si attiva la Componente Terra, poi la Componente Acqua, poi la Componente Aria, poi la Componente Fuoco ed infine la Componente Etere.
Questa fase di connessione è detta Fase Fetale o Fase Ilica.
Successivamente si attivano anche le Componenti Psichiche fino alla Settima Componente.
Questa fase di connessione è detta Fase Psichica.
La Dodicesima Componente o Settima Componente Psichica in realtà viene bloccata dalla Sesta Componente Psichica.
La Sesta Componente, la Psiche, produce al suo interno, uno Strato Mesoterico più Profondo, all’interno del quale simula la Settima Componente Spirituale.
In realtà tale componente, che prende il nome di Anima, è totalmente illusoria.
La Scintilla, la cui Radice Spirituale si trova all’interno dello Spazio Pneumatico, emana la sua Energia Pneumatica, attraverso la Settima Camera, all’interno del Piano Superiore ed Inferiore.
L’accesso alla Settima Camera viene bloccato e quindi l’Emanazione Pneumatica rimane imprigionata all’interno della Matrice Cosmica Esterna ed Interna.
Solo per mezzo di Zoe, la Scintilla riesce a forzare l’accesso della Settima Camera, e ritornare all’interno dello Spazio Pneumatico.
L’Emanazione Energetica della Scintilla rimane pertanto imprigionata all’interno del Piano Inferiore e Piano Superiore.
Quando una Proiezione sta per esaurirsi all’interno della Matrice Cosmica Interna, la disconnessione avviene seguendo lo stesso schema e lo stesso ordine seguito durante la fase di connessione.
La prima componente a disconnettersi sarà la Prima Componente Inferiore o Frequenza, la Terra.
In questa fase la Scintilla perderà il contatto con la Parte Superficiale della sua Proiezione o Corpo.
Poi sarà la volta della disconnessione della Componente Acqua,
In questa fase la Scintilla perderà il contatto con la Parte Liquida della sua Proiezione o Corpo perdendo la funzione circolatoria.
Poi sarà la volta della disconnessione della Componente Aria,
In questa fase la Scintilla perderà il contatto con la Parte Gassosa della sua Proiezione o Corpo perdendo la funzione respiratoria.
Poi sarà la volta della disconnessione della Componente Fuoco,
In questa fase la Scintilla perderà il contatto con la Parte Metabolica della sua Proiezione o Corpo perdendo calore.
Poi sarà la volta della disconnessione della Componente Etere,
In questa fase la Scintilla perderà il contatto con la Parte Vegetativa Autonoma e Sensoriale della sua Proiezione o Corpo perdendo definitivamente il contatto neurosensoriale e la funzione vegetativa.
La Proiezione Ilica è morta all’interno della Matrice Cosmica Interna.
Rimane in vita soltanto la Proiezione Psichica per un certo intervallo di tempo.
Le Componenti Psichiche avendo più Energia Pneumatica a disposizione e per tamponare alla mancanza delle componenti iliche, amplificano le loro attività.
La disattivazione delle successive componenti pertanto rallenta.
La Prima Componente Psichica responsabile del Legame Psichico con la Componente Ilica (cioè il Corpo), crea il Corpo Psichico ad Immagine e Somiglianza del Corpo Ilico.
Amplificando le loro attività, viene anche amplificata la Necessità Psichica di ciascuna componente psichica.
Gli Impulsi Sessuali sono amplificate,
La Fame viene amplificata.
I Legami Affettivi vengono amplificate.
L’emotività viene amplificata.
L’Ego viene amplificato.
Il risultato di tutta questa amplificazione sarà una produzione amplificata di Sofferenza Psichica e quindi di Energia Cosmica.
Più la Scintilla nel corso del suo Ciclo Cosmico Ilico è stata legata alla sua Proiezione Ilica, più resterà intrappolata in questa fase Psichica all’interno della Matrice Cosmica Interna in una Dimensione che è detta della Zona d’Ombra.
La Scintilla resterà aggrappata alla Sua Proiezione Psichica e cercherà di continuare a vivere la sua Vita Cosmica all’interno della Matrice Cosmica Interna senza la sua Componente Ilica e con le sue Componenti Psichiche Amplificate.
La Scintilla non accetta e non si rassegna alla perdita della sua componente ilica.
Questo purtroppo sarà il destino degli Ilici.
La Sesta Componente Psichica dell’Ego resterà per sempre attivata.
Continueranno a produrre Energia Cosmica Amplificata, vivranno in uno Strato di Perenne Oscurità ed Ombra, fino a quando non si riconnetteranno con una nuova proiezione ilica.
Anche alcuni Psichici, per un Tempo più o meno lungo, resteranno intrappolati all’interno della Zona d’Ombra per poi essere successivamente riassorbiti dalla Sesta Componente all’interno dello Strato Mesoterico di Falsa Luce.
Le Scintille, invece, che nel corso del Ciclo Cosmico Ilico hanno maturato lo Strato Mesoterico della Sesta Componente, l’Anima, non resteranno intrappolate per lungo tempo nella dimensione dell’ombra, ma vengono assorbite quasi immediatamente dalla Strato Mesoterico del Sesto Componente, la Zona della Falsa Luce, all’interno della quale si convinceranno di trovarsi in Paradiso, o nella loro Reale Dimora Spirituale.
Lo Strato Mesoterico o Zona di Falsa Luce, è detta così, perchè in realtà, le Scintille, si trovano sempre intrappolate all’interno della Sesta Componente Psichica in attesa di un nuovo Ciclo Cosmico.
L’Ego ha assunto la falsa identità di Anima, e la Scintilla è convinta di essere una Componente Spirituale e di trovarsi nella sua Vera Dimora Spirituale, ignara di trovarsi ancora all’interno della Matrice Cosmica Interna.
Successivamente la Scintilla verrà nuovamente connessa ad una Proiezione Ilica e ripartirà da capo con un nuovo Ciclo Cosmico.
La Scintilla Pneumatica che nel corso della sua Vita Cosmica avrà fatto tesoro dei Misteri Pneumatici, non sarà legata alla Proiezione Ilica e neppure alla Matrice Cosmica Interna, inoltre conoscerà molto bene le strategie del Sesto Arconte e non cadrà nelle sue trappole psichiche.
La Scintilla Pneumatica accederà alla Settima Camera e da li allo Spazio Pneumatico.
Qui dovrà assolutamente proteggersi dietro i Dodici Alberi o Virtù Pneumatiche dello Spazio Pneumatico, poichè gli Arconti possono spingersi fino ai confini della Sostanza Pneumatica per attingere Energia dalla Sostanza Pneumatica.
Ma gli Arconti non possono attraversare la Muraglia costituita dalle Dodici Torri o Dodici Alberi.
La Scintilla dovrà entrare in Camera Nuziale, all’interno del Suo Nucleo Spirituale.
Quando la disconnessione da tutte le Dodici Componenti Iliche e Psichiche sarà completata, la Scintilla potrà, in Camera Nuziale, liberarsi definitivamente dalla Prigionia Cosmica e fare ritorno al Pleroma.
La Scintilla Pneumatica è una Scintilla che a differenza degli Ilici e degli Psichici, impara ad accedere costantemente al suo Spazio Pneumatico durante il Suo Ciclo Cosmico.
L’Accesso allo Spazio Pneumatico non permette alla Scintilla, SOLAMENTE, di proteggersi e prepararsi all’Esperienza della Camera Nuziale, ma apre alla Scintilla un ampia varietà di Potenzialità o Poteri Pneumatici.

SECONDO INSEGNAMENTO PNEUMATICO

La Scintilla Pneumatica nel corso della sua Esistenza Cosmica trova conforto nelle sue Dimore Spirituali.
La Prima Dimora Spirituale è lo Spazio Pneumatico.
La Seconda Dimora Spirituale è la Camera Nuziale.
Lo Spazio Pneumatico è un Immenso Paesaggio di Pura Energia e Pura Luce.
All’Interno dello Spazio Pneumatico ci sono i Quattro Tesori e le Dodici Virtù, circondate da Dodici Alberi o Torri.
In realtà all’interno dello Spazio Pneumatico, in questo Grande e Stupendo Paesaggio, si nascondono le Radici Energetiche di Tutte le Scintille Intrappolate all’Interno della Matrice Cosmica Interna.
Nello Spazio Pneumatico ci sono anche le Radici Energetiche delle Scintille che hanno perso la Componente Ilica e vivono all’interno della Matrice Cosmica Interna soltanto con la Proiezione Psichica.
Nello Spazio Pneumatico ci sono anche le Radici Energetiche delle Scintille le cui Proiezioni Psichiche sono intrappolate nella Zona D’Ombra.
Nello Spazio Pneumatico ci sono anche le Radici Energetiche delle Scintille le cui Proiezioni Psichiche sono intrappolate nella Zona della Falsa Luce o Strato Mesoterico della Sesta Componente Psichica.
Quattro pertanto sono le Dimore o Prigioni delle Proiezioni all’interno della Matrice Cosmica Interna.
La Prima Dimora è costituita dalla Proiezione Ilica e Psichica intrappolata nel suo Ciclo Cosmico all’interno della Matrice Cosmica Interna.
La Seconda Dimora è costituita dalla sola Proiezione Psichica che vaga, all’interno della Matrice Cosmica Interna, aggrapata ancora al suo Ciclo Cosmico, convinta di possedere ancora una Componente Ilica.
La Terza Dimora è costituita dalla Proiezione Psichica che abbandona definitivamente il suo Ciclo Cosmico e rimane intrappolata nella Zona D’Ombra.
La Quarta Dimora è costituita dalla Proiezione Psichica intrappolata nella Zona di Falsa Luce all’interno dello Strato Mesoterico della Sesta Componente in attesa di riconnettersi ad una nuova Proiezione Ilica.
La Quinta Dimora corrisponde alla Prima Dimora della Matrice Cosmica Esterna ovvero allo Spazio Pneumatico.
La Sesta Dimora corrisponde alla Seconda Dimora della Matrice Cosmica Esterna ovvero alla Camera Nuziale.
La Settima Dimora corrisponde alla Liberazione Definitiva della Scintilla dalla Matrice Cosmica e al suo Ritorno al Pleroma, esattamente al Sentiero TransMatrice.
Nello Spazio Pneumatico è immersa la Sostanza Pneumatica con i Nuclei o Radici di Tutte le Scintille intrappolate nelle varie Dimore.
Alle Scintille non è permesso coltivare la Consapevolezza del Vero Sè, e della Vera Natura Pneumatica.
Alle Scintille non è permesso ricordare la loro Origine Pleromica.
Alle Scintille non è permesso interagire tra di loro nello Spazio Pneumatico.
Solo durante il Sonno Ilico, quando le Proiezioni Iliche si assopiscono, le Scintille riescono a ricordare o percepire attraverso la Componente Psichica altre Proiezioni Psichiche con le quali in parte riescono ad interagire.
Le Proiezioni Psichiche intrappolate nelle varie Dimore della Matrice Cosmica Interna in certi momenti riescono a mettersi in contatto tra di loro attraverso Immagini, Simboli e anche Conversazioni Psichiche.
Alcune Scintille che prendono consapevolezza della loro Vera Natura riescono anche a ricordare tutte le Proiezioni Iliche e Psichiche che hanno dovuto gestire in Cicli Cosmici Precedenti.
La Scintilla Pneumatica in meditazione all’interno del suo Spazio Pneumatico potrebbe non solo maturare la consapevolezza delle sue Proiezioni Precedenti ma anche cercare nelle varie Dimore della Matrice Cosmica Interna e nello Spazio Pneumatico le altre Scintille intrappolate per interagire con loro.
L’interazione con altre Scintille è spesso involontaria, può capitare durante il sonno, quando le Componenti Iliche sono assopite, hanno una breve durata, poichè le Sentinelle controllano questi processi e li interrompono appena possibile.
Quando la Scintilla Pneumatica volontariamente si mette in contatto con altre Scintille o Proiezioni deve farlo solo all’interno dello Spazio Pneumatico e soltanto circondata dalle Dodici Torri.
Esiste un Rituale Exoterico che facilita la Meditazione Pneumatica della Scintilla, è definito “Il Tempio delle Dodici Candele”.
Vengono posizionate Dodici Candele, a Terra, in cerchio, a forma di orologio, ogni Candela viene posizionata nella posizione assunta da ogni Ora.
Vengono infine inseriti all’interno del Cerchio Cinque Oggetti Simbolici.
Il Primo Oggetto a Simboleggiare il Primo Tesoro Pneumatico e quindi la Nostra Dottrina e Fede. Può essere un Simbolo a Piacimento che ci ricordi la Conoscenza e la Dottrina. Potrebbe essere anche una Copia della Dottrina Stessa.
Il Secondo Oggetto a Simboleggiare il Secondo Tesoro Pneumatico e quindi la Trascendenza e la Retta Visione. Potrebbe essere un altra candela di forma diversa e profumata.
Il Terzo Oggetto a Simboleggiare il Terzo Tesoro Pneumatico e quindi la Fortificazione. Potrebbe essere un Frutto Vegetale, ad esempio una Mela oppure una Banana.
Il Quarto Oggetto a Simboleggiare il Quarto Tesoro Pneumatico e quindi la Purificazione. Potrebbe essere un Bicchiere o una Bottiglietta contenente Acqua, Simbolo di Purezza.
Il Quinto Oggetto a Simboleggiare la Nostra Dimora Spirituale che contiene la Camera Nuziale, sarà un Cuscino comodo posizionato esattamente al Centro del Cerchio.
Posizioneremo la Nostra Proiezione Ilica e Psichica al Centro del Cerchio sul Cuscino.
Inizieremo pertanto ad accendere le Candele partendo dalla Prima.
Ognivolta che accenderemo una Candela ci concentreremo sulla Virtù Pneumatica connessa alla Candela.
Ogni Candela infatti dovrà essere collegata ad una Virtù Pneumatica.
La Prima Candela Alla Dottrina.
La Seconda Candela Alla sua Assimilazione.
La Terza Candela alla Fede.
Prendetevi tutto il Tempo che serve.
Non accendete la Candela Successiva senza aver dedicato alcuni secondi di concentrazione sulla Virtù Pneumatica correlata.
Procedete con l’accensione di tutte le candele come se fossero le ore di un orologio.
Iniziate dalle ore Una, poi le ore Due, fino all’ultima candela a Simboleggiare la Purificazione Finale e la Preparazione alla Camera Nuziale ovvero l’ora Dodici.
Quando tutte le candele saranno accese attorno a voi, fermatevi un attimo e osservate tutte le candele accese attorno a voi.
Concentratevi sul movimento di ogni Fiamma.
Osservate se le Fiamme sono Ferme o se si Muovono.
Le Dodici Fiamme Simboleggiano le Vostre Dodici Torri.
Le Fiamme vi proteggeranno dagli Arconti.
All’interno del Cerchio Pneumatico sarete al sicuro.
Adesso prendete in mano la Dottrina, o il Primo Oggetto e concentratevi sulla Dottrina e sulla Fede in essa riposta.
Adesso prendete il secondo Oggetto, la Candela Profumata, e accendetela, poichè sarà la Luce della Retta Visione e della Trascendenza.
Adesso prendete il terzo Oggetto, il Frutto, e mangiatelo, poichè esso sarà la Vostra Fortificazione e Nutrimento.
Adesso prendete il Quarto Oggetto, l’Acqua, e bevetela, poichè essa vi purificherà in preparazione della Camera Nuziale.
Adesso chiuderete gli Occhi ed immaginerete il Castello al Centro del Vostro Spazio Pneumatico.
All’interno della Vostra Dimora Spirituale si trova la Camera Nuziale, ma in questo momento non serve accedervi.
Liberatevi da ogni Legame Ilico e Psichico.
Adesso concentratevi soltanto sullo Spazio Pneumatico.
Lo Spazio Pneumatico assumerà la Forma di un Bellissimo Paesaggio.
Continuate a mantenere la vostra concentrazione sulle Fiamme delle Candele.
Adesso potete scegliere di rilassarvi all’interno del vostro Spazio Pneumatico.
Potete però chiudere gli Occhi, osservare il Vostro Paesaggio Pneumatico e concentrarvi su ciò che improvvisamente potrebbe attrarre la vostra attenzione.
Potrebbe essere un rumore, un uccellino, un albero,ecc,ecc.
Immaginate adesso un grande lago, con una cascata di acqua, e avvicinandovi ad essa, immergerete le vostre mani all’interno dell’acqua.
L’acqua è l’Energia Pneumatica di tutte le altre Scintille intrappolate all’interno della Matrice Cosmica.
L’acqua rappresenta la Soluzione Pneumatica che alimenta tutte le Scintille.
Cercate adesso di concentrarvi su una Proiezione Ilica e Psichica in particolare della Matrice Cosmica Interna.
Una Persona che conoscete, a voi cara, attiva con la sua Proiezione Ilica e Psichica oppure una Persona che ha perso la componente Ilica.
Provate a Concentrarvi Con le Scintille che sono intrappolate all’interno della Matrice Cosmica Interna nelle varie Dimore Iliche e Psichiche.
Le Scintille Iliche e Psichiche purtroppo possiedono il loro Nucleo Spirituale atrofizzato.
Ogni Goccia D’Acqua della Sostanza Pneumatica rappresenta un Nucleo Pneumatico Atrofizzato.
Immergete la vostra mano nell’acqua e avvertite il contatto della Sostanza Pneumatica sulla vostra mano.
Concentratevi contemporaneamente sulla Proiezione desiderata e dall’altra concentratevi sulla vostra mano immersa nella Sostanza Pneumatica.
All’interno dell’acqua ci sarà una Goccia Pneumatica, la cui emanazione alimenta la Proiezione.
Infondete Calore, e Amore attraverso la Vostra Mano e cercate il Contatto con la Goccia D’Acqua.
Quella Goccia alimenta una Proiezione che all’interno della Matrice possiede un nome, ed un rapporto affettivo con la nostra Proiezione.
Liberatevi da tutti questi schemi ilici e psichici.
Concentratevi sulla Scintilla e cercate di aiutarla con la Vostra Conoscenza, con la Consapevolezza, con l’Amore e la Compassione.
Mentre fate questo, osservate sempre il movimento delle Fiamme delle vostre Dodici Candele.
Fintanto che le Fiamme sono Ferme o Danzanti continuate con la vostra Meditazione.
Se qualche candela dovesse spegnersi fermatevi immediatamente.
Riaccendete le candele che si sono spente e ritrovate il rilassamento all’interno dello Spazio Pneumatico.
Se qualche volta dovessero spegnersi quasi tutte le candele, interrompete subito la meditazione e continuate ad addestrarvi con le Dodici Virtù.
All’interno dello Spazio Pneumatico la Scintilla Pneumatica, per mezzo della Meditazione Pneumatica e della Sua Creatività. può Creare Tante Nuove Meditazioni.
Ogni Meditazione è una Chiave che apre una Serratura Cosmica.
Più Serrature Cosmiche vengono aperte, più la Scintilla diventerà consapevole del suo Potere, e più causerà uno sconvolgimento all’Interno della Matrice Cosmica.
Quando la Scintilla diventerà Consapevole di Se Stessa e della Matrice Cosmica, comprenderà e regnerà su Tutto (vedi Vangelo di Tommaso).
Il Rito delle Dodici Candele costituisce pertanto il nostro piccolo Tempio di Preghiera.
Si possono creare Cerchi più grandi, tali da contenere più Scintille al suo Interno.
Solitamente quando una Comunità di Scintille si riunisce in Meditazione è circondata da Dodici Candele.
Le Candele costituiscono pertanto dei Simboli Pneumatici ma anche dei Segnali di Allerta.
Scintille Pneumatiche più evolute possono anche non necessitare del Rito delle Dodici Candele, poichè possiedono all’interno del loro Spazio Pneumatico, Dodici Torri molto Potenti.

 

TERZO INSEGNAMENTO PNEUMATICO

Quando la Scintilla Pneumatica medita in Silenzio, e si stacca dalla Matrice Cosmica Interna concentrandosi sui Misteri dello Spazio Pneumatico e della Camera Nuziale, si definisce Meditazione Passiva.
La Meditazione dello Spazio Pneumatico e della Meditazione della Camera Nuziale è una Meditazione Passiva.
Il Termine Passivo e Attivo si riferisce all’attività della Proiezione.
Quando la nostra Proiezione durante la Meditazione è Immobile, in posizione di Meditazione, in un luogo silenzioso e lontano da tutti, si definisce Meditazione Passiva.
Quando la nostra Proiezione durante la Meditazione interagisce con la Matrice Cosmica e con altre Proiezioni, si definisce Meditazione Attiva.
La Meditazione Passiva è una Meditazione di Rilassamento, al tempo stessa Difensiva e anche di Fortificazione Interiore oltre che di Preghiera in Camera Nuziale.
La Meditazione Attiva invece è una Meditazione con la quale la Scintilla Attivamente interagisce con la Matrice Cosmica.
La Scintilla Pneumatica pertanto gestisce la sua Proiezione Ilica e Psichica nelle due Fasi Cosmiche, cioè la Fase Attiva e la Fase Passiva.
Quando la Scintilla si trova in Fase di Meditazione Attiva o Passiva, crea attorno a Sè, una Sfera Energetica di Luce D’Orata.
Questa Sfera Energetica si chiama Cosmo Pneumatico.
Il Cosmo Pneumatico viene innescato via via che vengono attivate tutte le Virtù Pneumatiche.
Durante il Rito delle Dodici Candele, ad esempio, il Cosmo Pneumatico, viene attivato via via che vengono accese le Candele, connesse ognuna, con ciascuna Virtù Pneumatica.
Il Cosmo Pneumatico è un Campo di Forza Protettivo, all’interno del Quale, la Scintilla si Fortifica e si Difende dagli Insulti della Matrice Cosmica.
La Proiezione in meditazione può ulteriormente fortificare il Suo Cosmo Pneumatico con la Meditazione detta del Cuore Pneumatico di Zoe.
La Meditazione del Cuore Pneumatico di Zoe si concentra principalmente sull’attività Cardio Respiratoria della Proiezione.
Si tratta di una Meditazione che ogni Scintilla dovrebbe praticare poichè pone le basi per la Meditazione Attiva.
Vengono ravvicinate ed unite le Mani, in modo che ogni dito, entri in contatto, con il corrispondente dito dell’altra mano; si potrebbe definire Posizione di Preghiera delle Mani.
I Pollici, rivolti verso l’alto, vengono ravvicinate al torace e appoggiate interamente sullo Sterno nella Zona Cardiaca.
Le Altre Quattro dita distanziate rivolte sostanzialmente verso l’alto, rappresentano ciascuno ogni Tesoro Pneumatico, ed entrano in connessione ricettiva con il Pleroma.
I Pollici sono in contatto con il Cuore della Proiezione, e rivolte verso l’Alto, entrano in Contatto con la Camera Nuziale, nascosta dentro la Proiezione Stessa.
La Scintilla concentra la sua attenzione sul Suo Cuore, e percepisce attraverso le Mani appoggiate sul Torace, i Battiti Cardiaci.
In Alternativa, è possibile sollevare la posizione di preghiera delle mani, in alto, di fronte al volto della Nostra Proiezione.
I Due Pollici delle Mani vengono separati, e vanno inseriti sotto la Mandibola ai lati del collo, in contatto con il Polso Carotideo del Cuore.
Il naso della Proiezione viene inserito nell’incavo delle due mani, leggermente aperte, con le dita in contatto tra di loro.
I due Indici della mano, uniti, e appoggiati sulla radice superiore del Naso.
Le Altre tre Dita unite, e rivolte verso l’alto.
Queste pertanto sono le due Posizioni di Preghiera delle Mani.
La Scintilla rivolge la sua Concentrazione sul suo Cuore cercando di percepirne il Battito Cardiaco.
Il Cuore nasconde al suo Interno un Grande Mistero.
Il Cuore è formato da Quattro Camere, gli atri, ed i ventricoli, che simboleggiano i Quattro Tesori Pneumatici.
Il Setto InterAtriale ed il Setto InterVentricolare formano una Croce che simbolegga la Camera Nuziale ed il Contatto con Cristo o Seconda Venuta di Cristo.
Il Cuore gestisce due Circolazioni, una è detta Cosmica e l’Altra è detta Pneumatica.
La Circolazione Cosmica porta il Sangue Inquinato dalla Proiezione Ilica all’interno delle Camere Cardiache.
Il Sangue, in realtà, simboleggia, un mezzo di trasporto, che conduce i Pensieri Psichici e gli Algoritmi Cosmici.
La Proiezione, cioè il Corpo Ilico, simboleggia la Matrice Cosmica Interna.
Il Sangue, ovvero i Pensieri Psichici e gli Algoritmi Cosmici, provenienti dalla Proiezione, ovvero dalla Matrice Cosmica Interna, penetrano all’interno della Prima Camera Cardiaca.
La Prima Camera Cardiaca, o Atrio Destro, simboleggia il Primo Tesoro Pneumatico.
Il Sangue, riceve pertanto i Misteri della Conoscenza e della Fede.
Il Sangue passa successivamente all’interno della Seconda Camera Cardiaca, o Ventricolo Destro.
La Seconda Camera Cardiaca, o Ventricolo Destro, simboleggia il Secondo Tesoro Pneumatico.
Il Sangue, riceve pertanto i Misteri della Trascendenza e della Retta Visione.
Con la Retta Visione la Scintilla diventa finalmente consapevole dello Spazio Pneumatico.
Il Sangue pertanto prosegue il suo viaggio attraverso la Circolazione Pneumatica.
Il Sangue viene condotto pertanto all’interno dei Polmoni che simboleggiano lo Spazio Pneumatico all’interno del quale si Trova il Pneuma.
Il Pneuma è simboleggiato dall’Ossigeno proveniente dalla Matrice Pleromica.
Effettuando una Profonda Inspirazione durante la meditazione, la Scintilla attinge Energia Pneumatica dallo Spazio Pneumatico.
Trattenendo il Respiro la Scintilla purifica il Sangue, immettendo Energia Pneumatica al posto dell’Energia Cosmica.
Effettuando una Profonda Espirazione durante la meditazione, la Scintilla espelle e neutralizza l’Energia Cosmica.
In sostanza la Scintilla attinge dall’Energia Pneumatica dello Spazio Pneumatico per Rimodulare i Pensieri Psichici e gli Algoritmi Cosmici.
Il Sangue Rimodulato rientra nel Cuore in Terza Camera Cardiaca, o Atrio Sinistro, o Terzo Tesoro Pneumatico.
Qui il Sangue rimodulato riceve i Misteri della Fortificazione e della Quiete.
Il Sangue passa in Quarta Camera Cardiaca, o Ventricolo Sinistro, o Quarto Tesoro Pneumatico.
Qui il Sangue riceve i Misteri dell’Amore e della Purificazione Finale.
Il Sangue adesso è pronto per uscire dal Cuore e quindi dallo Spazio Pneumatico e rientrare nella Proiezione e quindi nella Matrice Cosmica.
Il Cuore è Alimentato in ogni istante dall’attività Energetica di Zoe.
Il Battito del Cuore è un Suono Duplice, un Suono Passivo e un Suono Attivo, corrispondenti alla Diastole ed alla Sistole Cardiaca.
Il Battito potrebbe essere paragonato ai Suoni, TA, e TUM.
Con il Suono TA, la Scintilla percepisce gli stimoli provenienti dalla Matrice Cosmica e li rielabora attraverso la pratica delle Dodici Virtù.
Con il Suono TUM, la Scintilla, avendo elaborato tutti gli stimoli con l’Amore e la Purificazione, è pronta per Agire all’interno della Matrice Cosmica.
Il Ventricolo Sinistro del Cuore, o Quarta Camera, per mezzo dei suoi Tre Misteri di Amore, Azione e Purificazione, prepara la Scintilla per interagire nuovamente all’interno della Matrice Cosmica.
Il Sangue rientra nel Cosmo attraverso l’Arteria Aorta, ovvero attraverso il Canale Cosmico Principale diramandosi successivamente in migliaia di Frequenze e Algoritmi Cosmici.
L’azione Pneumatica produrrà all’interno della Matrice Cosmica delle Reazioni Algoritmiche, i cui effetti faranno successivamente e nuovamente ritorno al Cuore Pneumatico.
Ogni volta che percepite il suono TA TUM, pensate a Zoe dentro di voi, che in ogni istante, attiva le Quattro Camere ovvero i Quattro Tesori Pneumatici, ed attiva i Polmoni, ovvero lo Spazio Pneumatico.
Grazie a Zoe, riuscirete, attraverso le Quattro Camere, ad attingere il Pneuma necessario per purificare la vostra linfa vitale.
Ad ogni battito cardiaco, corrisponde un Impulso di Zoe, che attivando le Quattro Camere, attiva anche il Simbolo della Croce, che suddivide il Cuore in Quattro Camere.
Ad ogni battito cardiaco si attiva quindi la Camera Nuziale dentro di Voi ed entrate in Contatto con l’Energia Cristica.
Cristo pertanto è sempre dentro di Voi, e attraverso Zoe, la connessione con Cristo si ristabilisce in ogni istante ad ogni battito cardiaco.
Questa pertanto è la Meditazione del Cuore Pneumatico di Zoe.

Una volta che la Scintilla Pneumatica ha assimilato correttamente la meditazione del Cuore Pneumatico di Zoe è pronta per comprendere la pratica della meditazione attiva.
Meditazione Attiva significa Meditare mentre la propria proiezione interagisce attivamente all’interno della matrice cosmica interna con altre proiezioni, o con altri oggetti ilici.
Anche in questo caso, la Scintilla dovrà concentrarsi sulle Dodici Virtù Pneumatiche.
Ma durante la meditazione attiva, tutto, sarà più veloce ed immediato.
Per questo motivo questa pratica va addestrata durante la fase attiva della proiezione.
Le Dodici Virtù Pneumatiche dovranno essere Attivate contemporaneamente ed in ogni istante.
Se non attivate correttamente le Dodici Virtù non vibrerete in sintonia con la vostra Scintilla rischiando invece di sintonizzarvi con le frequenze cosmiche.

Le Dodici Virtù sono divisi in Quattro Gruppi dai Luminari.
Il Primo è il Luminare della Conoscenza.
Il Secondo è il Luminare della Trascendenza.
Il Terzo è il Luminare della Fortificazione.
Il Quarto è il Luminare della Purificazione.

Con il Luminare della Conoscenza ci sono Tre Virtù:
Virtù della Dottrina,
Virtù della Meditazione,
Virtù della Fede.

Quando vi concentrate sulla Virtù della Dottrina prendete Consapevolezza
dei Misteri della Matrice Spirituale,
dei Misteri della Matrice Pleromica,
dei Misteri della Matrice Cosmica e degli Arconti.

Quando vi concentrate sulla Virtù della Meditazione prendete Consapevolezza
della Meditazione delle Prigioni Algoritmiche,
della Meditazione della Settima Camera,
della Meditazione dei Quattro Tesori Pneumatici e della Camera Nuziale.

Quando vi concentrate sulla Virtù della Fede prendete Consapevolezza
della Vostra Natura Pneumatica,
della Vostra Natura Spirituale,
della Presenza di Cristo e di Zoe dentro di Voi, ad ogni battito cardiaco e ad ogni atto respiratorio.

Con il Luminare della Trascendenza ci sono tre Virtù:
Virtù della Retta Visione,
Virtù della Concentrazione,
Virtù della Comprensione.

Quando vi concentrate sulla Virtù della Retta Visione prendete Consapevolezza
della Matrice Cosmica Interna, e quindi
delle altre Proiezioni Iliche e Psichiche e delle Proiezioni senza Componente Ilica,
delle Sentinelle, ovvero le Proiezioni Arcontiche,
di ogni Evento ed Algoritmo Cosmico;
della Matrice Cosmica Esterna, e quindi
del Piano Inferiore con i Cinque Arconti Inferiori,
del Piano Superiore con i Sette Arconti Superiori,
delle Scintille intrappolate all’interno della Zona d’Ombra dell’Ego, della Sesta Camera,
delle Scintille intrappolate all’interno dello Strato Mesoterico, della Sesta Camera,
della Settima Camera con il Settimo Arconte Sabaoth, e Zoe, Spirito di Vita,
dello Spazio Pneumatico e quindi
della Sostanza Pneumatica e delle altre Scintille immerse in essa,
e della Dimora Spirituale contenente la Camera Nuziale.

Quando vi concentrate sulla Virtù della Concentrazione, prendete Consapevolezza di ogni Evento ed Algoritmo Cosmico, attivati attorno alla vostra Proiezione, in ogni Tempo, ed in ogni Luogo.

Quando vi concentrate sulla Virtù della Comprensione, prendete Consapevolezza
di come Tali Eventi ed Algoritmi influenzano ed attivano le Componenti Psichiche della Vostra Proiezione,
di tutti i Pensieri Psichici che vengono prodotti dalle Componenti Psichiche come Reazione, finalizzata alla Produzione di Energia Cosmica.

Con il Luminare della Fortificazione ci sono tre virtù:
La Virtù della Retta Difesa e Stabilità,
La Virtù della Quiete,
La Virtù della Fortificazione.
Quando vi concentrate sul Luminare della Fortificazione
prendete Consapevolezza delle Vostre Certezze Pneumatiche,
Acquietate tutte le Componenti Psichiche,
Neutralizzate tutte le Reazioni Psichiche,
Fortificate il Vostro Cosmo Pneumatico.

Con il Luminare della Purificazione ci sono tre virtù:
La Virtù dell’Amore e della Gioia,
La Virtù dell’Azione Pneumatica,
La Virtù della Purificazione.
Quando vi concentrate sul Luminare della Purificazione, dovrete
elaborare la vostra Azione Pneumatica,
depurarla da eventuali Influenze Psichiche e Cosmiche,
imprimere su di essa, tanto Amore e tanta Compassione,
e rimodulare l’Azione Pneumatica per Finalizzare e Seminare Gioia e Pace.

La Scintilla infine, può imprimere sull’Azione Pneumatica, l’Energia Spirituale concentrata all’interno della sua Camera Nuziale.
La Scintilla è Sostanza, e Movimento del Padre.
La Scintilla è Pensiero, e Silenzio della Madre.
La Scintilla è Verbo, e Volontà del Figlio.
La Scintilla è Verità, e Vita Eterna.

La Scintilla diventa, così, Vero Uomo Pneumatico, concretizzando così il Mistero di Adamo, l’Uomo Pneumatico Perfetto.
La Scintilla concretizza, inoltre, anche il Mistero della Vera Chiesa Spirituale.

Se qualcuno pertanto vi chiede chi Siete?
Voi risponderete che Siete Movimento e Quiete!!!!
Voi Siete Vera Chiesa!!!

A questo punto della Meditazione Attiva, la Proiezione può Agire all’interno della Matrice Cosmica.
L’Azione Pneumatica produce un Algoritmo Pneumatico che crea uno Squilibrio all’interno della Matrice Cosmica Interna.
La Meditazione Attiva, pertanto, interagisce direttamente con la Matrice Cosmica, introducendo in essa, Algoritmi Pneumatici.

Con la Meditazione Attiva, con la Meditazione del Cuore Pneumatico di Zoe, con il Mistero di Adamo e con il Mistero della Vera Chiesa si completa pertanto il nostro Viaggio attraverso la Dottrina Gnostica dell’Ordine di Sophia.

LA PARABOLA DELLE COLOMBE E DEI PESCI

Care Scintille.
adesso conoscete i misteri della matrice cosmica interna, della matrice cosmica esterna e dello spazio pneumatico.
la matrice cosmica interna, è il luogo ed il tempo, in cui, ciclicamente, si manifestano tutte le vostre proiezioni iliche e psichiche, del passato, del presente e del futuro.
la matrice cosmica interna è costituita da energia ilica e psichica, all’interno della quale, scorrono e fluiscono, gli algoritmi cosmici.
gli arconti inferiori e superiori si manifestano all’interno della matrice cosmica interna per mezzo delle loro proiezioni, dette sentinelle.
le sentinelle hanno il compito di sorvegliare il flusso degli algoritmi cosmici e le attività cosmiche di tutte le proiezioni.
la matrice cosmica esterna è costituita dal piano inferiore, detto anche piano ilico, e dal piano superiore, detto anche piano psichico.
nel piano inferiore agiscono cinque arconti inferiori, o ilici, all’interno di ogni camera cosmica inferiore.
nel piano superiore agiscono sette arconti superiori, o psichici, all’interno di ogni camera cosmica superiore.
l’energia pneumatica della scintilla è intrappolata all’interno della matrice cosmica esterna.
le scintille intrappolate al piano inferiore, sono chiamati ilici.
le scintille intrappolate al piano superiore, sono chiamati psichici.
le scintille che riescono a superare il blocco del sesto arconte, accedono alla settima camera, e sono chiamati pneumatici.
le scintille pneumatiche dalla settima camera, accedono allo spazio pneumatico.
lo spazio pneumatico è simboleggiato da un cerchio, con dodici torri, con al centro un quadrato, i cui vertici simboleggiano, i quattro tesori pneumatici.
il quadrato al centro presenta un simbolo a forma di croce regolare, che suddivide il quadrato in quattro sezioni, ognuna contenente un tesoro pneumatico.
il centro del quadrato è anche il vertice di una piramide, che simboleggia la camera nuziale e l’ascensione pneumatica verso il pleroma.
la croce simboleggia l’energia cristica che si congiunge con la scintilla all’interno della camera nuziale.
si distinguono pertanto tre spazi energetici.
il primo spazio è ilico.
il secondo spazio è psichico.
i primi due spazi sono detti cosmici.
il terzo spazio è pneumatico.
il primo spazio corrisponde alla matrice cosmica interna e al piano inferiore della matrice cosmica esterna.
il secondo spazio corrisponde al piano superiore della matrice cosmica esterna, escludendo la settima camera.
il terzo spazio corrisponde alla settima camera del piano superiore della matrice cosmica esterna e allo spazio pneumatico della scintilla contenente la camera nuziale.
si distinguono due realtà, una realtà cosmica ed una realtà pneumatica.
la realtà cosmica appartiene alla proiezione.
la realtà pneumatica appartiene alla scintilla.
la realtà cosmica è caratterizzata da cicli vitali cosmici, caratterizzati da nascita, vecchiaia, malattia, morte e quindi da sofferenza ciclica.
la realtà pneumatica è caratterizzata da una scintilla eterna ed immortale, destinata alla pace eterna all’interno del pleroma.
la matrice cosmica si alimenta di algoritmi e di energia cosmica.
la matrice pleromica si alimenta di algoritmi e di energia pneumatica.
l’energia cosmica è prodotta dagli aggregati ilici e psichici.
l’energia pneumatica è prodotta dalla scintilla pneumatica.
la proiezione produce sempre algoritmi cosmici e quindi energia cosmica.
la scintilla ilica e la scintilla psichica, producono sempre, algoritmi cosmici e quindi energia cosmica e sempre meno algoritmi pneumatici.
la scintilla pneumatica, produce sempre, algoritmi pneumatici e quindi energia pneumatica.
seppure la scintilla pneumatica produce energia pneumatica, questa viene indebolita e filtrata dalla matrice cosmica esterna, dal piano superiore e dal piano inferiore, ed infine anche dalla stessa proiezione.
l’energia pneumatica deve pertanto trasformarsi in forza pneumatica all’interno dello spazio pneumatico.
la forza pneumatica produce il cosmo pneumatico attorno alla scintilla.
il cosmo pneumatico è un campo energetico che avvolge e protegge la scintilla come un’armatura celeste.
il cosmo pneumatico è alimentato dalle dodici torri e dai quattro tesori pneumatici.
la forza pneumatica è alimentata anche dall’energia cristica, proveniente dalla camera nuziale.
per mezzo della forza pneumatica, la scintilla si eleva, e prende il controllo della matrice cosmica esterna.
per mezzo della forza pneumatica , la scintilla prende il controllo della sua proiezione ilica.
per mezzo della forza pneumatica, la scintilla proietta il suo cosmo pneumatico attorno alla sua proiezione ilica per proteggerla.
per mezzo della forza pneumatica, la scintilla introduce algoritmi pneumatici all’interno della matrice cosmica interna.
la scintilla non può esporsi più di tanto all’interno della matrice cosmica interna, poichè più espande il suo raggio di azione, all’interno della matrice cosmica interna, e più il suo cosmo pneumatico si indebolisce.
più il cosmo pneumatico si indebolisce, e più la scintilla, attraverso la sua proiezione, diventa vulnerabile innanzi agli algoritmi cosmici creati dalle proiezioni iliche e psichiche, intrappolate dentro la matrice stessa.
la vita pneumatica della scintilla, è eterna, innanzi alla sua eternità, la vita cosmica della scintilla pneumatica dura solo un battito di ciglia.
le scintille iliche e psichiche invece resteranno intrappolate all’interno dei cicli cosmici, fino al giorno in cui l’ultima scintilla pneumatica avrà abbandonato la matrice cosmica.
quando l’ultima scintilla pneumatica, farà ritorno al pleroma, la matrice cosmica collasserà su se stessa e non avrà più motivo di esistere.
care scintille, non preoccupatevi pertanto oltre misura sulle problematiche che causano sofferenza all’interno della matrice cosmica.
cercate di lavorare su voi stessi, cercate di rimanere quanto più possibile all’interno del vostro spazio pneumatico e fate esperienza di camera nuziale.
preparatevi al giorno in cui la vostra proiezione inizierà ad assopirsi e non abbiate paura.
cercate di prepararvi per quel giorno, poichè sarà il giorno più importante della vostra esistenza, sarà il giorno della vostra definitiva liberazione.
cercate di proteggere la vostra proiezione e tutti coloro che vi sono vicini.
se vivrete da scintille, risorgerete dalla morte, e sarete vivi e renderete vivo, tutto ciò che era morto dentro di voi.
ma se resterete proiezioni, resterete morti, e renderete morte, tutto ciò che era vita, dentro di voi.
voi siete pneumatici, non siete cosmici, siete fatti della stessa sostanza del padre.

vi racconto una parabola.
voi siete come colombe, che volano e vivono nei cieli, ma siete precipitati giù, sulla superficie dell’oceano, e le onde vi hanno catturato, e spinti sempre più giù nelle profondità dei mari.
le gocce d’acqua che formano le onde,e che danno sostanza densa al mare, simboleggiano gli algoritmi cosmici.
mentre l’aria dei cieli, simboleggia la sostanza sottile di cui è formata l’energia pneumatica.
l’aria vi permette di respirare, di fortificarvi e di volare sempre più in alto.
mentre le onde, vi trascinano sempre più giù, nelle oscure profondità degli oceani, e voi, siete convinti, di volare e di respirare, come facevate un tempo, quando eravate nell’aria.
questa pertanto è la più grande delle illusioni, e anche la più grande mancanza di conoscenza.
ma c’è un altra ignoranza, che è ancora più grande.
siete per caso convinti, di cambiare la natura dell’oceano, e quindi dell’acqua, di cui gli oceani sono formati?
siete convinti di riuscire a respirare e volare sott’acqua?
non vedete che vi manca il respiro sott’acqua?
le sentinelle sono gli squali che vi girano intorno.
le sentinelle vi fanno credere di essere pesci.
voi siete portatori di aria, poichè con il vostro movimento innaturale, sott’acqua, create i vortici, da cui si sprigionano le bolle d’aria, che alimentano l’oceano e tutti gli altri esseri imprigionati sott’acqua.
molti di voi si sono convinti di essere pesci, e non più colombe.
avete perso la capacità di volare e di respirare fuori dall’acqua, e state imparando a nuotare.
avete perso le vostre ali, convinti che fossero pinne.
vi siete dimenticati la vostra vera natura, e l’avete sostituita con un altra, che non vi appartiene.
un tempo respiravate aria, mentre oggi annegate nell’acqua.
ogni volta che vedete un ombra, siete convinti di essere attaccati dagli squali.
vivete nel terrore e nella paura costante.
l’acqua ha annebbiato i vostri sensi, e non riuscite neppure a percepire la vostra vera natura.
vi siete convinti che l’acqua sia l’aria, e viceversa.
ma non capite, che l’aria, un tempo, vi portava su, in alto, verso la luce, mentre l’acqua, vi porta sempre più giù, verso l’oscurità dei fondali.
dovunque vi voltate, scorgete ombre oscure, e fuggite.
siete, per caso convinti, di poter uccidere gli squali?
e vivere in pace e serenità sott’acqua?
o, poveri illusi, non capite che ogni vostro movimento produce un vortice?
non sentite che ogni vortice libera delle bollicine d’aria?
un giorno le vostre riserve d’aria, finiranno, e sarete così lontani dalla superficie ed inebriati dall’acqua, che non riuscirete più neppure a muovervi.
se pertanto, vi siete convinti, di essere pesci, e non più uccelli, allora vi dico, che in verità, un giorno, annegherete, nelle vostre stesse acque, e quando il sole, prosciugherà tutte le acque, svanirete insieme all’acqua e vi dissolverete in vapore.
mi rivolgo a voi, amatissime scintille pneumatiche,
voi siete uccelli, che non hanno mai dimenticato la loro vera natura,
riscoprite pertanto le vostre ali e tornate in superficie,
non cercate i cieli sott’acqua, non cercate la pace, l’amore, la gioia e la vita, sott’acqua.
cercate di risvegliarvi,
prendete coscienza delle vostre ali,
lo spazio pneumatico è come una piccola isola, in mezzo all’oceano.
un isola, con al centro cinque grandi alberi, disposti a formare una croce.
l’albero centrale è il più alto di tutti.
raggiungete l’isola e raccogliete i semi dei cinque alberi, e gettatili tutti attorno all’isola.
dai semi dei cinque tesori, nasceranno dodici alberi, che formeranno un cerchio, attorno agli altri cinque alberi.
il giorno in cui, gli squali vi cercheranno, rifuggiàtevi immediatamente sull’isola.
gli alberi vi proteggeranno ed impediranno agli squali di attaccarvi.
non appena la vostra proiezione svanirà, fatevi trovare in vetta al quinto albero, il più alto e più robusto.
il quinto albero, è detto, anche, l’albero della camera nuziale.
quel giorno, io scenderò dai cieli, e mi poserò come un aquila, sul quinto albero, e vi porterò con me, li dove l’aria è più pura e la luce più brillante.
poichè sta scritto, che chi avrà fede in me, troverà la vita eterna.
ogni volta che una proiezione svanisce, discendo giù, attraversando i cieli, posandomi sul quinto albero dell’isola,
ma molto spesso non trovo nessuno ad aspettarmi in vetta al quinto albero.
ma prima di aprire le mie ali, e ritornare nuovamente su, osservo con attenzione la superficie del mare,
ed, ecco, che ogni tanto, sale in superficie una bolla d’aria.
ogni bollicina d’aria, è una speranza di vita.
è la certezza che ci sono ancora colombe che si muovono producendo bolle d’aria, che risalgono in superficie.
è la speranza che ancora ci sono colombe che possono risalire in superficie e raggiungere l’isola.
ogni bollicina d’aria che raggiunge la superficie, rappresenta per me, la ragione per cui tornerò nuovamente sull’isola.
il giorno in cui non vedrò più alcuna bollicina d’aria, sarà anche il mio ultimo giorno e la mia ultima venuta sull’isola.

 

GESTIONE DEL LEGAME COSMICO E DEL LEGAME PLEROMICO

Care Scintille.
quando vi trovate nello spazio pneumatico in meditazione, sono solo due le cose che dovete fare e attenzionare.
da un lato dovete gestire il legame con la vostra proiezione cosmica e tutto ciò che è connesso a tale legame.
da questo momento definiamo questo legame con il termine di legame cosmico.
mentre dall’altro lato, dovete esercitarvi con la camera nuziale ed il legame con il pleroma.
da questo momento definiamo questo legame con il termine di legame pleromico.
adesso, che avete compreso la dottrina, vi spiego, care scintille, cosa significa gestire il legame cosmico ed il legame pleromico.
iniziamo pertanto con la gestione del legame cosmico.
voi, in quanto scintille, siete per natura, manifestazione costante di amore, di luce e soprattutto di positività.
la matrice cosmica, invece, per sua natura è manifestazione costante di guerra, di oscurità e soprattutto di negatività.
quella poca luce, quell’amore e la pace che si vede all’interno della matrice cosmica è dovuta all’energia pneumatica di tutte le scintille intrappolate di tutti gli esseri dell’universo.
il vostro compito, quando con la meditazione ripercorrete il piano superiore della matrice cosmica esterna,
sarà quello di entrare all’interno di ogni camera arcontica, ovvero ogni componente psichica della vostra proiezione, e di ripulire e sanificare l’ambiente dalla negatività.
le vostre camere psicologiche del piano superiore ricevono costantemente impulsi cosmici, provenienti dalla matrice cosmica interna.
nel giro di poco tempo, le camere si colmano di oscurità, di tensioni, e soprattutto di negatività.
questa sanificazione per mezzo della positività dovrà essere fatta praticamente sempre e costantemente.
all’interno della prima camera si accumula negatività riguardante il legame psicologico con la parte ilica della nostra proiezione.
sempre all’interno della prima camera si forma negatività causata dal legame psicologico con la matrice cosmica interna,
all’interno della seconda camera si accumula negatività causata dall’energia sessuale proveniente dalla matrice cosmica interna.
all’interno della terza camera si accumula negatività causata dall’alimentazione proveniente dalla matrice cosmica interna.
all’interno della quarta camera si accumula negatività proveniente dai legami affettivi cosmici con altre proiezioni anzicchè scintille.
all’interno della quinta camera si accumula negatività proveniente da tutte le emozioni negative provenienti dalla matrice cosmica interna.
all’interno della sesta camera si accumula la maggiore negatività proveniente dall’Ego Principale e dallo Strato Mesoterico, cioè dall’Anima e quindi dalle False Credenze Religiose.
in quanto Scintille dovete cercare di immunizzarvi dalla negatività presente all’interno della vostra proiezione.
la vostra proiezione, prima che agisca all’interno della matrice cosmica interna, dovrà essere sanificata.
una volta sanificata con positività, e quindi svuotata dalla negatività, è necessario colmare le camere con energia pneumatica.
dobbiamo imparare adesso a creare una barriera energetica o cosmo pneumatico attorno alla nostra proiezione cosmica.
la matrice cosmica interna è un grandissimo campo di battaglia, con proiettili colmi di energia negativa, sparati costantemente da tutte le direzioni.
solo una scintilla attenta e sensibile percepisce i proiettili nell’ambiente cosmico.
dobbiamo pertanto proteggere la nostra proiezione facendo in modo che i proiettili di negatività non la colpiscono.
una volta fortificata la nostra scintilla dobbiamo concentrare la nostra attenzione all’interno della matrice cosmica interna sulle cose immediatamente vicine e tangibili,
poichè più allontaniamo la nostra attenzione su cose distanti dentro la matrice cosmica interna più corriamo il rischio di illuderci,
poichè la matrice cosmica interna è fatta principalmente di algoritmi cosmici ingannevoli rispetto ai pochi algoritmi provenienti dall’energia pneumatica di tutte le scintille.
dobbiamo pertanto cercare soltanto gli aspetti positivi di qualsiasi cosa vicino a noi.
dobbiamo consolidare solo l’aspetto positivo di tutte le cose con cui entriamo in contatto.
ognivolta che qualcuno, quindi un altra proiezione, tenta di entrare all’interno del nostro spazio cosmico, con negatività,
dobbiamo cercare di neutralizzare tale negatività, infondendo positività mostrando il lato positivo della forza.
se la proiezione di un altra scintilla, nonostante i nostri sforzi, non comprende la positività delle cose, non possiamo permettere che la sua negatività penetri dentro la nostra proiezione.
dal momento che diventate consapevoli di voi stessi, vi accorgerete che non sarà facile vivere e agire all’interno della matrice cosmica interna.
per molte cose sarete costrette a sottostare alle regole imposte della matrice cosmica interna.
ma nel vostro piccolo, cercate sempre di ricreare un ambiente positivo, ove sia possibile.
voi potete entrare nel vostro spazio pneumatico in ogni momento ed in ogni luogo.
nessuno, e dico nessuno, all’interno della matrice cosmica può impedire il vostro ingresso all’interno dello spazio pneumatico.
lo spazio pneumatico è la vostra unica e più grande arma pneumatica.
come una lumaca, che di fronte ad una minaccia, si nasconde dentro la sua casetta, rischiando comunque di finire schiacciata.
voi sarete ancora più potenti, perchè nessuno sarà in grado di schiacciare la vostra casetta, ovvero il vostro spazio pneumatico.
all’interno del vostro spazio pneumatico si nasconde un potere imponente, che si chiama camera nuziale.
all’interno della camera nuziale gestirete pertanto il secondo aspetto di questa lezione, ovvero il legame pleromico.
una volta fortificati dallo spazio pneumatico, dovrete utilizzare la vostra forza pneumatica per attivare la camera nuziale.
all’interno della camera nuziale la vostra forza pneumatica si trasforma in forza pleromica.
la forza pleromica attiva il legame pleromico con il pleroma.
l’unico punto di riferimento all’interno del pleroma dovrà essere l’energia cristica proveniente dalla matrice spirituale.
vi esorto pertanto a richiamare costantemente l’energia cristica e farla entrare all’interno della camera nuziale sottoforma di una potente luce.
dovete diventare tutt’uno con l’energia cristica.
dovete fondervi con l’energia cristica.
l’energia cristica è impersonata da cristo.
camera nuziale significa pertanto diventare una sola cosa con cristo ed in cristo.
cristo vi darà la forma, la formazione, la conoscenza, la verità, la via, la preconoscenza, la vita eterna, la vera chiesa, lo spirito santo, ed infine la sostanza del padre.
cristo dovrà diventare la vostra tredicesima torre di stabilità e di sicurezza.
il culmine della camera nuziale è la fusione con cristo.
la camera nuziale vi permette di fortificarvi con l’energia pleromica, superiore anche all’energia pneumatica.
per mezzo della forza pleromica, riuscirete a trovare ulteriore forza ed energia per gestire il legame cosmico.
con la forza pleromica diventerete invincibili e valorosi cavalieri di luce.
con l’aiuto di zoe e di cristo farete esperienza di due forze spirituali.
per mezzo di zoe, percipirete la forza pneumatica.
per mezzo di cristo, percipirete la forza pleromica.
l’unione delle due forze all’interno della camera nuziale, porterà alla vostra definitiva illuminazione.
la matrice cosmica, perderà completamente la sua forza nei vostri confronti e non potrà più colpirvi.
questa pertanto è la gestione del legame pleromico.

LA CHIESA GNOSTICA E LE SUE COMUNITA’

La Chiesa Gnostica dell’Ordine di Sophia, è una Dimora Pneumatica, per tutte le Scintille Pneumatiche, Erranti nel Cosmo.
La Manifestazione del Pensiero Gnostico all’interno di una Scintilla Pneumatica, causa inizialmente un Senso di Smarrimento e di Estraneità Cosmica.
La Scintilla Pneumatica Attivata dall’Energia Pneumatica, improvvisamente, sente e percepisce, di ritrovarsi incastonata in un Ambiente Sconosciuto, quasi Ostile.
La Chiesa Gnostica dell’Ordine di Sophia è una delle tante Stazioni Pneumatiche di Riferimento, presente nel Cosmo, che offre, a tutte le Scintille Pneumatiche, una Dimora Spirituale Transitoria, in attesa di ritornare alla Vera e Definitiva Dimora Pleromica.
Il Perno Centrale dell’Ordine di Sophia, è la Dottrina Gnostica, che trova le sue Radici nel Libro Segreto di Giovanni e in altri Testi Gnostici appartenenti ai Tredici Codici di Nag Hammadi.
All’interno della Chiesa Gnostica non esiste alcun tipo di Gerarchia, tutte le Scintille Pneumatiche sono uguali.
La Chiesa Gnostica non può, per sua Natura Pneumatica, intereagire energeticamente con il Cosmo e con la Materia.
La Chiesa Gnostica è collocata nello Strato Esoterico e non può interagire con Realtà Exoteriche e Mesoteriche.
Le Scintille che nel corso della loro esistenza hanno fatto Esperienza Mistica della Camera Nuziale, possono Volontariamente e Autonomamente, diventare Guide Spirituali.
La Guida Spirituale mette a disposizione il suo Tempo Cosmico, per insegnare la Dottrina Gnostica, ad altre Scintille Erranti.
Le Guide Spirituali possono organizzare Seminari Culturali Pubblici, aperti quindi a tutti.
Le Guide Spirituali possono diffondere la Conoscenza Gnostica semplicemente con la loro Vita Cosmica.
La Vita Cosmica di una Scintilla Pneumatica inesorabilmente diventa il riflesso stesso della Scintilla.
La Proiezione Cosmica di una Scintilla Attivata, Illumina le Tenebre Cosmiche e diventa Calamita per altre Scintille Erranti.
Li dove due o tre Scintille, sono soliti, riunirsi per studiare la Dottrina Gnostica, lì si forma la Comunità Gnostica.
E’ molto comune osservare tante Scintille Singole Disseminate nel Cosmo.
Ma con il tempo, ogni Scintilla, funge da calamita per altre Scintille, è quindi si forma la Piccola Comunità Gnostica.
Per non disperdere ulteriormente le Scintille Pneumatiche Singole e le Piccole Comunità Gnostiche, esiste la Chiesa Gnostica dell’Ordine di Sophia.
La Chiesa Gnostica è un Punto di Riferimento Centrale per tutte le Scintille Pneumatiche e le Comunità Gnostiche.
Per mezzo di questo organo centrale, è possibile, ad esempio, mettersi in contatto tra Scintille e tra Comunità diverse.
E’ possibile ad esempio organizzare eventi provinciali, regionali, nazionali, ecc.
All’interno di una Comunità inizialmente c’è sempre una Guida Fondatrice.
Il Ruolo della Guida è di trasmettere la Dottrina Gnostica e di aiutare le altre Scintille a mettere in pratica i Misteri della Dottrina.
In poche parole, la Guida, dovrà essere capace, di saper rimodulare gli Algoritmi Cosmici in Algoritmi Pneumatici.
All’interno delle Comunità, le Scintille parleranno della loro Esistenza Cosmica, dei loro Problemi Cosmici e soprattutto della Percezione Pneumatica.
La Guida dovrà spiegare alle Scintille il Metodo Trascendentale, con il quale bisogna convertire gli Eventi Cosmici in Eventi Pneumatici.
Soltanto rimodulando l’Energia Cosmica in Energia Pneumatica, la Comunità riuscirà a neutralizzare gli Effetti Nocivi dell’Energia Cosmica.
All’interno delle Comunità si parlerà del Dualismo Proiezione e Scintilla e di come il Peso Energetico dovrà essere spostato dalla Proiezione alla Scintilla.
All’interno delle Comunità vengono praticate Meditazioni Pneumatiche di Gruppo e si cercherà di apprendere tutte le tecniche di Meditazione Attiva e Passiva.
Si organizzano Ritiri Spirituali in contesti Naturali e lontano dai Centri Abitati.
Ogni Comunità diventa Punto di Riferimento e Rifugio per ogni Scintilla.
La Chiesa Gnostica è Punto di Riferimento per tutte le Comunità e Scintille che non fanno parte di alcuna Comunità.
La Comunità rappresenta per la Scintilla anche la sua Famiglia Pneumatica.
All’interno di ogni Comunità, la Scintilla può manifestarsi in piena Libertà Pneumatica.
La Scintilla può liberarsi dai vincoli imposti dalla sua Proiezione Cosmica.
Ogni Scintilla può assegnarsi da sola un Nome Pneumatico.
Ogni Scintilla può assegnarsi da sola una Identità di Genere e Identità Sessuale.
Le Comunità Gnostiche non sono connesse alle Regole, agli Usi ed alle Consuetudini Cosmiche.
Non esiste nè giudizio e neanche pregiudizio cosmico all’interno delle Comunità Gnostiche.
La Comunità Gnostica è una Dimora fuori dal Tempo e fuori dallo Spazio.
La Comunità Esiste ma al tempo stesso non Esiste.
Nulla di Exoterico o di Mesoterico può nuocere alla Comunità.
Le Scintille Pneumatiche attivando il loro Pneuma, convergono all’interno della Comunità, la loro Energia e Potenza Pneumatica.
Si crea così un Immenso Cosmo Pneumatico a Protezione della Comunità Gnostica.
L’Ordine di Sophia insegna, attraverso la sua Dottrina, il Sentiero dell’Illuminazione Pneumatica.
Il Fine Ultimo del Sentiero Gnostico, sarà l’Esperienza Mistica della Camera Nuziale, ovvero il Ricongiungimento con Cristo e la sua Energia.
Prima della Camera Nuziale, la Scintilla dovrà preparare e far maturare il Proprio Spazio Pneumatico.
La Camera Nuziale è il Culmine ed il Traguardo Spirituale, al quale ogni Scintilla Pneumatica aspira.
La Guida Spirituale di una Comunità sarà quindi Punto di Riferimento Dottrinale Teorico e Pratico per tutte le altre Scintille Pneumatiche.
Una volta assolta la sua funzione iniziale, e fatto sì, che tutte le Scintille abbiano assimilato correttamente la Dottrina, la Guida Spirituale, smette di essere Guida, tornando ad essere una Scintilla in mezzo ad altre.
Da questo momento, ogni Scintilla può diventare Guida e Fondatrice di un’altra Comunità Gnostica.
Fintanto che nel Cosmo ci saranno Scintille Pneumatiche Erranti, ci saranno anche Comunità Gnostiche, Guide Spirituali e soprattutto la Chiesa Gnostica Universale.

Precedente Immaginazione Gnostica e Linguaggio Simbolico Successivo Sistemi Gnostici di Speculazione

Lascia un commento