Stigmate – Film su Gnosticismo e Vangelo di Tommaso

 

Stigmate (Stigmata) è un film del 1999 diretto da Rupert Wainwright, con protagonisti Patricia Arquette e Gabriel Byrne.

Il film è basato sulla scoperta del Vangelo di Tommaso, ed in particolare su un preciso versetto (77: “Io sono la luce che splende su tutto. Io sono ovunque. Tutto è venuto da me e tutto tornerà a me. Spezza un pezzo di legno e io sarò lì, alza una pietra e lì mi troverai”, rielaborato per il film come: “Il regno di Dio è in te e attorno a te, non in edifici di legno e pietra. Spezza un pezzo di legno ed io sarò lì, alza una pietra e lì mi troverai”).

Trama

Il film segue la storia di Frankie, parrucchiera di Pittsburgh che dopo aver ricevuto in dono dalla madre un rosario incomincia a presentare i segni delle stigmate di Gesù Cristo, e padre Andrew Kiernan, un ex scienziato ora prete gesuita, che come parte della Congregazione per le cause dei santi investiga per il Vaticano sulla veridicità dei vari miracoli che vengono acclamanti in giro per il mondo.

Kiernan, al culmine delle indagini, scopre che le stigmate derivano dallo spirito di padre Paulo Alameida (al quale apparteneva il rosario), che era stato scomunicato per non aver interrotto la traduzione e successivamente rubato i manoscritti di un Vangelo (apocrifo) contenente verità che andavano a minare l’autorità della Chiesa stessa in quanto istituzione.

Quando il cardinale Daniel Houseman, un uomo di potere al Vaticano, per paura che il tutto torni a galla, cerca di uccidere Frankie, Kiernan reagisce, riuscendo a mandare in pace lo spirito di Alameida e salvare la ragazza.

Precedente Viaggio nella Gnosi Successivo Vangelo di Giuda